sabato 25 novembre 2017

La giostra degli scambi

La giostra degli scambi

8 maggio 2015 by · Commenta 

«Lei è stata vittima di un inconsueto sequestro lampo. E naturalmente si sarà fatta molte domande. È arrivata a una sua idea su chi possa essere stato e perché?»
«Cosa crede? Certo che mi sono fatta delle domande! Ma non sono riuscita a farmi venire nessuna spiegazione.»
«La vendetta di qualche ex fidanzato?»
«E che vendetta è? Non mi ha fatto nulla. Per vendicarsi, avrebbe dovuto violentarmi o malmenarmi.»
Non faciva ‘na piega […] Si dettiro la mano. La picciotta niscì  e subito trasì Enzo.
«Chi nni dici, dottore?»
«Non crio che si tratta di qualichi cosa di pirsonali contro a tò nipoti o a so patre. C’è ‘no squilibrato che sinni va ‘n giro a siquistrari picciotte fortunatamenti senza farici nenti. Lo piglieremo.»
Ma non nni era tanto sicuro.

Andrea Camilleri torna in libreria con La giostra degli scambi (Sellerio), l’ultima avventura del commissario Montalbano. Questa volta sembra che a Vigàta si aggiri uno strano maniaco, che aggredisce giovani impiegate di banca e, dopo averle anestetizzate, le abbandona a bordo strada, senza aver fatto loro del male e senza rubare nulla. Montalbano finge sicurezza, ma è preoccupato: chi c’è dietro questi sequestri-lampo? Qualcuno sta cercando di mandare un avvertimento alle banche per cui le ragazze lavorano? E come si può fermare qualcuno che, di fatto, non ha commesso alcun reato, e che agisce in modo così incomprensibile e apparentemente insensato?
Nelle stesse ore, poi, una casa di Vigàta viene data alle fiamme, e si scopre che il suo inquilino da settimane non dà segni di vita e pare scomparso nel nulla… Continua a leggere

Revival

Revival

17 marzo 2015 by · Commenta 

Il reverendo Jacobs venne allontanato per colpa della predica tenuta in chiesa il 21 novembre 1965. Facile da verificare su internet, soprattutto grazie a un punto di riferimento ben preciso: era la domenica precedente il Giorno del Ringraziamento. L’uomo sparì dalla nostra vita una settimana dopo, con nessuno al seguito.
I ricordi dei tre anni intercorsi tra il giorno che vidi il lago nel garage e quello della Predica Terribile sono incredibilmente vividi, anche se prima di iniziare il mio racconto forse avrei scommesso il contrario. In fin dei conti, avrei aggiunto, quanti di noi sono in grado di rammentare con chiarezza il periodo tra i sei e i nove anni di età? Però scrivere è qualcosa di splendido e insieme spaventoso. Riporta alla luce profondi giacimenti di memorie che si ritenevano sepolti per sempre.

Il grande Stephen King torna oggi in libreria con Revival (Sperling & Kupfer) romanzo che racconta l’America degli anni Sessanta e, attraverso di lei, tutte le promesse e le meraviglie di un mondo ormai irrimediabilmente perduto, a cui guardare con rimpianto, amore e nostalgia.
Al centro di questo nuovo romanzo c’è la vita di Jamie, musicista che, dopo aver attraversato in lungo e in largo gli USA grazie al successo ottenuto con la sua chitarra, si ritrova di colpo a fare i conti con un fantasma, tragicamente reale, che sbuca dritto dal suo passato: quello di Charles Jacobs, il pastore che, quando lui era bambino, aveva il compito di occuparsi della salute spirituale del piccolo paese del New England in cui Jamie viveva insieme alla sua famiglia… continua a leggere

