giovedì 18 ottobre 2018

Recensione libro: “Inarrestabile. La mia vita fin qui” di Maria Sharapova

17 maggio 2018 by · Commenta 

Stabilimmo un programma senza un giorno di pausa né per me né per lui, l’ozio era bandito. Ci alzavamo ogni mattina prima dell’alba, facevamo colazione al buio, stabilendo gli obiettivi della giornata, le componenti del mio gioco su cui lavorare, la concentrazione da tenere. Poi andavamo all’accademia, Jurij pedalava e io stavo seduta dietro. Una volta ci fermò la polizia perché ero senza casco. Mio padre, che viveva a centocinquanta chilometri da Černobyl’ quando era esploso il reattore, ne rimase sorpreso.

Maria Sharapova condivide con i lettori la sua storia in “Inarrestabile. La mia vita fin qui”. La celebre tennista che ha battuto Serena Williams vincendo il torneo di Wimbledon a soli diciassette anni, non è che una bambina esile con una racchetta troppo grande quando lascia l’Unione Sovietica per  trasferirsi negli Stati Uniti con il padre, Jurji. I due non hanno soldi in tasca né garanzie, ma inseguono un sogno: quello di far diventare Maria la numero uno del tennis. La storia della Sharapova ha dell’incredibile, e inizia quando, ad appena quattro anni, il padre le mette in mano una racchetta da tennis, sport quasi sconosciuto nell’Unione Sovietica di fine anni ottanta. Da subito è chiaro che la piccola ha un talento naturale e una grande concentrazione, doti necessarie per arrivare lontano. In quel momento Jurji decide di portarla in Florida, mecca del tennis statunitense e luogo in cui si allenano le temutissime sorelle Williams. L’uomo fa quanto in suo potere per farla ammettere in un’accademia di tennis prestigiosa, ma, purtroppo, non è né facile né economico diventare dei campioni. I due sono costretti ad arrangiarsi in ogni cosa per permettere a Maria di diventare la migliore: indossano vestiti smessi, vivono dove capita, approfittano di qualsiasi occasione per farla allenare. Gli anni passano e l’abilità e la fama della giovane russa crescono fino al torneo di Wimbledon del 2004, quando Sharapova sbaraglia Williams dando il via ad una vita fatta di stabilità economica e trionfi, ma anche di accuse infamanti di doping e riflettori puntati addosso. Ma se c’è una cosa che Maria insegna è il potere della determinazione, che può essere così forte da tenerti a galla anche quando ti senti irrimediabilmente spezzata. “Inarrestabile. La mia vita fin qui” fa luce sui sacrifici e le privazioni necessari per diventare campioni, raccontando la vita e le mille peripezie di una delle personalità sportive più amate e controverse.

 Acquista ora  “Inarrestabile. La mia vita fin qui” con il 15% di sconto!
Share

Commenti