mercoledì 19 settembre 2018

Recensione libro: “I figli di Dio” di Glenn Cooper

19 giugno 2018 by · Commenta 

«Lungi da me voler interferire con la tua vita amorosa o alcolica, ma si è presentata una questione piuttosto urgente, tanto che il papa ha convocato un incontro d’emergenza con il C8. Sperava proprio che tu potessi fare un salto.»

«Cosa succede?» Cal passò davanti a un negozio da cui usciva musica a tutto volume e si affrettò a superarlo. «Può anticiparmi qualcosa al telefono?»

«Diciamo solo che abbiamo un problema che riguarda quattro persone. Una si chiama George e le altre tre Maria.» Cal capì subito di chi si trattava: George Pole era l’arcivescovo di Houston. Ma le Marie… «Maria nel senso di Vergine Maria?»

«Esatto.»

 Cal Donovan è un docente di teologia dell’università di Harvard. Gira il mondo come consulente, visionando scavi e reperti di antiche civiltà e può vantare la partecipazione al C8, una ristretta cerchia di consiglieri che vengono convocati, in caso di emergenza, da Celestino VI, il nuovo Papa, moderno e fortemente riformista. Quando viene richiamato a San Pietro, Donovan capisce che una grossa tempesta si profila all’orizzonte, e sta per colpire proprio il cuore della cristianità. I consiglieri del Papa vengono informati che tre ragazzine di nome Maria, provenienti da Lima, Manila e Gort, in Irlanda, sono rimaste incinte. Particolare non trascurabile, la verginità delle tre è stata verificata da più di uno specialista e il racconto della notte del concepimento è pressoché identico: l’apparizione di una luce intensa, tanto forte da far bruciare gli occhi, una voce che annuncia “Sei stata scelta” e poi più nulla. Nessun ricordo se non la strada di casa. La situazione si complica ulteriormente quando George Pole, arcivescovo e feroce antagonista dell’attuale Pontefice, chiede a quest’ultimo di avviare il processo di beatificazione delle tre “miracolate”, cosa che sa essere impossibile, visto che le ragazze sono ancora vive e in buona salute. Celestino VI e i suoi consiglieri devono agire con grande cautela e astuzia, se non vogliono dare il via ad un altro scisma, che si prevede addirittura più dannoso dei precedenti. Come se non bastasse, ad una situazione già difficile, si aggiunge la scomparsa delle ragazze che risultano introvabili nonostante le ricerche delle polizia di tre diversi continenti. Comincia così un’avventura che porterà Cal Donovan e il suo fedele amico Padre Murphy nel mirino di alcuni ricchi devoti e senza scrupoli, pronti a fondare una nuova religione che annienti la Chiesa Cattolica. Ma i misteri da svelare sono tanti: Dove sono state relegate le ragazze? Come e perché sono avvenute le immacolate concezioni? Questi strani avvenimenti sono frutto di un piano divino, o solo un sofisticato gioco di incastri costruito per sovvertire la decisione del conclave di eleggere un Papa progressista? Starà proprio a Donovan e Padre Murphy scoprirlo, armandosi di fede e conoscenza teologica, ma anche di una sana dose di diffidenza e sospetto.

 Dopo “La biblioteca dei morti” e “La mappa del destino”, Glenn Cooper torna con “I figli di Dio” il suo ultimo Vatican thriller per raccontarci la storia di tre innocenti e del loro destino inestricabilmente legato a tradizioni millenarie, religione, ma soprattutto alla meschina abitudine di uomini potenti e incontrollabili di costruire divinità e santi a proprio uso e consumo.

Acquista ora “I figli di Dio” con il 15% di sconto!

Share

Commenti