sabato 25 novembre 2017

Recensione libro: “Un mese con Montalbano” di Andrea Camilleri

13 novembre 2017 by · Commenta 

“E che minchia viene a significare?”.
“Mah, non lo so, oggi tutti parlano d’Europa… Magari un partito sovversivo europeo…”.
“Jacomù, ti sei cacato il cervello?”.
Ma che belle alzate d’ingegno che aveva Jacomuzzi! Montalbano riattaccò senza ringraziarlo. Una sigla. Che aveva voluto dire o indicare Calòrio? Forse qualcosa che riguardava il porto? Punto Ormeggio Est? Pontone Ormeggiato Esternamente? No, tirare a indovinare così era cosa che non aveva senso, quelle tre lettere potevano significare tutto e niente. In punto di morte però, per Calòrio, scrivere quella sigla sulla rena era stata la cosa più importante.

Sulla scia delle “Novelle per un anno” di Pirandello, “Un mese con Montalbano” è una raccolta di trenta racconti per accompagnare il lettore giorno per giorno. Nata dalla penna di Andrea Camilleri, si tratta di una serie dedicata al commissario più noto d’Italia, che lo vede impegnato a risolvere casi non solo fatti di sangue, ma anche di divertimento e amarezza, di sorprese incredibili e quotidianità. Trenta racconti che narrano trenta diverse situazioni e momenti di vita del commissario Montalbano, di un paese, di una realtà (quasi sempre è Vigàta, un paesino siciliano immaginario), di uomini e donne che hanno in qualche modo a che fare col crimine. Ma il vero motivo per cui questo commissario di polizia ha conquistato tanti estimatori è il suo essere del tutto fuori dai canoni tradizionali del poliziotto. Nelle narrazioni il carattere di Montalbano emerge ad ogni passo, rivelandolo come un uomo franco, divertente, umano, fuori dagli schemi, dotato di un intuito sopraffino che gli permette di penetrare non solo nelle situazioni apparentemente più oscure, ma anche nell’animo dei suoi interlocutori, nei loro sentimenti e nelle loro motivazioni più nascoste. Camilleri utilizza una lingua originale, fortemente legata alla musicalità del dialetto, per raccontare di una Sicilia viva e appassionata, colorata, arcaica e moderna contemporaneamente, madre di personaggi con mentalità tanto svariate quanto indimenticabili. Con “Un mese con Montalbano”, uscito per la prima volta nel 1998 ed edito ora da Sellerio, lo scrittore regala ai lettori la possibilità di farsi accompagnare per un mese intero nel mondo feroce e violento che circonda il commissario e che lui affronta con le armi della logica, ma anche della pietà e dell’umorismo.

Acquista ora “Un mese con Montalbano” con il 15% di sconto!

Share

Commenti