venerdì 06 dicembre 2019

Walter Moers ci trascina ancora nel folle mondo di Zamonia: “La principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo”

Walter Moers ci trascina ancora nel folle mondo di Zamonia: “La principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo”

18 Marzo 2019 by · Commenta 

L’insonnia comportava perfino un paio di indiscutibili vantaggi, e Dylia li poteva riconoscere più e meglio degli altri. Per esempio una più acuta capacità di percezione con tutti i sensi. Dopo tre giorni senza chiudere occhio, la principessa era già in grado di sentir crescere l’erba. Dopo quattro coglieva il profumo della musica. Dopo sei giorni riusciva a percepire i sentimenti di una pesca quando ne accarezzava la buccia vellutata. Dopo nove giorni poteva apprezzare il sapore dei colori. E dopo undici la sua vista si acuiva al punto che era in grado di radiografare le proprie mani. Inoltre, senza quella privazione del sonno, non avrebbe mai potuto far caso all’esistenza dei crepuscolini.

Walter Moers, autore delle “Tredici vite e mezzo del Capitano Orso Blu” e della “Città dei libri sognanti”, torna a pubblicare con Salani un libro ambientato nel magico mondo di Zamonia: “La Principessa Insomnia e il rovello notturno color incubo”.

A Zamonia quello della principessa Dylia è per tutti ormai “il morbus”: la sua malattia, una forma acutissima di insonnia, è davvero un mistero e un grattacapo per alchimisti e scienziati d’ogni sorta. Ogni diavoleria è stata provata: dai cuscini imbottiti con…continua a leggere

“Elevation”: il nuovo romanzo di Stephen King è un’elogio spensierato alla leggerezza

“Elevation”: il nuovo romanzo di Stephen King è un’elogio spensierato alla leggerezza

27 Febbraio 2019 by · Commenta 

«Il potere che la forza di gravità esercita su di me si è decisamente ridotto. Chi non ne sarebbe felice?»

Torna in libreria il maestro del brivido Stephen King, e stavolta non con lo scopo di farci rabbrividire: in “Elevation”, il nuovo libro dell’autore bestseller statunitense, edito in Italia da Sperling & Kupfer, il meraviglioso non è orrore, ma una splendida occasione per un cambio di prospettiva.

Nella stessa Castel Rock di “Doctor Sleep” e “La scatola dei bottoni di Gwendy”, sta accadendo ancora qualcosa di incredibile. Scott Carrey, designer divorziato che vive solo col suo gatto Bill D. Cat, si è accorto di aver perso diversi chili. Eppure il suo aspetto è rimasto inalterato. La cosa ancora più strana è che quando si mette sulla bilancia…continua a leggere

“La forchetta, la strega, e il drago”: il ritorno in libreria di Christopher Paolini

“La forchetta, la strega, e il drago”: il ritorno in libreria di Christopher Paolini

23 Gennaio 2019 by · Commenta 

Se lo desideri, intervenne Glaedr, possiamo mostrarti qualcosa di quello che vediamo. La visione di un altrove che potrebbe fornirti una nuova prospettiva.
Eragon esitò mentre prendeva in considerazione l’offerta. Quanto ci vorrà?
Il tempo necessario, cucciolo d’uomo, rispose Umaroth. L’angoscia del tempo che passa è proprio quello da cui devi guarire.

Dopo sette anni, un grande ritorno in libreria: Christopher Paolini pubblica per Rizzoli “La forchetta, la strega, e il drago. Racconti da Alagaësia“. La regione di Alagaësia era stata teatro d’imprese nel Ciclo dell’Eredità, il bestseller planetario che, a partire dall’uscita di “Eragon” nel 2002, aveva fatto conoscere Paolini in tutto il mondo, a soli diciannove anni.

Ritroviamo il giovane protagonista della saga anche qui. Ora Eragon è alle prese con qualcosa di più duro delle battaglie: la burocrazia. Arriva distrutto a sera e una pila di scartoffie lo aspetta. La costruzione di una fortezza nella quale addestrare una… continua a leggere

Recensione libro: “Il labirinto di fuoco. Le sfide di Apollo vol.3” di Rick Riordan

Recensione libro: “Il labirinto di fuoco. Le sfide di Apollo vol.3” di Rick Riordan

2 Agosto 2018 by · Commenta 

Perfino dopo quattromila anni, avevo ancora da imparare delle importanti lezioni di vita. Per esempio: mai andare a fare shopping con un satiro. Ci volle un’eternità per trovare il negozio, perchè Grover continuava a lasciarsi distrarre. Si fermò a chiacchierare con una yucca. Diede indicazioni a una famigliola di marmotte. Sentì odore di fumo e mi trascinò in una strenua ricerca per tutto il deserto finché non trovò la cicca di una sigaretta ancora accesa che qualcuno aveva gettato per strada. «Ecco come cominciano gli incendi» disse. E, per eliminare responsabilmente la cicca, se la mangiò.

