sabato 04 aprile 2020

La ricamatrice di Winchester: la storia di una donna indipendente negli anni ’30

La ricamatrice di Winchester: la storia di una donna indipendente negli anni ’30

28 Gennaio 2020 by · Commenta 

«Ssh!»
Violet Speedwell inarcò le sopracciglia: che bisogno c’era di zittirla, se non aveva neanche aperto bocca?
A fare quel verso era stata la donna dai capelli grigi che piantonava l’ingresso del coro, il posto preferito di Violet all’interno della cattedrale. Il coro era esattamente al centro dell’edificio, con le navate da una parte e il presbiterio dall’altra, i transetti che si estendevano perpendicolari, a nord e a sud, completando la pianta a croce. Ognuna delle altre sezioni aveva qualche difetto ai suoi occhi: la navata centrale era troppo vasta, quelle laterali piene di spifferi, i transetti immersi nell’oscurità e le cappelle la mettevano in soggezione. Invece il coro, con il soffitto basso e i sedili in legno intagliato, le appariva uno spazio a misura d’uomo, magnifico ma non pomposo.

“La ricamatrice di Winchester” edito da Neri Pozza, è il nuovo romanzo di Tracy Chevalier, autrice di opere di incredibile successo quali “La dama e l’unicorno” e “La ragazza con l’orecchino di perla”.

Violet Speedwell è una delle tante donne rimaste nubili a causa della prima guerra mondiale che ha portato alla morte innumerevoli ragazzi della sua generazione, come suo fratello George o il fidanzato Laurence. Violet si trasferisce, così a Winchester lasciando la casa della madre che la fa sentire sempre più sola e incompresa. Intenzionata a farcela solo con le proprie forze entra a far parte delle ricamatrici della Cattedrale, una delle associazioni più rinomate…continua a leggere

L’Angelo di Monaco: un thriller in equilibrio tra realtà e finzione

L’Angelo di Monaco: un thriller in equilibrio tra realtà e finzione

24 Gennaio 2020 by · Commenta 

Sta Morendo.
Nella stanza chiusa a chiave, la ragazza giace a terra di fronte al divano, gli occhi sgranati, le labbra schiuse, la pelle fredda, sempre più fredda, mentre il sangue si allarga lento sul vestito.
Poco più in là, sopra il tappeto azzurro, la pistola ormai inerte è rivolta verso la finestra. Per la ragazza era solo un oggetto, fino a poco fa, un oggetto qualunque. Adesso è la cosa più importante della sua vita, la meta cui senza saperlo era diretta dal principio.
Un tonfo, rumore di passi. Oltre la porta bloccata, la vita dell’appartamento continua regolare, ignara della sua presenza, che presto si trasformerà in assenza. La ragazza vorrebbe muoversi, chiamare, ma lo sparo le ha tolto ogni energia. Solo la coscienza rimane, a intervalli di cui non sa tenere conto.

“L’angelo di Monaco” è il romanzo d’esordio di Fabiano Massimi, edito da Longanesi.

Il corpo di una giovane donna senza vita, apparentemente suicida, viene ritrovato in un lussuoso appartamento al centro di Monaco, la vittima è “Geli” Raubal, nipote prediletta di un uomo che sta facendo parlare di sé in tutta la Germania: Adolf Hitler. Il commissario Sauer, in gioventù appartenente alle Camicie Brune, e il suo collega Forster sono incaricati dell’indagine. In poco tempo si rendono conto che nulla è come appare e si troveranno invischiati in un’oscura vicenda…continua a leggere

Ah l’amore l’amore: il ritorno di Rocco Schiavone

Ah l’amore l’amore: il ritorno di Rocco Schiavone

13 Gennaio 2020 by · Commenta 

I vasi sanguigni renali erano stati legati, poi furono sezionati i vasi gonadici e dell’uretere. Il dottor Negri si apprestava ad asportare il rene. Improvvisamente l’incisione xifo-ombelicale cominciò a perdere sangue copiosamente e se ne riempì impedendo la visione del campo operatorio. «Aspirazione!» ordinò il chirurgo. L’emorragia colse l’èquipe di sorpresa. L’anestesista montò lo spremisacca per iniziare la trasfusione massiccia al paziente. Petitjacques, l’assistente, cercava insieme alla strumentista di tamponare il sangue. Il chirurgo guardò il monitor dei parametri. La pressione arteriosa scese in maniera vertiginosa e il battito cardiaco arrivò a 150.

Antonio Manzini, autore di “Fate il vostro gioco” e “L’ anello mancante. Cinque indagini di Rocco Schiavone” torna in libreria con “Ah l’amore l’amore”, edito da Sellerio.

Il vicequestore Schiavone è ricoverato in ospedale, colpito da un proiettile durante un conflitto a fuoco, ha perso un rene ma rimane ansioso di muoversi e lavorare. Negli stessi giorni un ricco imprenditore muore durante un intervento…continua a leggere

La ragazza nuova: il ritorno di Gabriel Allon

La ragazza nuova: il ritorno di Gabriel Allon

8 Gennaio 2020 by · Commenta 

Fu Beatrice Kenton la prima a mettere in dubbio l’identità della ragazza nuova. Lo disse in sala professori alle 15.15 di un venerdì di fine Novembre. C’era un clima festoso e vagamente ribelle, come accadeva spesso il pomeriggio del venerdì. È forse superfluo ricordare che gli insegnanti sono la categoria di lavoratori più entusiasta dell’arrivo del fine settimana, perfino in istituti d’élite come l’International School di Ginevra. Stavano parlando dei loro programmi per il weekend. Beatrice non partecipava alla conversazione perché non avrebbe fatto niente di particolare e non voleva che i colleghi lo sapessero.

Daniel Silva, già autore di “La ragazza inglese”, “La vedova nera” e “L’ altra donna”, torna in libreria con “La ragazza nuova”, edito da HarperCollins.

Il romanzo è ambientato in un esclusivo collegio svizzero, dove tutti si interrogano sull’identità di una giovane ragazza che, ogni giorno, arriva a scuola in limousine; corre voce che sia la figlia di un ricco uomo d’affari, ma in realtà il padre è l’erede al trono dell’Arabia Saudita impegnato a spezzare il legame tra il suo regno e l’islam radicale…continua a leggere