Mr Mercedes

Mr Mercedes

6 ottobre 2014 by · Commenta 

La Mercedes puntò senza esitare dove si concentrava la folla degli aspiranti lavoratori, superando il nastro giallo. Alcuni cercarono di scappare, ma soltanto quelli in fondo alla fila riuscirono a cavarsela. I più vicini alle porte, i veri Primi Arrivati, non ebbero scampo. Colpirono i paletti, facendoli cascare a terra, rimasero intrappolati nei nastri gialli, cozzarono l’uno contro l’altro. La folla si mosse avanti e indietro in una serie di onde agitate. I più anziani e i più bassi crollarono al suolo e vennero calpestati dal resto della gente. Augie fu spinto violentemente a sinistra, inciampò, riprese l’equilibrio e poi venne sbalzato in avanti. Un gomito lo centrò allo zigomo appena sotto l’occhio destro, facendogli vedere fuochi d’artificio degni del Quattro Luglio. Con il sinistro scorse la Mercedes non solo emergere dalla nebbia, ma quasi esserne partorita. Una grande berlina grigia, forse una SL500, a dodici cilindri, che in quel momento ruggivano impazziti.
Augie crollò in ginocchio vicino al sacco a pelo e fu preso ripetutamente a calci mentre tentava di rialzarsi: sul braccio, sulla spalla, sul collo. La gente urlava. Sentì una donna strillare: «Attenti! Attenti! Non si ferma!»

Ci sono un pazzo assetato di sangue e un detective ironico, disincantato e un po’ dolente al centro di Mr Mercedes (Sperling & Kupfer), nuovo romanzo del maestro del thriller Stephen King che si prepara, come i precedenti, a scalare le classifiche di vendita e a confermare l’indiscusso talento del suo autore.
La scena che inaugura questo romanzo è di quelle capaci di gelare il sangue nelle vene: davanti all’ufficio di collocamento di una città di provincia americana, una lunga fila di disoccupati trascorre una notte agitata e piena di freddo, aspettando che le porte si aprano e la speranza di trovare un posto di lavoro diventi finalmente realtà, almeno per qualcuno di loro. Alle prime luci dell’alba quello scenario dolente e nebbioso viene tagliato in due da un’apparizione spaventosa… continua a leggere

Phobia

Phobia

15 settembre 2014 by · Commenta 

Sarah fissò le mani dell’uomo, coperte anch’esse di cicatrici come il suo viso, e cercò di capire alla svelta che atteggiamento fosse meglio assumere. «La prego» sussurrò, «se ne vada.»
L’uomo alzò la testa e la guardò. «Era un po’ che non ti regalavo dei fiori. Mi dispiace. Mi dispiace tantissimo. Vi ho trascurato, ho pensato solo al lavoro. Ma d’ora in avanti non sarà più così.»
Sarah serrò i pugni e cercò disperatamente di mettere ordine nei pensieri che le frullavano in testa come uno stormo d’uccelli impauriti.
No, anche se lo avesse pregato o implorato, quell’uomo non le avrebbe dato ascolto. Qualunque cosa gli avesse proposto in cambio, non se ne sarebbe andato.
Quello che aveva di fronte era un pazzo… un pazzo che indossava i vestiti di Stephen, anche se gli stavano stretti, e che si preparava un sandwich al burro usando il suo coltello affilato.

Dopo aver inchiodato alle pagine i suoi lettori con La psichiatra e Il mio cuore cattivo, Wulf Dorn torna oggi in libreria con un altro romanzo ad altissima tensione, Phobia (Corbaccio), che lo consacra definitivamente come una delle voci più forti e autorevoli del mondo del thriller contemporaneo.
La vicenda raccontata in queste pagine è tragica e straordinariamente inquietante, e si apre su uno scenario domestico apparentemente rassicurante, capace però di diventare lo scenario di un incubo indicibile: una sera Sarah, giovane donna inglese madre di un bambino di sei anni, trova in casa sua un uomo sconosciuto, orribilmente sfigurato in volto. La paura si trasforma in autentico terrore quando l’uomo dichiara di essere suo marito Stephen, partito da casa qualche giorno prima per lavoro: lo sconosciuto indossa i vestiti di Stephen, ha i suoi documenti e – dettaglio ancora più inquietante – conosce particolari della vita di Sarah di cui solo il marito era a conoscenza. Sarah è pietrificata dal terrore… continua a leggere

Il male non dimentica

Il male non dimentica

3 settembre 2014 by · Commenta 

Balistreri si sdraiò sul divano. La fuga interminabile era finita. Il passato diventava il presente, il futuro diventava il passato. Era fuggito da quel giorno maledetto per tutta la vita. Aveva disatteso la promessa di cercare la verità sulla morte di sua madre in cambio di una pace che era stata solo un’interminabile tregua. Ora gli eventi lo avevano riportato al ricordo peggiore. O forse c’era qualcosa di peggio di quel ricordo. Forse Mohammed Al Bakri aveva ragione.
La verità ha sempre due facce, tu vedi solo la migliore per te.

