sabato 29 aprile 2017

Tanti baci dalla Mesmenia

23 marzo 2017 by · Commenta 

Poso il giornale sul tavolino e vedo una copia di “20 Minutes” che Sandrine ha recuperato in metropolitana. La apro distrattamente per accertarmi che nemmeno qui ci siano gli annunci e…sorpresa! Qualche inserzione c’è. Una in particolare mi colpisce come una scossa elettrica. Recita: Cercasi traduttore dal mesmeno al francese. Molto buona retribuzione. L’annuncio è seguito da un numero di telefono. La Mesmenia un luogo imprecisato, ancora più sconosciuto del Bhutan o del Belize, che non meriterebbe nemmeno l’appellativo di paese.

Da cameriere a traduttore, dall’invisibilità alla fama. Sembrerebbe una favola quella di Thomas, protagonista di “Tanti baci dalla Mesmenia” di Fabienne Betting, invece la sua storia somiglia più ad un racconto dell’assurdo. Lui è un ventisettenne parigino impiegato in un McDonald. Non ha alcuna caratteristica particolare, a parte, forse, l’aver frequentato un corso sulla Mesmenia all’università. Sia chiaro: un corso seguito per amore della docente, mica per il piccolo paese dell’ex URSS. Eppure, tanto basta a Thomas per rispondere a un particolare annuncio di lavoro. Cercano un traduttore dal mesmeno al francese per un romanzo. Thomas si candida e vince la commissione. La sua è una trasposizione poco letterale, tante cose non le ricorda e quindi le aggiusta e le modifica in autonomia. Spera nella revisione finale fatta da altri. Ma il controllo non c’è, il romanzo è stampato e Thomas diventa per il pubblico l’autore del libro. Ora tutti vogliano sapere di più su quel paese tra Estonia e Russia, la stampa chiede informazioni sulle sue zone impervie e inospitali, il pubblico vuole conoscere la sua povera e analfabeta popolazione. “Tanti baci dalla Mesmenia” è un fantastico romanzo dell’assurdo, una collana di irresistibili equivoci con un fittizio paese e uno strepitoso protagonista. Un divertimento assicurato.

Acquista ora “Tanti baci dalla Mesmenia” con il 15% di sconto!

Share

Commenti