martedì 21 agosto 2018

Recensione libro: “Non esistono buone intenzioni” di Katarzyna Bonda

24 luglio 2018 by · Commenta 

Attraverso il corridoio passò al palazzo adiacente, e mentre camminava sentiva che il cuore gli arrivava in gola, perché la musica satanica risuonava sempre più forte. Subito prima di entrare si infilò la maschera e strappò via le spine. La musica tacque di colpo e lui sospirò di sollievo. Ma questo non gli bastò. Accese la torcia. Si diresse alla cassetta di distribuzione e con un solo gesto tagliò tutti e tre i cavi. Sapeva che in questo modo toglieva la corrente a tutta la via, se stesso compreso, ma era pronto a portare questa croce. Riteneva che dovessero essergli grati. Forse i questo modo li stava salvando dal fuoco dell’inferno durante il Giudizio Universale.

Katarzyna Bonda è stata definita “la risposta polacca a Jo Nesbø”. Per quanto riguarda i thriller, infatti, i due sembrano combattere ad armi pari. In “Non esistono buone intenzioni”, l’autrice da 1 milione di copie vendute racconta la storia dell’ ex poliziotta e profiler Sasza Zaluska, ex alcolista e madre single, che dopo molti anni trascorsi in Inghilterra, decide di tornare a casa, a Danzica, sulla costa del mar Baltico, per ricostruirsi una vita con la sua piccola Karolina. Peccato solo che non tutti condividano la sua idea, ed è proprio quando Sasza comincia a sentirsi al sicuro, vicina alla sua famiglia, che il passato torna a tormentarla.  Così, quando un ex poliziotto le propone un lavoretto come profiler, lei accetta. Ma quello che doveva essere un impiego facile  e ben retribuito diventa un’intricatissima storia che comprende l’omicidio di un cantante famoso, scambi di persona e intrighi di ogni genere. Sasza si trova così invischiata in una storia pericolosa che è cominciata con una vecchia storia d’amore…

“Non esistono buone intenzioni” è un thriller carico di suspense, complicato ed imprevedibile. Una realtà nella quale nessuno può dirsi al sicuro.

Acquista ora “Non esistono buone intenzioni” con il 15% di sconto!

Share

Commenti