Dopo Tu sei il male e Alle radici del male arriva oggi in libreria Il male non dimentica (Marsilio), l’ultimo capitolo della trilogia di Roberto Costantini dedicata al personaggio del commissario Balistreri.
Questa volta, grazie alle strane e implacabili coincidenze di cui è intessuta la vita degli uomini e delle nazioni, l’inquieto commissario è costretto a fare una volta per tutte i conti con il proprio passato e con tutti i suoi fantasmi… continua a leggere

Il segreto della camera 3

Il segreto della camera 3

17 luglio 2014 by · Commenta 

«Erano le sette e quarantacinque quando entrò in cucina. A quanto pareva era l’unica persona in piedi in tutto l’albergo. Sarah Jonstone non poteva saperlo, ma ce n’era un’altra, in quello stesso hotel, che in piedi non ci sarebbe stata mai più. Perché nella camera al piano terra della dépendance che nel mobile portachiavi era indicata come “Camera 3” giaceva un corpo senza vita – la finestra era spalancata, il calorifero completamente spento e l’aria fredda e gelida come dentro un igloo.
Il clima si era irrigidito, quella fine d’anno, e il cadavere che giaceva di traverso sul copriletto di uno dei letti gemelli della camera 3 era davvero molto, molto freddo.»

Arriva oggi in libreria Il segreto della camera 3, nuovo romanzo dell’autore inglese Colin Dexter con protagonista Endeavour Morse, ispettore capo della polizia di Oxford, che dopo aver conquistato il pubblico britannico si sta facendo conoscere anche nel nostro Paese grazie all’editore Sellerio, che sta pubblicando uno dopo l’altro i racconti delle sue indagini.
Questa volta, l’ispettore Morse si trova a fare i conti con un cadavere dall’identità misteriosa, trovato nella camera di un hotel discreto e un po’ fuori mano… continua a leggere

Una mutevole verità

Una mutevole verità

23 giugno 2014 by · Commenta 

«Erano ancora in macchina e stavano arrivando in caserma quando dalla sala operativa giunse la segnalazione. Confusa, come accade per le morti violente con sospetto di omicidio. Una donna delle pulizie aveva trovato il datore di lavoro morto, in un lago di sangue, nella cucina di casa. Sul posto si stava già portando una pattuglia del nucleo radiomobile.
Sarebbe stata una lunga giornata, pensò Fenoglio.»

Arriva domani in tutte le librerie italiane il nuovo, attesissimo romanzo di Gianrico Carofiglio, Una mutevole verità, pubblicato dall’editore Einaudi, che vede per protagonista un nuovo personaggio, il maresciallo Pietro Fenoglio, destinato ad avere tanto successo quanto ne hanno avuto tutti gli altri personaggi frutto del guizzo geniale e della profondità di sguardo che sono i tratti distintivi dello stile dello scrittore pugliese.
Il maresciallo Fenoglio, piemontese che lavora in Puglia, è un carabiniere che ama il suo lavoro e detesta la violenza, specie se insensata e gratuita: per lui le indagini non sono sfoggio di muscoli o dimostrazione di efficienza e di forza, ma sono viaggi che conducono gli inquirenti dentro una trama che può essere a volte evidente, altre volte complessa… continua a leggere

October List

October List

11 giugno 2014 by · Commenta 

«D’un tratto Gabriela serrò i pugni sul lavoro a maglia, come se volesse ridurlo a brandelli. Ma dopo un istante parve rassegnarsi, chinò la testa e abbasso le spalle. «Dio, che incubo questo fine settimana!» Un patetico sorriso le increspò le labbra. «Due giorni fa ero una madre con un lavoro che adoravo. Avevo appena conosciuto Daniel… e tra noi c’era feeling… Ma ora? Mia figlia è stata rapita. Daniel rischia di farsi uccidere. Sono ricercata dalla polizia e oggi ho fatto… Gesù, ho fatto delle cose orribili…»

