mercoledì 19 settembre 2018

Recensione libro “In America” di Tiziano Terzani

Recensione libro “In America” di Tiziano Terzani

7 settembre 2018 by · Commenta 

Gli ultimi avvenimenti in Vietnam, che pur hanno enormemente colpito l’attenzione del grosso pubblico, non hanno sostanzialmente modificato il suo atteggiamento nei confronti della guerra. La mia impressione è che chi era contro prima lo è di più, chi era a favore non lo è di meno, e chi (e sono ancora tanti!) non sapeva cosa pensare lo sa meno di prima. […] Per ogni americano in più che muore in Asia, diventa più consistente l’argomento che ritirarsi o cercare un compromesso significherebbe aver fatto invano tutti i sacrifici e aver sprecato le vite dei soldati.

Tiziano Terzani è un giornalista celebre per la sua conoscenza approfondita dell’Asia. Nei suoi “In Asia”, “Buonanotte, signor Lenin” e “Un indovino mi disse” ha raccontato le particolarità di un continente variegato e pieno di storia e tradizione, che Terzani ha girato in lungo e in largo trasformandolo per tre decadi nella sua casa. Tramite queste opere si può comprendere il misticismo, vedere tramite gli occhi pieni di curiosità del reporter realtà incredibili e ci si può addentrare nella storia di alcune nazioni che, sotto molti aspetti, ci risultano ancora estranee. Ma c’è stato un tempo in cui la bussola del giovane giornalista non era ancora puntata verso l’oriente, ma verso l’occidente più profondo, quello degli Stati Uniti. È il 1966…continua a leggere

Recensione libro: “Preghiera del mare” di Khaled Hosseini

Recensione libro: “Preghiera del mare” di Khaled Hosseini

6 settembre 2018 by · Commenta 

Ma quella vita, quel tempo, ora sembra un sogno persino a me, come un brusio che svanisce in lontananza.

Il nuovo libro di Khaled Hosseini, scrittore di bestsellers che hanno conquistato un’ampia frangia di lettori come “Il cacciatore di aquiloni” e “Mille splendidi soli” torna con “Preghiera del mare”, ispirato dall’attuale crisi dei rifugiati e pubblicato in occasione dell’anniversario della morte di Aylan Kurdi, il bambino siriano di 3 anni ritrovato su una spiaggia turca. “Preghiera del mare” è una lettera di un padre al figlio, scritta poco prima di imbarcarsi per un viaggio pericolosissimo via mare che, si spera, li porterà verso una nuova patria, dove non siano più costretti ad incontrare morte e distruzione ad ogni angolo di strada. Sono migranti come ne arrivano tanti…continua a leggere

Recensione libro: “I figli di Dio” di Glenn Cooper

Recensione libro: “I figli di Dio” di Glenn Cooper

19 giugno 2018 by · Commenta 

«Lungi da me voler interferire con la tua vita amorosa o alcolica, ma si è presentata una questione piuttosto urgente, tanto che il papa ha convocato un incontro d’emergenza con il C8. Sperava proprio che tu potessi fare un salto.»

«Cosa succede?» Cal passò davanti a un negozio da cui usciva musica a tutto volume e si affrettò a superarlo. «Può anticiparmi qualcosa al telefono?»

«Diciamo solo che abbiamo un problema che riguarda quattro persone. Una si chiama George e le altre tre Maria.» Cal capì subito di chi si trattava: George Pole era l’arcivescovo di Houston. Ma le Marie… «Maria nel senso di Vergine Maria?»

«Esatto.»

 Cal Donovan è un docente di teologia dell’università di Harvard. Gira il mondo come consulente, visionando scavi e reperti di antiche civiltà e può vantare la partecipazione al C8, una ristretta cerchia di consiglieri che vengono convocati, in caso di emergenza, da Celestino VI, il nuovo Papa, moderno e fortemente riformista. Quando viene richiamato a San Pietro, Donovan capisce che una grossa tempesta si profila all’orizzonte, e sta per colpire proprio il cuore della cristianità. I consiglieri del Papa vengono informati che tre ragazzine di nome Maria, provenienti da Lima, Manila e Gort, in Irlanda, sono rimaste incinte. Particolare non trascurabile, la verginità delle tre è stata verificata da più di uno specialista e…continua a leggere

Recensione libro: “Il metodo Catalanotti” di Andrea Camilleri

Recensione libro: “Il metodo Catalanotti” di Andrea Camilleri

30 maggio 2018 by · Commenta 

«Come s’acchiama ‘sta signura?»

