domenica 25 giugno 2017

L’ intervista. I 70 italiani che resteranno

29 marzo 2017 by · Commenta 

Il primo incarico fu aprire le uova: romperle, separare il tuorlo dall’albume, montarle per il gelato alla vaniglia. Aprivo 800 uova al giorno, per fare 50 contenitori di gelato da mettere sulle fragoline di bosco. Alla fine c’era da lavare la cucina, scopare per terra, svuotare il magazzino. Poi mi passarono ai prosciutti. Disossavo venti prosciutti al giorno per preparare i canapè: burro e acciughe, uova e caviale, formaggi e, ovviamente, prosciutto.- Antonino Cannavacciuolo

Trent’anni di professione sono riassunti in “L’intervista. I 70 Italiani che resteranno” di Aldo Cazzullo. Una rassegna che parte dalle prime domande rivolte a Giulio Andreotti nel 1989 fino alle ultime risposte appena trascritte. Nel mezzo troviamo un elenco di nomi, interessi e professioni. Dalla politica allo sport, dal teatro alla scultura, dalla musica alla regia, sono solo alcuni degli argomenti di questa collezione. Ne emerge un quadro colorato, denso e anche complesso dell’Italia. Come lui stesso scrive nella prefazione del libro: «un’intervista è riuscita se l’intervistato dice cose che non pensava di potere dire. Lui è in primo piano, non tu». Ci regala così ritratti umani, mai banali, di chi ha di fronte. Un modo nuovo per raccontare la vita non tanto del singolo, quanto di tutti noi. Da Riccardo Muti a Dino Zoff, da Matteo Renzi a Bebe Vio, da Francesco de Gregori al cardinale Ruini: un mosaico di nomi per descrivere oltre tre decadi di storia. Cazzullo unisce nel suo lavoro sensibilità e professionalità; come riportato dal «Messaggero», WalterVeltroni ha detto: «Quando Aldo ti intervista, parli liberamente, perché sai di avere di fronte una persona onesta, che scriverà ciò che hai detto. Con lui non c’è spazio a interpretazioni, non si corre questo rischio». “L’intervista. I 70 Italiani che resteranno” diventa un’occasione per passare  in rassegna gli articoli di Aldo comparsi su «La Stampa», «Il Corriere della Sera» e «Sette» in questi anni. Una lettura imperdibile.

Acquista ora “L’intervista. I 70 Italiani che resteranno” con il 15% di sconto!

 

Share

Commenti