Il nuovo romanzo di Jeffery Deaver, October List, che esce oggi per l’editore Rizzoli, racconta una storia che toglie il fiato, e lo fa attraverso un ingranaggio narrativo geniale e straordinariamente ben congegnato che inchioda il lettore alle pagine e che dimostra, ancora una volta, lo straordinario talento del suo autore, unanimemente riconosciuto come uno dei più grandi maestri del thriller americano.
Ciò che rende straordinaria la vicenda raccontata in queste pagine è il suo cominciare dal finale, snodandosi poi a ritroso… continua a leggere

Il pipistrello

Il pipistrello

2 aprile 2014 by · Commenta 

– Quindi, ti hanno mandato qui per assisterci nelle indagini sull’omicidio di Inger Holter, cittadina norvegese con un visto di lavoro in Australia. Una bella ragazza bionda, a giudicare dalle foto. Ventitré anni, vero?
Harry confermò con un cenno della testa. McCormack divenne serio.
– Trovata da alcuni pescatori in mare a Watsons Bay, e più precisamente all’altezza del Gap Park. Sicuramente, se il tempo fosse stato brutto, le onde l’avrebbero trascinata via, invece è rimasta fra gli scogli fino a quando è stata rinvenuta la mattina dopo. Cosa accidenti pensi di fare tu, Mr Holy?
Harry fece per rispondere, ma l’altro lo interruppe.
– Ebbene, te lo dico io cosa farai: seguirai con attenzione l’inchiesta fino a quando prenderemo quel bastardo, e nel frattempo informerai la stampa norvegese che stiamo collaborando a meraviglia, farai in modo che non offendiamo qualcuno dell’ambasciata norvegese o qualche parente, e per il resto la prenderai come una vacanza.

Jo Nesbø, uno degli autori di thriller più amati di tutti i tempi, è un uomo eclettico che, nella vita, è stato molte cose: musicista, compositore, calciatore della Serie A norvegese e infine scrittore di successo, padre del personaggio dell’ispettore Harry Hole, cacciatore instancabile di serial killer e poliziotto tanto tormentato quanto affascinante. Ed è proprio la prima indagine di Harry Hole, mai pubblicata prima in Italia, ad arrivare finalmente in libreria con il titolo di Il pipistrello grazie all’editore Einaudicontinua a leggere

Giochi criminali

Giochi criminali

10 marzo 2014 by · Commenta 

«Molte febbri non si vedono.
Eppure non sono meno mortali. Io lo so bene. Li vedo, gli effetti delle altre febbri; l’amore, la fame. La fame di futuro, soprattutto, che troppo spesso il futuro finisce per seppellirlo.
Una tra le febbri più strane è il gioco. Il gioco del lotto, per la precisione.
Non che si giochi sono a quello. Le bische clandestine prosperano, i salotti dei ricchi fervono di carte e di fumo, agli angoli delle strade, su banchetti improvvisati, piccoli malviventi spostano assi con destrezza, pronti a scappare al primo fischio che avverte dell’arrivo di una guardia. Ma l’abitudine che lega la speranza di futuro al sogno è quella che si unisce a un biglietto colorato sul quale sono scarabocchiati tre numeri; un messaggio in una bottiglia che il naufrago affida alle onde prima di affogare.
E giocano, giocano.»

Giochi criminali raccoglie quattro racconti lunghi frutto della fantasia di quattro degli autori più amati della casa editrice Einaudi.
Le storie che raccontano sono diverse, ma sono tenute insieme da un filo conduttore apparentemente labile, che però finisce per rivelarsi particolarmente intrigante: quello del gioco. Non c’è, però, traccia di leggerezza o di infantilismo nei giochi raccontati in questo libro da Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Diego De Silva e Carlo Lucarelli: nelle loro storie, infatti, a giocare sono gli adulti… continua a leggere

Pagina successiva »