sabato 20 luglio 2019

“Il detective Kindaichi”: un intrigante enigma della camera chiusa scritto da Yokomizo Seishi

3 Maggio 2019 by · Commenta 

Che cosa mai poteva volere un tipo dall’aspetto così trasandato da gente ricca come gli Ichiyanagi? Indossava una sinistra maschera e un cappello stropicciato che gli nascondevano buona parte del viso. Da sotto il cappello fuoriuscivano ciocche di capelli scarmigliati mentre una folta barba gli ricopriva le guance. Non portava il soprabito, e teneva sollevato il bavero della sudicia giacca.

Oggi paperback.it si tinge di giallo! Il libro di cui vi vogliamo parlare è “Il detective Kindaicihi” di Yokomizo Seishi, maestro del giallo deduttivo. “Il detective Kindaichi” è un enigma della camera chiusa ambientato nel Giappone degli anni ‘30: durante il giorno delle loro nozze due sposi appartenenti alla ricca famiglia degli Ichiyanagi vengono trovati morti in un ambiente ermetico, chiuso dall’interno. L’arma del delitto è una spada tradizionale giapponese, lasciata dall’assassino fuori dalla porta.L’atmosfera è spettrale: durante la notte i parenti degli sposi hanno sentito suonare inspiegabilmente un koto, antico strumento musicale giapponese, mentre per il paese si aggira uno strano personaggio con sole tre dita nella mano. Il protagonista di questo giallo è però indubbiamente lui, il detective Kindaichi, giovane investigatore dal vestiario trasandato e dal fascino bizzarro.

Dall’aspetto, poteva avere venticinque, al massimo ventisei anni. Piccolo di statura, portava una casacca sopra il kimono e uno hakama a righe. Sia la casacca che il kimono apparivano oltremodo sgualciti mentre sembrava quasi strascicare a terra lo hakama.

Chi avrà commesso l’efferato delitto? Riuscirà il giovane detective a scoprire l’assassino? Per scoprirlo dovrete leggere questo romanzo che farà felici sia gli amanti del Giappone che gli amanti del giallo.
Acquista il detective Kindaichi su libreriauniversitaria.it con lo sconto del 15%!

Commenti