lunedì 22 luglio 2019

“Prima di Piazza Fontana. La prova generale”: il libro-inchiesta di Paolo Morando

5 Luglio 2019 by · Commenta 

Prima di Piazza Fontana. La prova generale - Paolo Morando

Sono due gli ordigni che seminano il terrore nella Milano del 25 aprile 1969. Il primo, quello alla Fiera, esplode appunto alle 19.03 a un centinaio di metri dal salone dei congressi, nell’enorme padiglione della Fiat in viale dell’Industria, in una sala adibita alla proiezione di documentari. I feriti, non gravi, sono 20: li provoca soprattutto la pioggia di schegge e fili di rame dalle vetrate e dai quadri luminosi che illustrano i settant’anni della casa automobilistica torinese.

Prima di Piazza Fontana. La prova generale” è un libro-inchiesta edito da Laterza nella collana “I robinson. Letture” e scritto da Paolo Morando, giornalista vicecaporedattore del “Trentino”, già autore di “Dancing Days. 1978-1979. I due anni che hanno cambiato l’Italia” e “80’. L’inizio della barbarie”.

Paolo Morando racconta una storia ignobile della giustizia italiana, la prova generale della strategia della tensione, uno dei momenti più cruciali della storia repubblicana a cinquant’anni dai fatti. È il 25 aprile del 1969, a Milano scoppiano due bombe: una all’Ufficio cambi della Banca Nazionale delle Comunicazioni della Stazione centrale e una alla Fiera campionaria. I primi sospetti sugli autori dell’attentato ricadono sugli anarchici, chi conduce le indagini è il commissario Luigi Calabresi con i suoi uomini. Nei rapporti saltano infatti fuori spesso i nomi degli anarchici Giuseppe Pinelli e Pietro Valpreda, dopo pochi giorni dall’attentato verranno arrestati molti altri giovani anarchici, tra cui una coppia di anarchici milanesi amici dell’editore Giangiacomo Feltrinelli; persino lui verrà infatti rinviato a giudizio assieme alla moglie.

L’Ufficio politico della questura desume dunque che le bombe siano di «provenienza anarchica». Perché hanno un precedente analogo. Ma che cosa era successo esattamente alla Rinascente? E da dove veniva in quel caso la certezza di una responsabilità anarchica?

Morando illustra dettagliatamente il processo avvenuto due anni dopo, un processo che chiarirà le dimensioni di un piano contro gli anarchici partito subito dopo lo scoppio dei due ordigni. Dall’analisi di queste vicende si potrebbe capire chi c’è dietro la strage di Piazza Fontana, il terribile attentato successivo di pochi mesi alle bombe milanesi del 25 aprile 1969. Secondo Morando quello che è avvenuto durante il 25 aprile del 1969 a Milano sarebbe stata infatti una prova generale della strategia della tensione.

“Prima di Piazza Fontana. La prova generale” di Paolo Morando è un libro inchiesta che, grazie anche a documenti totalmente inediti, getta luce su uno dei misteri più oscuri della storia repubblicana e racconta magistralmente una pagina nera della giustizia italiana.

Acquista “Prima di Piazza Fontana. La prova generale” con il 15% di sconto!

Commenti