domenica 08 dicembre 2019

La ladra di frutta: un viaggio reale e metaforico

20 Novembre 2019 by · Commenta 

Questa storia è cominciata in uno di quei giorni di mezza estate in cui, camminando a piedi nudi nell’erba, per la prima volta nell’anno, si viene punti da un’ape. A me almeno capita da sempre. E ormai ho imparato che le giornate della prima e spesso unica puntura d’ape dell’anno il più delle volte coincidono con lo schiudersi dei fiori bianchi del trifoglio, vicini alla terra, in cui le api scorrazzano seminascoste.

La ladra di frutta” è l’ultimo libro del premio nobel austriaco Peter Handke, edito da Guanda. In esso Handke, autore di “I calabroni” e “I giorni e le opere”, ripercorre il cammino intrapreso, in passato, dalla ladra di frutta, ragazza dai tratti sfuggenti e semi leggendari incline a vagare senza una destinazione precisa e sottrarre i frutti di orti e frutteti altrui, attraverso la regione della Piccardia al fine di ritrovare la madre scomparsa.

Inevitabilmente il percorso del narratore e della ladra finiscono per intrecciarsi e confondersi attraverso una serie di incontri e avvenimenti ispirati dall’immersione nella natura, culminando in una grande festa che rappresenta non solo un ricongiungimento, ma anche un’occasione per celebrare la bellezza del camminare senza meta e la flânerie in mezzo alla natura.

Camminava con il sole in faccia procedendo verso est, verso il mattino, che presto sarebbe stato mezzogiorno. Il vento, dolce dopo la pioggia, soffiava sull’altopiano da ovest, dalla terra-della-sera dove, fino a sera, sarebbe trascorsa ancora una giornata di piena estate o quasi. Il sentiero, l’ennesimo, correva in ampie curve, e stavolta saliva effettivamente verso un castello, uno dei numerosi castelli del Vexin. In ogni paesino ce n’era uno, spesso nascosto tra le fattorie, bisognava cercarlo.

Il viaggio della ladra di frutta e dell’autore non rappresenta solamente l’elogio della flânerie e l’inno alla magia della natura, ma è, più di tutto, un percorso interiore che si realizza mediante l’azione del camminare senza meta e viene arricchito da incontri, rivelazioni ed esperienze inaspettate che lo rendono unico.

Acquista “La ladra di frutta” con il 15% di sconto!

Commenti