martedì 22 agosto 2017

Sete

27 marzo 2017 by · Commenta 

-La squadra di Harry Hole?-

-Nella fornace.-

Katrine confermò con un cenno del capo. Non aveva mai pensato al piccolo gruppo investigativo di tre persone creato ad hoc per occuparsi in modo indipendente di casi di omicidio come alla squadra di Harry Hole… Anche se ovviamente quel nome calzava a pennello. In seguito Harry era tornato alla scuola di polizia come docente, Byørn a Bryn a fare il tecnico della Scientifica e lei alla sessione Crimini violenti, dove adesso ricopriva la carica di investigatore capo.

Harry Hole ritorna in “Sete” (Einaudi), undicesima avventura della saga. Ora, il detective più famoso di Norvegia ha cinquant’anni e una vita serena: insegna all’accademia di polizia, è sposato con Rakel e ha chiuso con l’abuso di alcool. A ridestarlo dalla sua rassicurante quotidianità ci pensa un caso molto particolare. Nesbø costringe il suo protagonista ad affrontare un serial killer “vampiresco”. Due omicidi e un’aggressione a cui dare risposta. Le vittime sono tutte donne, tutte iscritte a Tinder e tutte sfregiate orribilmente dall’assassino. Un omicida che sembra avere sempre più sete di sangue e che bisogna trovare al più presto. Hole è costretto a tornare sul campo, a fare fronte a colleghi sleali, a sopportare l’arrivista Mikael Bellman e a prendere in considerazioni strane teorie psicologiche. Il risultato finale di tale miscuglio di ingredienti? Un thriller mozzafiato e imperdibile. In questo ultimo episodio della serie, Nesbø trascina i lettori nel lato più noir di Oslo e li affida al suo più apprezzato e sfaccettato investigatore. Un appuntamento immancabile. Un ritorno in grande stile quello di Harry Hole in “Sete”.

Acquista ora “Sete” con il 15% di sconto!

Share

Commenti