«Genoveffa Recchia»  Montalbano si misi a ridiri di cori. Mimì si ‘nfuscò.

«Ma che minchia hai da ridiri?»

«Pensavo che se ci stava Catarella sicuramenti sarebbi addivintata Genoveffa la Racchia.»

«Vabbeni» dissi Mimì Augello susennosi. «T’auguro la bonanotti. Io mi nni vaio.»

«Dai» fici Montalbano  «Non ti incazzare, assettati e continuiamo ‘sto discurso. Che fa sta Genoveffa?» […]

«Fa la fimmina di casa.»

«E si vidi che perciò, mischina, dato che durante la jornata si stuffa, attrova modo di spassarisilla la notti.»

È un ritorno in grande stile quello del celebre commissario nato dalla penna di Andrea Camilleri,  ne “Il metodo Catalanotti”. Salvo si sveglia nel cuore della notte. C’è qualcuno che bussa con tale forza da far tremare la porta. Non è certamente di buon umore quando, aprendola, si trova davanti Mimì, vice commissario di professione, seduttore seriale per vocazione. Il suo fedele braccio destro è visibilmente agitato ed inizia a dar notizia di come, fuggendo dal marito di una delle sue amanti, si sia ritrovato nell’appartamento sottostante in compagnia di un cadavere. Un cadavere? Mimì è terrorizzato…continua a leggere

Recensione libro: “Macerie prime” di Zerocalcare

Recensione libro: “Macerie prime” di Zerocalcare

15 novembre 2017 by · Commenta 

In pratica sono diventato bravissimo a sbagliare da solo. Lo posso insegna’ ai master. Però ogni tanto mi serve ancora chiedere agli altri. Forse perché c’ho paura che sennò senza accorgermene divento proprio un’altra cosa. Troppo lontana da come mi sembrava giusto essere.

Zerocalcare, l’autore de “La profezia dell’armadillo”, torna in tutte le fumetterie e le librerie d’Italia con “Macerie prime”, il volume iniziale di una storia in due atti il cui seguito sarà in uscita a maggio 2018 con il titolo “Macerie prime – Sei mesi dopo”. Il libro, un cartonato di 192 pagine in bianco e nero, sarà proposto con tre differenti copertine: una regular disegnata da Zerocalcare e colorata da Alberto Madrigal, una variant da libreria tirata in 5.000 copie e una variant da fumetteria tirata in 1.500 copie numerate, entrambe disegnate dall’autore. Al suo interno il fumettista italiano riprende il cast storico e lo fa crescere, aggiungendo nuovi elementi… continua a leggere

Recensione libro: “Ogni storia è una storia d’amore” di Alessandro D’Avenia

Recensione libro: “Ogni storia è una storia d’amore” di Alessandro D’Avenia

31 ottobre 2017 by · Commenta 

Il prezzo da pagare per la nostra salvezza è il rischio, perché niente fa correre il pericolo di smarrirci come l’amore: da giovani perché temiamo di non trovarlo o di perderlo, da adulti perché temiamo di stancarci, di perderlo strada facendo come un’illusione di gioventù. Ma l’uomo è eroe, la donna eroina, quando accetta tutto il rischio della vita, e questo rischio si chiama amare.

Vero protagonista di “Ogni storia è una storia d’amore” è quel sentimento così semplice e così complicato che, avvolto nel mistero, è capace di sconvolgere l’animo umano: l’amore. Alessandro D’Avenia, con questo nuovo romanzo, ci ricorda che non sono le farfalle nello stomaco e il battito del cuore accelerato i soli ingredienti… continua a leggere

Recensione libro: “Origin” di Dan Brown

Recensione libro: “Origin” di Dan Brown

26 ottobre 2017 by · Commenta 

“Toglimi una curiosità” aveva detto Langdon mentre uscivano dal ristorante. “Come mai un futurologo è tanto interessato al passato? Significa forse che il nostro famoso ateista ha finalmente trovato Dio?”. Edmond si era fatto una bella risata. “Ti piacerebbe! Sto soltanto valutando il mio avversario Robert”.

