giovedì 18 ottobre 2018

Recensione libro: “Il mio romanzo viola profumato” di Ian McEwan

27 luglio 2018 by · Commenta 

Eravamo ambiziosi. Decisi a diventare scrittori, scrittori famosi, forse perfino grandi. Andavamo insieme in vacanza, ci leggevamo a vicenda i racconti sui quali pronunciavamo giudizi generosi e di un’impietosa onestà, facevamo l’amore l’uno con la ragazza dell’altro e, in qualche sporadica circostanza, provammo ad ingaggiare una relazione omoerotica. Sono un uomo grasso e calvo attualmente, ma allora avevo una testa di riccioli ed ero snello come un giunco. Mi piaceva credere di somigliare a Shelley. Jocelyn era alto, biondo, muscoloso di mascella forte, l’immagine perfetta dell’Übermensch  nazista. Ma la politica non gli interessava affatto. La relazione tra noi era semplicemente una posa anticonformista. Pensavo ci rendesse irresistibili.

In questo libro, “Il mio romanzo viola profumato” sono raccolti il racconto omonimo, precedentemente uscito sul The New Yorker, e “L’io” di Ian McEwan.

I protagonisti di “Il mio romanzo viola profumato” sono due: Parker e Jocelyn, due uomini che si sono conosciuti al college, entrambi aspiranti scrittori. Il loro rapporto procede senza scossoni anche se le loro esistenze ben presto si differenziano: Parker si sposa, ha in rapida successione ben quattro figli e conduce una vita che sembra il ritratto della mediocrità: un impiego come insegnante, alcuni romanzi apprezzati da pochi e ignorati da molti, nessun successo ottenuto. Viceversa Jocelyn è un “caso letterario”, la voce di una generazione: i suoi romanzi hanno un seguito enorme, è ricco e vive in una villa con la seconda moglie, e ha un’intensa vita mondana. La relazione tra i due, però, non sembra aver risentito granché di questa disparità, almeno così sostiene Parker, la voce narrante. Tanto è solido, infatti, che Jocelyn lascia l’amico ad occuparsi della propria casa quando parte per il weekend per sgombrare la mente dai pensieri negativi sul suo nuovo romanzo, che non lo soddisfa. Non può immaginare che il suo “caro amico”, non appena lui uscirà di casa, approfitterà per rubare il manoscritto facendolo passare, dopo alcune modifiche, per proprio.

“Il mio romanzo viola profumato” contiene due racconti rapidi e piacevoli, dello scrittore si apprezza soprattutto la scrittura incalzante e senza fronzoli, immediata ma in grado di dipingere, con poche pennellate, delle immagini estremamente vivide.

Acquista ora “Il mio romanzo viola profumato” con il 15% di sconto!

Share

Commenti