mercoledì 13 novembre 2019

“Germaine Johnson odia il martedì”: una storia deliziosa e ironica con una protagonista brillante e autentica

30 Agosto 2019 by · Commenta 

Germaine Johnson odia il martedì - Katherine Collette

Tutto deve essere in ordine. Detesto gli imprevisti. Ma è il momento di cambiare idea.

È uscito da pochissimo in libreria per Garzanti “Germaine Johnson odia il martedì”, romanzo d’esordio di Katherine Collette venduto in 25 paesi che ha come protagonista una donna estremamente razionale e davvero singolare.

Germaine Johnson è l’emblema della razionalità: da brava matematica ha organizzato tutta la sua vita in grafici e tabelle non lasciando niente al caso, ma non ha calcolato un grosso incidente di percorso: il suo licenziamento.
Dopo aver lavorato tanti anni come analista di dati in una compagnia di assicurazioni, Germaine va in escandescenze quando l’ennesima collega viene promossa al suo posto, e dopo la scenata i suoi superiori decidono di licenziarla. Nonostante sia una matematica geniale, Germaine è davvero un disastro con le persone e questo l’ha sempre penalizzata nel lavoro e nella vita, per fortuna sua cugina riesce a procurarle un incarico all’interno del comune, un incarico però decisamente non adatto a lei: lavorare come telefonista al telefono amico per la terza età.

«Potrei farti avere un lavoro in comune. Conosco la sindaca. Verity e io siamo amiche da tempo.»
«Qualcosa nell’amministrazione? Mi piacerebbe essere una team leader.»
«Devi solo promettermi di non mandare tutto a puttane, Germaine. Prometti che non farai la pazza. Niente domande e niente discussioni. Chiudi la bocca e fai tutto quello che ti chiedono di fare.»

La matematica si ritrova così a rispondere alle richieste di anziani petulanti, una vera perdita di tempo per lei che durante le sue ore lavorative passa molto tempo a cercare di ottimizzare il sistema che gestisce le telefonate, invece di aiutare veramente gli anziani. Ma soprattutto Germaine odia il martedì, il giorno in cui tutti i colleghi si riuniscono per mangiare i biscotti in sala mensa e in cui è costretta a passare del tempo a contatto con gli anziani che la tormentano ogni giorno al telefono. Ma più il tempo passa e più Germaine prova qualcosa di nuovo: si sente realmente utile, sente di aiutare davvero gli altri. Infatti gli anziani contano sul suo aiuto quando il loro centro rischia di diventare un enorme parcheggio e Germaine per la prima volta è confusa, sa che non esiste una formula matematica per la fiducia. Ma imparerà che le emozioni, se vissute insieme, fanno meno paura.

“Germaine Johnson odia il martedì” è il libro per chi ha amato “Eleanor Oliphant sta benissimo”, una storia deliziosa e ironica che insegna a non nascondersi dietro le proprie certezze.

Acquista “Germaine Johnson odia il martedì” con il 15% di sconto

Commenti