giovedì 25 aprile 2019

Anteprima assoluta: “La figlia della libertà” di Luca Di Fulvio

29 Marzo 2019 by · Commenta 

«A Buenos Aires se sei un uomo e hai fame, fai lo scaricatore al porto. Se sei una donna, finisci per battere il marciapiede.»
Rosetta bevve tutto d’un fiato il bicchiere di vino che aveva davanti e disse, a testa alta: «Allora farò lo scaricatore».

Oggi su paperback.it la recensione di un libro in anteprima assoluta: “La figlia della libertà” di Luca Di Fulvio uscirà per la casa editrice Rizzoli martedì 9 aprile.

1912. Raechel è una ragazzina ebrea, in una Russia antisemita e poverissima; Rocco il figlio di un defunto uomo d’onore che vorrebbe solo poter fare il meccanico a Palermo; Rosetta una donna sola a cui il Barone di turno vuole strappare la terra che è stata della sua famiglia per generazioni. Tutti e tre hanno conosciuto da vicino il dolore, la solitudine e la paura; tutti e tre sanno di non voler vivere la loro vita a capo chino. Le trame del destino li faranno confluire tutti e tre nel chiassoso porto di Buenos Aires. Ma quel Nuovo Mondo, che dovrebbe essere per loro l’occasione per una nuova vita, si rivelerà presto un mondo sordido, dove il caporalato, la violenza e l’abuso sono approdati prima di loro. Sono le donne a pagare il prezzo più caro in quella terra di nessuno: la brutalità sui loro corpi è all’ordine del giorno. Ma un poco per volta le cose potranno prendere una piega diversa.

«Solleva quel sacco» le fece il vecchio, con un tono scettico, indicando un sacco di iuta grezza pieno di fagioli secchi.
Rosetta si avvicinò al sacco e afferrò i lembi di iuta.
La donna con lo zigomo spaccato la raggiunse e lo prese dall’altra parte. «Insieme. Al tre» disse. «Uno, due… e tre!»
Le altre donne risero mentre il sacco veniva sollevato.
«Insieme!» esclamò una. E parlava per tutte.
Rosetta si voltò verso il vecchio, con un sorriso di trionfo.
«E voi maschioni lo sapete fare questo?»

Luca Di Fulvio firma un romanzo epico che parla di emigrazione e d’ingiustizia; di donne forti, più forti degli uomini, che lottano per sé e per le loro simili; di tanta violenza, senza sconti, che è quella che in molte e in molti hanno subito; del bisogno di rompere una catena fatta di soprusi e di vivere – una volta per tutte – la propria vita con dignità. “La figlia della libertà” è un grande romanzo, che – su stessa ammissione del suo autore – torna all’Argentina d’inizio Novecento per parlare dell’Europa del 2019.

Prenota subito “La figlia della libertà” di Luca Di Fulvio: potrai acquistarlo con il 15% di sconto!

Commenti