Arriva il terzo episodio della saga Le sfide di Apollo di Rick Jordan. Ne “Il labirinto di fuoco”, seguito di “L’oracolo nascosto” e “La profezia oscura” Percy Jackson e i suoi amici semidei affronteranno nuove avventure. Le questioni aperte sono ancora tante e il  labirinto di fuoco è un luogo pieno di insidie…continua a leggere

Life and death

Life and death

14 Gennaio 2016 by · Commenta 

Di alcune cose potevo essere certo. Prima di tutto, Edythe era un vampiro. Secondo, una parte di lei mi vedeva come una preda. Ma in fondo, niente di tutto ciò aveva importanza. Quel che contava era che ero innamorato di lei, più di quanto avrei mai creduto possibile. Lei era tutto ciò che desideravo, l’unica cosa che avrei mai voluto.

A dieci anni dalla pubblicazione del suo primo volume della saga Twilight, il romanzo che ha appassionato ed entusiasmato milioni di lettori di tutto il mondo, Stephanie Meyer torna sugli scaffali delle librerie con Life and death, edito Fazi. Le pagine di questo suo nuovo lavoro ci riportano nella piccola e piovosa città di Forks, scenario della travolgente storia d’amore tra la vampira Edythe Cullen e l’umano Beau Swan. Non è una semplice attrazione…Continua a leggere

Cose fragili

Cose fragili

27 Agosto 2014 by · Commenta 

«La mia storia di fantasmi è questa.
Avevo quindici anni.
Abitavamo in una casa nuova, costruita nel giardino della nostra casa vecchia. Mi mancava ancora la casa vecchia, che era un’antica e maestosa dimora. Noi ne occupavamo la metà. Le persone che vivevano nell’altra metà avevano venduto la loro parte a un’impresa immobiliare, e così mio padre aveva venduto a quell’impresa anche la nostra casa.
Eravamo nel Sussex, in una città attraversata dal meridiano zero. Abitavo nell’Emisfero Orientale, e andavo a scuola nell’Emisfero Occidentale.
La casa vecchia conteneva un vero tesoro di cose strane: pezzetti di marmo luccicante e ampolle di vetro piene di mercurio, porte che si aprivano su mura di mattoni; giocattoli misteriosi; cose antiche e cose dimenticate.»

Neil Gaiman non si smentisce mai. Ognuno dei suoi racconti spalanca un mondo meraviglioso e oscuro, incantato ma allo stesso tempo sempre vagamente inquietante, abitato di venature di dubbio, di attesa e di mistero: è esattamente questo ciò che succede anche in Cose fragili, ultima fatica dell’autore britannico appena pubblicata in Italia da Mondadori.
Nei racconti e nelle “storie in versi” presenti in questa raccolta… continua a leggere

I diari degli Angeli

I diari degli Angeli

15 Luglio 2014 by · Commenta 

«Tutti gli angeli erano raccolti in gruppetti sul prato all’esterno del grande palazzo. Si stringevano l’un l’altro, abbracciandosi. Alcuni singhiozzavano. Erano spaventati. Gahan atterrò accanto ai suoi amici Kalla e Tonis che lo accolsero con gioia, sollevati nel rivederlo.
“Che cosa sta succedendo?” chiese, preoccupato.
“Vorremmo saperlo anche noi,” disse Kalla, “sembra qualcosa di grave e spaventoso, problemi tra Jehovah e Lucifero. Si parla di una divisione.”
Gahan aggrottò la fronte: “Ma sono amici da un’eternità! Non può esserci conflitto tra loro! Non dovresti dare retta ai pettegolezzi, Kalla! Vedrai che faranno pace come al solito”
La prospettiva di una divisione degli angeli era terrificante. Inimmaginabile. Mai era accaduta una cosa simile.»

John Peter Sloan è il docente che, grazie al metodo per l’apprendimento dell’inglese presentato nel suo celebre manuale Instant English, è diventato famoso in tutta Italia, guadagnandosi sul campo la fama di didatta straordinariamente originale e creativo, capace di insegnare la propria lingua al pubblico italiano in modo insieme efficace, rapido e divertente.
Oltre ad essere un insegnante fuori dal comune, però, Sloan è anche uno scrittore, e la sua prima fatica letteraria, I diari degli Angeli, arriva oggi in libreria grazie all’editore Feltrinelli. Nelle pagine del suo romanzo di esordio, Sloan racconta una storia onirica, sospesa tra il fantasy e la commedia, muovendosi con grande sicurezza in un panorama abitato da diavoli innamorati e paradisi perduti… continua a leggere

