domenica 25 giugno 2017

Gli innamoramenti

Gli innamoramenti

30 novembre 2012 by · Commenta 

«L’ultima volta che vidi Miguel Desvern o Deverne fu anche l’ultima volta che lo vide la moglie, Luisa, il che continua ad apparire strano e forse ingiusto, dal momento che lei era questo, sua moglie, e io ero invece una sconosciuta e non avevo mai scambiato con lui una sola parola. Non sapevo neppure il suo nome, lo seppi soltanto quando ormai era tardi, quando comparve la sua foto sul giornale, pugnalato e mezzo scoperto e sul punto di trasformarsi in un morto, ammesso che già non lo fosse per la sua stessa coscienza assente che non tornò più a farsi presente: l’ultima cosa di cui si dovette render conto era che lo stavano accoltellando per sbaglio e senza motivo».

Caso letterario del 2011 in Spagna, vincitore nel Premio Nacional de Narrativa assegnato dal Ministero della cultura spagnolo alla miglio opera letteraria, Gli innamoramenti, l’ultimo libro scritto da Javier Marías, è finalmente arrivato anche in Italia grazie alla casa editrice Einaudi. Gli innamoramenti è uno straordinario romanzo sull’amore, sulla morte… continua a leggere

Vipera

Vipera

30 novembre 2012 by · Commenta 

«E dimmi: lo sai, tu, cos’è l’amore? tu che lo vendi a due lire a incontro, cinque minuti per respirarti addosso, nemmeno il tempo di guardarti negli occhi, di mormorare il tuo nome, pensi di sapere che cos’è l’amore? Che ne sai tu delle lunghe attese, dei silenzi sospesi nell’ansia di una parola, di un sorriso? Io l’ho visto, sai, l’amore. l’ho conosciuto, l’ho incontrato. È fatto di dolore e di malinconia, di ansia e di ritorni. […] ti sveglia di notte, col cuore pieno di speranza e disperato, coi pensieri che diventano sogni e i sogni che diventano pensieri. […] Non temere, non te lo chiederò cos’è l’amore. Non aspetterò dalla tua bocca dipinta altre bugie. Mi accontenterò di sentire, come adesso, il tuo corpo caldo muoversi sotto la mia pelle, al ritmo del respiro. Sempre più piano. Sempre più piano. E di non sentire più i tuoi lamenti, sotto il cuscino che ti tengo in faccia».

Maurizio De Giovanni torna in libreria con un altro avvincente romanzo giallo, Vipera. Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi (Einaudi). Napoli, 1932. In un esclusivo bordello napoletano viene trovata morta Vipera, una prostituta molto famosa, soffocata con un cuscino. L’ultimo cliente sostiene di averla lasciata ancora viva, il successivo di averla trovata già morta. Chi l’ha uccisa, e perché?… continua a leggere

Giallo panettone

Giallo panettone

30 novembre 2012 by · Commenta 

«Nell’isola di Ceo s’usava sopprimere i vecchi diventati inutili, un peso per la comunità. E vuoi sapere come facevano? Gli somministravano una piccola quantità della radice di aconito. I vecchi non sapevano quando e se ne rendevano conto solo ai primi sintomi: improvviso caldo al volto, giramenti di testa, formicolio alla lingua e alle gambe».

Giallo panettone (Mondadori) è una raccolta di nove storie gialle. Nove storie che ruotano attorno a un alimento, un ingrediente, una ricetta segreta, l’arma del delitto… continua a leggere

Lentamente fra le tue braccia

Lentamente fra le tue braccia

30 novembre 2012 by · Commenta 

«Soltanto un’ora prima avanzavano a lunghi passi sulla terraferma, senza pericolo, senza baci da affidare al vento leggero, la vita non valeva granché un’ora prima, non aveva un nome, non ne meritava, si attraversava sulle strisce pedonali, si guardavano le vetrine, ogni articolo portava un’etichetta, ogni oggetto aveva un utilizzo, un inizio, un centro, una fine. Se ne raccoglievano a palate di vite come queste che non valevano la pena, vite che non ci rendono né veramente tristi né davvero felici, piccole vite da niente che sono quelle di tutti. Stavano andando entrambi dal dottor Boulez, il naso per aria, le mani in tasca. E all’improvviso… All’improvviso, era un’altra vita».

Lentamente fra le tue braccia di Katherine Pancol (Dalai editore), è un romanzo che narra la ricerca del vero amore. Quello vero, l’unico, il solo che ci sorprende e ci afferra proprio quando non ce l’aspettiamo. Angelina si trova improvvisamente davanti l’amante perfetto. Un giorno, una porta, una mano che si posa sulla sua per aiutarla ad aprirla, un ascensore… continua a leggere

Ma credo ancora nell’amore

Ma credo ancora nell’amore

30 novembre 2012 by · Commenta 

«Se amo la vita? Ma certo, la adoro! Di più: io la vita la assaporo, ogni momento. La mordo affinché sia più mia. […] Sì, mi tuffo nella vita, ogni giorno, più volte al giorno».

