lunedì 17 dicembre 2018

Recensione libro: “La lettera d’amore” di Lucinda Riley

17 luglio 2018 by · Commenta 

Un cigolio alle sue spalle distrasse Joanna, che si voltò e vide aprirsi la porta della chiesa. L’usciere entrò spingendo qualcuno su una sedia a rotelle, che abbandonò proprio accanto alla fila di panche su cui era seduta. Mentre l’uomo si allontanava udì un rantolo e la sua tosse le parve improvvisamente cosa da poco. La signora accanto a lei sembrava essere preda di un attacco di asma. Guardava oltre la spalla della ragazza, con lo sguardo fisso sulla persona che era appena arrivata.

Quella che Lucinda Riley ci racconta in “La lettera d’amore” è una storia nella quale si mescolano la realtà  e la finzione, in un mondo che vede un principe, terzo in successione al trono inglese, innamorarsi di una bellissima attrice dal passato non proprio immacolato (non è una situazione che vi risulta familiare?) e una giornalista cercare di scoprire i segreti e gli intrighi che la famiglia Harrison nasconde da sempre.

Joanna è una reporter alle prime armi. Per questo, nonostante l’influenza, viene mandata a seguire il funerale di un celeberrimo attore, morto alla veneranda età di novantacinque anni, Sir James Harrison. Il suo compito dovrebbe essere quello di tentare di ottenere un’intervista con Zoe, l’attrice/nipote del defunto, ragazza-madre di un bambino di dieci anni la cui paternità non è mai stata resa pubblica, o Marcus, il suo scapestrato fratello, pecora nera della famiglia. Ma, quando l’anziana Rose ha un mancamento e chiede alla giovane giornalista del Morning Mail di accompagnarla a casa, vede sparire in un attimo il possibile scoop. La ragazza passa da avvilita a  incredula, il giorno dopo, quando si vede recapitare un fascio di vecchie lettere accompagnate da un biglietto dalla grafia incerta proveniente proprio da Rose. Chiedere spiegazioni, purtroppo, è impossibile, perché l’anziana donna è deceduta nella notte, la sua casa svuotata, il cadavere scomparso nel nulla. L’istinto dice a Joanna che si è accidentalmente imbattuta in qualcosa di grosso e pericoloso, e se ne accorge una volta di più quando il suo appartamento viene messo a soqquadro. Per fortuna la ragazza può contare su Simon, amico di tutta una vita che si offre di ospitarla fino a che i ladri non verranno acciuffati. Ma la reporter non crede affatto che dietro questo evento si celi un banale ladruncolo, ma che qualcuno si sia introdotto in casa sua cercando qualcosa di molto più specifico di un televisore o un pc. Qualcosa che vale la pena di nascondere  e proteggere a costo della vita. Lucinda Riley  ci regala un thriller intrigante e adrenalinico, intricato e complesso, con un finale a sorpresa degno dei migliori film di James Bond. La vita di Joanna e quella di Simon finiranno con l’intrecciarsi con quella di Zoe e Marcus, con i loro segreti e quelli del defunto Sir James, in una ricerca convulsa della verità che finirà per condurre i protagonisti fin troppo vicino alla morte.

Acquista ora “La lettera d’amore” con il 15% di sconto!

Share

Commenti