sabato 25 novembre 2017

Potere esecutivo

15 febbraio 2016 by · Commenta 

poteresecutivopic

«Questa notte ti insegnerò come stiamo bene insieme. Concediti a me bambina, e ti prometto che non te ne pentirai. Mi prenderò io cura di tutto.»
Quelle parole rauche ebbero l’effetto di un secchio di acqua gelata. Lei si raffreddò, la sua mente andò freneticamente alle implicazioni di quell’ultima dichiarazione. Si sarebbe preso cura di tutto.
Con orrore crescente, si rese conto di quanto fosse vicina  a compiere un altro terribile errore. Logan Grant voleva portarla a letto per dimostrare di avere ragione. Aveva pianificato di sedurla, usando la sua logica chirurgica per giustificare le proprie azioni. La sua forza seduttiva gli avrebbe dato maggiore controllo, e questo sarebbe stato un vantaggio nel loro rapporto d’affari. Il suo ego ne sarebbe venuto fuori più forte, sbaragliando le obiezioni di Chandler sui dirigenti d’azienda. Una volta che avesse ottenuto il suo scopo, si sarebbe stancato di lei e avrebbe chiuso il loro contratto. Una notte di passione poteva costarle la carriera per cui aveva lavorato un’intera vita. Niente valeva tanto.

L’ultimo romanzo di Jennifer Probst per Corbaccio è una storia intrigante in cui si mescolano potere e desiderio fino a sconfinare: Potere esecutivo.
Chandler è una maestra di yoga che cerca di entrare in affari con Logan, uno dei più ricchi e spietati squali della finanza in città, proponendogli di aderire con tutti i suoi dipendenti al suo corso per la gestione dello stress. Lei detesta quel genere di ambiente e di uomini interessati solo ai soldi e al lavoro, ma il suo centro di yoga è in grave difficoltà, ed è disposta a tutto per salvarlo, anche a scendere a compromessi con il diavolo, fino a giocarsi la carta del soddisfatti o rimborsati. Questo per lei significa assumersi un rischio grossissimo, e tuttavia non sa ancora che con Logan correrà rischi ben più grandi… Ma forse il suo corpo già lo immagina. Infatti quando arriva il momento di stringergli la mano per suggellare l’accordo, dei brividi intensissimi la scuotono, risvegliando sensazioni sopite e suggerendogli parole come fuoco, possesso, sicurezza. Le stesse parole che risuonano per lui, che, dal canto suo, invece, è abituato a gestire l’attrazione fisica verso le molte belle donne che gli ronzano intorno, ma sa tranquillamente controllarne il desiderio, anche perché di solito svanisce semplicemente prendendosi quel che desidera. Tuttavia, la sua reazione a quella donna, nella sua interezza, e fin dal primo momento che ha messo piede nel suo ufficio, è per lui inusuale. Lei, che con quello stretto chignon e quella scollatura castigata proietta l’immagine di una donna d’affari che desidera essere accettata in un mondo maschile ma senza essere notata da nessuno – specialmente da un uomo –  è stata capace di fargli provare una fame, un bisogno atavico, che non sentiva da tempo. La rabbia che le fa brillare gli occhi verdi quando si infiamma per le loro inevitabili diversità di vedute, sfiderebbe qualsiasi uomo a tramutare quel sentimento in passione pura. Ed è quello che si mette in testa lui, ovviamente, che è risoluto più che mai ad avere il corpo e il cuore di Chandler, a sua disposizione assoluta. Lei detesta soldi, potere, ipocrisie e tutto il modo in cui lui vive. Ma soprattutto, non potrebbe mai cadere nella trappola che lui le sta tessendo abilmente, in quanto così gli dimostrerebbe proprio ciò che vuole: di non saper gestire gli affari. E perderebbe così i milioni di dollari necessari al suo progetto, per una stupida questione di desiderio. Così, quando lui la invita a cena, per festeggiare il loro accordo, lei accetta, nonostante l’agitazione, risoluta più che mai al più professionale degli atteggiamenti. Ma sarà davvero possibile mantenere il distacco con quell’uomo che la fa fremere solo posando i suoi occhi su di lei? Non in questa vita, non con lui, non fin che l’inferno non sarà gelato, si ripete. Ma quando lui la cinge, lento e sicuro e le sussurra all’orecchio «Non respingermi», lei rimane immobile, con il solo desiderio di cedere e lasciarsi andare a quella forza che la fa sentire così viva. Ma chi avrà davvero la meglio: l’istinto primordiale di quel desiderio bruciante o la sua volontà finora inossidabile?

Acquista Potere esecutivo con il 15% di sconto!

Share

Commenti