Dopo “Il codice Da Vinci”, “Inferno” e altri numerosi bestseller internazionali, Dan Brown torna con l’ultimo capitolo della saga dedicata a Robert Langdon. In “Origin” troviamo il noto professore di simbologia religiosa di Harvard coinvolto in una nuova avventura che vede il conflitto tra scienza e fede prendere vita. Tutto ha inizio con l’invito di Edmond Kirsch, un ex studente di Langdon e ora miliardario futurologo, a una serata che promette di cambiare la storia dell’umanità. Un’occasione che metterà in discussione i dogmi e i principi dati come acquisiti, portando a una svolta rivelatrice… continua a leggere

Recensione libro: “Bacio feroce” di Roberto Saviano

Recensione libro: “Bacio feroce” di Roberto Saviano

25 ottobre 2017 by · Commenta 

Da settimane aspettava questa telefonata, ma ora che Tucano glielo diceva, Nicolas sentì il bisogno di farselo ripetere, per convincersi che finalmente era arrivato il giorno, per assaporarselo bene in testa. E per farsi trovare pronto.

Prosegue il ciclo della Paranza dei bambini che, con Bacio feroce, torna a raccontare la Napoli della droga e della camorra. L’autore di Gomorra, Roberto Saviano, ci porta di nuovo in quel mondo fatto di tradimenti e ritorsioni, di assassini e assassinati. Un mondo brutale e senza pietà in cui i ragazzi sono feroci e disillusi, affamati di rabbia e di baci al sapore di sangue. A Nicolas o’ Maraja, infatti, la Forcella non basta più; è il leader delle piazze di spaccio di quella zona ma sa di poter espandere il proprio dominio… continua a leggere

Tu sei ossessione

Tu sei ossessione

30 novembre 2015 by · Commenta 

-Dimmi quanti anni hai , se sei ragazzina, troppo ragazzina, o sei una ragazza, o una donna adulta, anziana… mi hanno scritto migliaia di donne,tantissime, con i loro problemi, i loro amori, i loro desideri, alcune stupidamente hanno detto di essere innamorate di me, e di queste alcune avevano più di cinquant’anni!
-Non è il mio caso, sono più giovane di te ma maggiorenne, e non sono stupidamente innamorata.
-Perfetto.
-Sono intelligentemente innamorata.
Ecco, lo sapevo.
-Ma questo non vuol dire che farò casini nella tua vita, posso essere il tuo desiderio irraggiungibile…
-Cioè?
-Lo hai scritto tu: «Desideriamo qualcosa fino a quando lo otteniamo o lo raggiungiamo, poi cominciamo a desiderare qualcos’altro»
È vero, Il tempo spezzato. Li sa a memoria i miei libri. È proprio una tipa strana.
-Ecco, io potrei esserci ma non essere mai raggiunta fino in fondo. Sai mi piacerebbe che ci conoscessimo, ci annusassimo e che tutto iniziasse solo se…

Federico Moccia torna in libreria con Tu sei ossessione (Mondadori), una nuova travolgente storia d’amore e di “peccato virtuale”. Nel suo ultimo romanzo Moccia affronta…Continua a leggere

La guerra non ha un volto di donna

La guerra non ha un volto di donna

26 novembre 2015 by · Commenta 

A interessarmi non è solo la realtà che ci circonda, ma quella che è dentro di noi. Non l’avvenimento in sé, ma quello che esso induce nei sentimenti. Possiamo anche dire: l’anima degli eventi. Per me i sentimenti sono anch’essi realtà.
E la Storia? È fuori in strada. Nella folla. Sono persuasa che in ognuno di noi ci sia un pezzetto di Storia. In uno mezza pagina, in un altro due o tre. E insieme scriviamo il libro del nostro tempo. Ognuno grida la propria verità. Una ridda di sfumature. E si deve ascoltare fino in fondo tutta questa moltitudine, sciogliersi in questo mare e diventarne parte.

Parlare di La guerra non ha volto di donna (edito Bompiani) è difficile, anche poche parole rischiano di tradire l’intento dell’autrice, Premio Nobel per la letteratura 2015, Svetlana Aleksievič. Chi pensa , infatti, che questo libro costituisca l’elogio dell’azione eroica delle donne in guerra si sbaglia. E d’altro canto questo testo non è nemmeno l’esaltazione della vittoria russa nella guerra contro la Germania nazista. L’intento dichiarato dall’autrice stessa in queste pagine è descrivere in maniera realistica la guerra vista con gli occhi delle donne al fronte…Continua a leggere

Pagina successiva »