giovedì 18 ottobre 2018

Recensione libro: “Punizione” di Elizabeth George

8 giugno 2018 by · Commenta 

Era passato da poco mezzogiorno quando Lynley ricevette il messaggio che aveva previsto. Era sorpreso che non fosse arrivato prima: pensava di avere appena il tempo di rientrare in ufficio prima che Judi MacIntosh, novello arcangelo Gabriele senza la tromba, gli facesse giungere la voce dalle alte sfere.

Elizabeth George, regina del giallo, torna con “Punizione” il suo ultimo romanzo.

 Ludlow è una cittadina medievale nello Shropshire. Ha una sola attrazione turistica, il castello che sorge sulla collina, ed è la sede di un prestigioso college. Nei weekend tutti i pub del luogo brulicano di studenti brilli e in vena di far festa, ma, nonostante questo, è un luogo tranquillo: scarsa criminalità, nessun vagabondo. Non esiste nemmeno la polizia locale, ma un solo agente di polizia ausiliario Gaz Ruddock.  Quando Ian Druitt, diacono della cittadina, viene preso in custodia per sospetta pedofilia è proprio Gaz ad effettuare l’arresto e a portarlo, in stato di fermo, nella cella della minuscola stazione di polizia. È lì che il cadavere di Druitt viene trovato poche ore più tardi. Il medico legale, esaminando il corpo, arriva alla conclusione che questi si sia impiccato utilizzando come cappio i suoi stessi paramenti religiosi, infilati di premura nella tasca del cappotto. Ma in questo epilogo c’è qualcosa di profondamente sbagliato per i coniugi Druitt che vantano conoscenze tanto altolocate da far riaprire il caso. Il sergente Barbara Havers viene quindi inviata da Londra a Ludlow per verificare che nel corso delle indagini nulla sia stato tralasciato, ma quello che al suo arrivo non le sembra niente più di un borgo pittoresco e suggestivo, scavando sotto la superficie si trasformerà in un luogo permeato da segreti e orribili crimini, nel quale ogni abitante mente per tentare di preservare le apparenze di una vita perfetta. Il sergente scopre così tante piccole incongruenze, omissioni e bugie che celano altrettanti crimini e misfatti. Per aiutarla a risolvere un caso che sembra complicarsi ogni secondo che passa, i superiori di Havers inviano a Ludlow anche Thomas Lynley, investigatore della Metropolitan Police dai nobili natali e con sufficiente esperienza nel campo da poter smascherare la rete di corruzione e disonestà che lega molti degli abitanti della città. La collaborazione tra i due colleghi di vecchia data farà emergere ogni segreto, i colpevoli e gli innocenti, in un gioco che non sembra voler risparmiare nessuno.

 “Punizione” è un giallo intricato e contorto, che svela le motivazioni più basse degli uomini e la loro capacità di costruire complessi castelli di menzogne per evitare le conseguenze delle più spregevoli azioni.

Acquista ora “Punizione” con il 15% di sconto!

Share

Commenti