Half bad

Half bad

26 Marzo 2014 by · Commenta 

«Annalise ha lunghi capelli biondi che sulle sue spalle luccicano come cioccolato bianco. Ha occhi azzurri e lunghe sopracciglia chiare. Sorride molto, rivelando denti bianchi e dritti. Le mani sono pulite in modo assurdo, la pelle è color miele e le unghie delle dita luccicano. La sua camicetta di scuola sembra freschissima, come se l’avessero stirata solo un minuto prima. Perfino la giacca della scuola le sta bene. Annalise viene da una famiglia di Incanti Bianchi che non hanno mescolato il loro sangue con profani e il cui unico collegamento con i Neri risiede nei suoi antenati che hanno ucciso o che sono stati uccisi da loro.
So bene che devo stare alla larga da Annalise.»

Il romanzo Half bad (Rizzoli) di Sally Green si apre con una citazione tratta dall’Amleto di William Shakespeare: «Non c’è nulla di buono o di cattivo, al mondo, che il pensarlo in un certo modo non lo renda subito tale», e poche parole saprebbero descrivere con altrettanta precisione il dramma vissuto dal protagonista di questo romanzo, Nathan, una creatura eternamente sospesa tra il bene e il male condannata però a incarnare, agli occhi del mondo, il nero più nero che possa esistere.
Nel mondo fantastico e terribile di Nathan, infatti, Magia Bianca e Magia Nera si combattono da sempre. La loro lotta è una lotta per la vita, ma le due parti in causa non sono sempre così facili da distinguere, e il loro mescolarsi fa nascere inquietanti zone grigie: Nathan si trova suo malgrado a vivere in una di queste… continua a leggere

Il battito delle sue ali

Il battito delle sue ali

26 Marzo 2014 by · Commenta 

«Certe volte vediamo una nuvola che ci sembra un drago, o un leone, o una balena, ma tutti i più garruli filosofi concordano sul fatto che anche dopo le nubi più nere torni il sereno. E durante i giorni e le notti in cui quel disgraziato di Meatyard aveva spadroneggiato, Cale si era accorto che in lui riaffiorava l’antica abilità di sopportare le sofferenze. Al Santuario aveva imparato a rifugiarsi nella propria mente, dileguandosi in altri luoghi del pensiero, luoghi di tepore, buona tavola e cose meravigliose. Si difendeva fantasticando, ritrovandosi per qualche minuto ancora tra i laghi di Treetops, a nuotare in quelle acque fresche, pescando granchiolini e pensando alla parola che aveva scoperto una volta, quella che descriveva il rumore dell’acqua tra i sassi.»

Si conclude con Il battito delle sue ali (Nord) la trilogia mozzafiato di Paul Hoffman iniziata con La mano sinistra di Dio e proseguita con Le quattro cose ultime. Anche in quest’ultimo capitolo tutto ruota attorno alla figura meravigliosa, affascinante e terribile di Thomas Cale, “Mano sinistra di Dio”, eroe tanto spietato quanto ambiguo, tormentato e intrigante. Cale, infatti, è stato addestrato dal malvagio Pontefice Bosco per distruggere una volta per tutte l’umanità… continua a leggere

Il cerchio degli amanti

Il cerchio degli amanti

28 Febbraio 2014 by · Commenta 

«Mentre Blay scivolava nel sonno, col respiro sempre più lento e regolare, Qhuinn tenne lo sguardo fisso davanti a sé, pur non vedendo nulla.
Il coraggio.
Aveva creduto di avere tutto ciò che gli occorreva…che il modo in cui era cresciuto lo avesse indurito e temprato più di chiunque altro. Che il modo in cui svolgeva il suo lavoro, lanciandosi dentro edifici in fiamme o pilotando aerei scassati, ne fosse una dimostrazione. Che il suo modo di vivere, fondamentalmente isolato, significasse che lui era forte. Che era al sicuro.
Ma non si era ancora misurato con il vero coraggio.
Chiuse a forza le palpebre e si portò alle labbra le nocche di Blay, posandovi un bacio. Poi si abbandonò al sonno, scivolando nell’incoscienza, sapendo che, per qualche ora almeno, era al sicuro tra le braccia del suo unico, grande amore.»

La Confraternita del pugnale nero, serie ad altissima densità di tensione, passione ed erotismo frutto della fantasia dalla scrittrice americana J.R. Ward (che proprio grazie a questa saga ha vinto il prestigioso RITA Award per il miglior “paranormal romance”), arriva con Il cerchio degli amanti (Rizzoli) al suo undicesimo – e penultimo – volume.
Anche in questo nuovo capitolo della saga, i vampiri della Confraternita si trovano a dover combattere una lotta senza quartiere contro i lessercontinua a leggere

Pagina successiva »