sabato 22 settembre 2018

Recensione libro: “L’apprendista geniale” di Anna Dalton

3 settembre 2018 by · Commenta 

Il mio tentativo di insegnare all’asilo procedeva. Non mollavo. Uno Jedi è uno Jedi. E uno Jedi non molla. Ma dovevo ammettere che quella situazione mi stava dando filo da torcere.

Andrea, la protagonista di “L’apprendista geniale”, è un’aspirante giornalista. Questo è stato il suo sogno per tutta la vita, ispirato dalla madre, anche lei una professionista del settore, morta quando Andrea era poco più di una bambina. Ora la ragazza si ritrova in una delle scuole di giornalismo più prestigiose del pianeta, lontano dal padre e dall’affetto collettivo del paesino nel quale ha trascorso gli ultimi anni della sua esistenza.

Gentile Andrea Doyle Risi, quest’anno quasi dodicimila studenti hanno fatto domanda di ammissione ai nostri corsi. Trovandosi di fronte a molti più talentuosi candidati di quanti ne potesse ammettere, la commissione è stata molto attenta nello scegliere individui dotati di grande merito e particolare impegno extracurricolare.

Si sente come se fosse stata catapultata lontano da tutto ciò che conosce per finire a Venezia, una città complicatissima ma incredibilmente evocativa, nella quale ancora non riesce ad orientarsi e in un college nel quale teme di essere ancora una volta additata come secchiona e lasciata sola. Ma i risvolti della vita, talvolta, sono inaspettati, ad un tratto la ragazza si trova al centro di una sua “tribù” composta da: Uno, il suo spumeggiante coinquilino spagnolo in grado di farle superare, come per incanto, qualsiasi timidezza, Andre, un nerd fatto e finito, Marylin, che non prende certo il nome dalla Monroe, piuttosto da Manson, e il conturbante Joker. È così che Andrea si ritrova completamente cambiata: ora è parte di un gruppo e, come se non bastasse, per mantenersi è costretta a lavorare come insegnate di inglese in un asilo, lei che odia i bambini. Una nuova versione di sé stessa, dunque, che sarà costretta a tirare fuori le unghie per sopravvivere in un ambiente in cui tensione e competitività sono incredibilmente alti.
“L’apprendista geniale” è un romanzo piacevole e divertente e nella tenera Andrea, tanto nerd da presentarsi a lezione vestita da Yoda, un po’ disadattata ed estremamente autoironica, è impossibile non immedesimarsi.

Acquista ora, “L’apprendista geniale” con il 15% di sconto!

Share

Commenti