sabato 15 agosto 2020

Segreti e ipocrisie:un romanzo sull’amore e l’amicizia

17 Dicembre 2019 by · Commenta 

Alle nove del mattino di venerdì, 21 dicembre, l’avvocato Carlotta Biffi uscì dall’ascensore direttamente nell’atrio dello studio legale Crespi-De Gasperi-Valli, al sesto piano di un palazzo moderno in via Montenapoleone. La accolse il brusio ovattato delle voci che provenivano dai vari uffici e lo scalpiccio discreto dei passi di chi saliva o scendeva la scala interna che collegava i due piani dell’importante studio milanese in cui lavoravano avvocati con varie specializzazioni, consulenti, praticanti, stagisti, impiegati.
«Buongiorno avvocatessa», la salutò l’addetta al ricevimento con uno sguardo di ammirazione, perché Carlotta era bella, elegante e molto gentile, dote non comune tra le persone di successo.

“Segreti e ipocrisie”,seguito di “Festa di famiglia” edito da Sperling&Kupfer, è il nuovo romanzo di Sveva Casati Modignani, già autrice di “Il gioco delle verità” e “Suite 405”,
Le protagoniste sono le stesse: Andreina, Carlotta, Gloria e Maria Sole, le quattro “amiche del giovedì. Il maggior approfondimento riguara il passato di Maria Sole di cui vengono rivelati drammi vissuti in gioventù e nascosti alle sue amiche. Maria Sole vuole smettere di pensare al suo matrimonio fallito, Andreina, invece, è ormai convinta di aver fatto la scelta giusta, tenendo il bambino, e non facendone parola col padre del nascituro, nonostante lui continui a contattarla. Carlotta si è vista mollare dopo aver confessato il suo amore al compagno ed è decisa a tornare a essere la donna cinica di un tempo.

Per Andreina e Maria Sole, il Natale a Paraggi in compagnia di Angelina e Alberto si avviava verso una serena conclusione.
Quella sera, dopo cena, si trasferirono tutti e quattro nel salotto, dove era acceso il caminetto. Il piccolo Michele, in braccio alla sua mamma, osservava come ipnotizzato la danza delle fiamme. Poi cominciò a protestare.
«Eccolo che reclama la sua poppata serale; disse Maria Sole e proseguì: «Vado in camera a nutrirlo. Aspettatemi, perché torno non appena si sarà addormentato».
«Vado a dormire anch’io», annunciò Angelina.
«Ti serve qualcosa?» le domandò Alberto.
«Mi serve soltanto il mio letto», rispose con un sorriso e uscì dalla stanza.

Un romanzo che racconta di amore e amicizia, regalando uno spaccato delle relazioni dei giorni nostri.

Acquista “Segreti e ipocrisie” con il 15% di sconto!

Commenti