martedì 22 agosto 2017

Recensione libro: “Dieci piccoli infami” di Selvaggia Lucarelli

8 agosto 2017 by · Commenta 

Insomma, ho scritto questo libro perché dieci piccoli infami che ho incrociato nella mia vita meritavano una resa dei conti. Almeno letteraria. Ed è per questo che ne troverete uno per ogni capitolo. Alcuni di loro si riconosceranno, qualcuno neppure si ricorderà di avermi incontrata, qualcuno avrà una sua versione dei fatti. Naturalmente falsa.[…]Questo libro è per loro. E anche un po’ per me che finalmente lo posso dichiarare nero su bianco, senza vergognarmi della mia meschinità: no, non vi ho perdonato, belli miei.

A due anni dal suo primo “Che ci importa del mondo”, Selvaggia Lucarelli torna in libreria con “Dieci piccoli infami”, un racconto autobiografico ritmato da una scrittura graffiante e molta ironia. Un resoconto esilarante, frizzante e sagace su dieci figure che hanno complicato, intristito o fatto arrabbiare la conduttrice e blogger nel corso degli anni. Banali incomprensioni, decisioni arbitrarie, commenti gelidi, comportamenti ossessivi, sgarri infantili sono alcuni degli episodi da cui l’autrice prende spunto per creare una resa dei conti letteraria estremamente godibile. Il libro, che sembra ironicamente rimandare nel titolo al celeberrimo giallo di Agatha Christie, si lascia leggere tutto d’un fiato e regala una boccata di ossigeno nella torrida estate 2017. Selvaggia Lucarelli non lesina nomi e soprattutto non risparmia amici e parenti in questo compendio di ricordi. Dalla mamma al parrucchiere, dall’ex fidanzato alla suora, dai commenti dei follower di Facebook all’amica d’infanzia: una carrellata in cui sorridere, ridere e forse un po’ riconoscersi. “Dieci piccoli infami” regala pagine di tagliente e umanissima verità quotidiana.

Acquista ora “Dieci piccoli infami” con il 15% di sconto!

Share

Commenti