Barbara d’Urso, volto noto della televisione, ritorna in libreria con Ma credo ancora nell’amore (Mondadori) per fare il punto della sua vita sentimentale. Nella casa al mare, la d’Urso e le sue storiche amiche si raccontano le loro sofferenze, le loro gioie, le loro speranze e le loro delusioni sentimentali mettendo a nudo sé stesse e le loro emozioni. Così la d’Urso svela quei segreti della sua vita privata che ha fino ad ora gelosamente custodito.… continua a leggere

Se tutta l’Africa

Se tutta l’Africa

29 novembre 2012 by · Commenta 

«I reportage raccolti in questo libro sono una relazione dei miei percorsi africani. Non sono andato in Africa in cerca di avventure, a caccia di elefanti o per trovarci i diamanti. […] Ho trascorso in Africa quasi sei anni del suo periodo più burrascoso e inquieto, colmo peraltro di belle – e talvolta troppo facili – speranze. Si era alla svolta tra due epoche: la fine del colonialismo e l’inizio dell’indipendenza. Ho cercato di descrivere questo cambiamento, questo sconvolgimento, questa rivoluzione. […] Negli anni in cui stendevo queste note molte delle opinioni che vi esprimevo erano fortemente discutibili, per non dire eretiche. Ma a me importava una sola casa: raccontare come stessero veramente le cose, perché questa è la nostra ambizione, l’ambizione della confraternità giornalistica».

Se tutta l’Africa (Feltrinelli) contiene dieci reportage narrativi apparsi tra il 1962 e il 1966 sul settimanale “Polityka”, i quali descrivono attentamente, attraverso l’occhio critico di Ryszard Kapuściński, il periodo di rottura nella storia del continente africano: la nascita dei nuovi Stati, i capi che li hanno guidati, la crisi dei primi sistemi politici e le storie della gente comune. È un libro di avventure politiche… continua a leggere

Cloud Atlas. L’atlante delle nuvole

Cloud Atlas. L’atlante delle nuvole

29 novembre 2012 by · Commenta 

«Le anime attraversano le età come le nuvole i cieli. Chissà chi soffia le nuvole e chissà come sarà la mia anima domani?»

In concomitanza con l’enorme successo che sta ottenendo nelle sale cinematografiche americane, Frassinelli pubblica la riedizione di Cloud Atlas. L’atlante delle nuvole, il romanzo di David Mitchell da cui la pellicola dei fratelli Wachowsky ha preso ispirazione. Un notaio americano di metà Ottocento che si trova a solcare l’Oceano Pacifico per assistere ai devastanti effetti del colonialismo; un compositore diseredato degli anni Trenta che mette in atto un diabolico piano per intrufolarsi nella vita di un celebre musicista e carpire non solo le sue intuizioni musicali ma anche le grazie della moglie; un’intrepida giornalista di successo della California che si trova in mano la scottante denuncia di uno scienziato ucciso su commissione dalla propria azienda, coinvolgendola in una vera e propria spy-story; un editore… continua a leggere

Metagenealogia

Metagenealogia

28 novembre 2012 by · Commenta 

«Tutti dovrebbero conoscere il proprio albero genealogico. La famiglia è il nostro forziere del tesoro manche la nostra trappola mortale».

Dedicato a tutti quelli che vogliono imparare a conoscere sé stessi a partire dalle proprie radici, Metagenealogia (Feltrinelli), un saggio scritto a quattro mani da Alejandro Jodorowky (regista e scrittore) e Marianne Costa (scrittrice), spiega come… continua a leggere

Amore e sesso nell’antica Roma

Amore e sesso nell’antica Roma

28 novembre 2012 by · Commenta 

«Come amavano gli antichi romani? Cosa si dicevano un uomo e una donna guardandosi negli occhi? Si portavano rose rosse a un appuntamento? E come si amavano due innamorati romani sotto le lenzuola? Quante volte ce lo siamo chiesti».

Con Amore e sesso nell’antica Roma (Mondadori), Alberto Angela torna a illustrarci il mondo dell’antica Roma ma, a differenza dei suoi “tradizionali” romanzi precedenti, questa volta lo fa addentrandosi per la prima volta nella loro vita privata e soprattutto nei rapporti che avevano nei confronti della sfera dell’amore e della sessualità… continua a leggere

Il diritto di avere diritti

Il diritto di avere diritti

27 novembre 2012 by · Commenta 

«Un innegabile bisogno di diritti, e di diritto, si manifesta ovunque, sfida ogni forma di repressione, innerva la stessa politica. E così, con l’azione quotidiana, soggetti diversi mettono in scena una ininterrotta dichiarazione di diritti».

Stefano Rodotà, editorialista di Repubblica, è uno degli autori della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea redatta nel 2000 per rispondere a una necessità globale: avere più diritti individuali e collettivi. Ma per non fermarsi solo alle dichiarazioni formali, Rodotà ha deciso di scrivere un libro intitolato Il diritto di avere diritti (Laterza) in cui affronta in modo preciso e puntuale questa crescente esigenza.
Giorno dopo giorno sempre più donne e uomini decidono di lottare contro i cosiddetti poteri forti, di denunciare le disuguaglianze e le ingiustizie della nostra società. Internetin e social network… continua a leggere

Pagina successiva »