giovedì 19 gennaio 2017

Nel mio paese è successo un fatto strano

Nel mio paese è successo un fatto strano

28 gennaio 2016 by · Commenta 

Dalle mia parti una volta capitò un fatto strano di cui fui proprio io ad accorgermi per primo e il bello è che all’inizio né la mia mamma né il mio papà vollero credermi.
Forse fu perché dalle mie parti era ormai diventata un’abitudine non accorgersi più di niente, e quando dico niente voglio dire proprio niente niente. I giorni passavano tutti uguali uno all’altro, senza nessuna differenza. Si considerava talmente normale andare a scuola o a lavorare, ma anche bere, mangiare, giocare e dormire, che nessuno trovava più alcuna gioia nel fare ciascuna di queste cose e tante altre.
Era normale, appunto. Così non si faceva più caso a niente.

La quotidianità è fatta di tante azioni tutte uguali, ripetitive: ci si alza la mattina, si va a scuola, si pranza, si studia. E così anche la vita: si nasce, si cresce, si lavora. Tutto è abitudine, tutto è normale, e anche la cosa più strana rientra nella dimensione della normalità, perché è normale che in tutta questa normalità ogni tanto qualcosa di strano capiti. Ma cosa accadrebbe se il tempo smettesse di esistere? Se non fosse più possibile distinguere le ore, i giorni, le stagioni? Se non fosse più possibile definire qualcosa “normale”?
È quello che succede nel paesino di questo nuovo romanzo di Andrea Vitali, Nel mio paese è successo un fatto strano, edito Salani.
Una strana nebbia, tanto densa e veloce da sembrare viva, ha coperto interamente la città. Contemporaneamente, i calendari sono diventati semplici pagine bianche appese ai muri, gli orologi hanno smesso di girare, il tempo sembra essere sparito per sempre…Continua a leggere

Dov’è finita Audrey?

Dov’è finita Audrey?

12 giugno 2015 by · Commenta 

Un consiglio serio per tutti gli insegnanti che stessero leggendo (cioè zero, probabilmente): cercate di non mettere al centro dell’attenzione proprio la ragazzina che si fa piccola piccola se qualcuno la guarda. Perché non aiuta. E non aiuta neanche dire, in modo che senta tutta la classe, “è quella su cui puntiamo quest’anno, è così dotata”.
Chi vuole essere quella su cui tutti puntano? Chi vuole essere “così dotata”? Chi vuole che tutte le compagne cerchino di ucciderla con lo sguardo?
Cioè, non è che voglia criticare gli insegnanti. Era per dire.
Dunque. Sono successe delle brutte cose. E io sono crollata, tipo. E adesso eccomi qui. Intrappolata nel mio stupido cervello.
Il papà dice che è assolutamente comprensibile e che ho avuto un trauma e adesso sono come una bambina piccolissima che va nel panico se la danno in braccio a qualcuno che non conosce. Ho visto dei neonati fare così, passare in un nanosecondo dal ridere beati allo strillare disperati. Bè, io non strillo. Non proprio. Però ne avrei una gran voglia.

Da molto tempo i fan di Sophie Kinsella sanno che questa straordinaria autrice – diventata famosa in tutto il mondo grazie alla serie di I love shopping – sa parlare con grandissima efficacia anche di personaggi diversi dalla sua celeberrima eroina Becky Brandon, e lo dimostra ancora una volta nelle pagine del suo ultimo romanzo, Dov’è finita Audrey?, appena pubblicato in Italia da Mondadori.
Questa volta l’autrice sceglie di raccontare, con il suo stile e la sua ironia inconfondibili, le vicende di una ragazzina di quattordici anni, Audrey, e della sua stralunata famiglia, impossibile da non amare fin dalle prime pagine del romanzo.
Audrey è una ragazza intelligente, dotata, sensibile, che però ha dovuto lasciare la scuola dopo aver subito un misterioso e gravissimo episodio di bullismo… Continua a leggere

Resta anche domani

Resta anche domani

1 agosto 2014 by · Commenta 

«Mi è capitato di avere incubi in cui sognavo di cadere, di suonare il violoncello in pubblico senza conoscere la musica, di rompere con Adam. Ma sono sempre riuscita a costringermi ad aprire gli occhi, a sollevare la testa dal cuscino e fermare il film dell’orrore che scorreva dietro le palpebre. Ci riprovo. Svegliati! urlo. Svegliatisvegliatisvegliati! Ma non posso. Non ci riesco.»

Il nuovo romanzo di Gayle Forman Resta anche domani (Mondadori) racconta una storia intensa e commovente, già trasformata in un film (diretto da R. J. Cutler e interpretato da Chloe Grace Moretz, Jamie Blackley e Joshua Leonard) che uscirà il 18 settembre nelle sale italiane e che si prepara ad essere uno straordinario successo.
La protagonista di questo romanzo young adults è Mia, una giovanissima violoncellista a cui la vita sembra aver dato tutto quello che si può desiderare… continua a leggere

Particelle familiari

Particelle familiari

3 luglio 2014 by · Commenta 

«Più tardi, i giornali diranno al mondo che oggi è stato scoperto il Bosone di Higgs. Da queste parti, preferiamo dire che oggi è l’Higgs-dependence day. La scoperta di una nuova particella non arriva immediata, un giorno preciso, come se un coperchio fosse stato improvvisamente alzato, e l’avessimo vista apparire ai nostri occhi dove prima non c’era nulla. O perlomeno, non questa particella, così elusiva, di cui sapevamo così poco per poterla cercare in un solo posto, seguendo una sola traccia. Oggi possiamo dichiarare al mondo che siamo certi che una nuova particella esiste, che ha finalmente il diritto di vivere in modo indipendente nello zoo delle particelle, insieme a tutte le altre. Ma questa scoperta arriva da lontano, è un sicurezza che si è costruita indizio dopo indizio, in un quadro che si è fatto più chiaro nel tempo, come una nebbia che si dirada.»

Marco Delmastro è un fisico delle particelle. Dietro questa definizione, oscura per la maggior parte dei profani, si nasconde un mestiere meraviglioso e sconosciuto, quello di chi prova a scoprire cosa si nasconde nell’universo dell’infinitamente piccolo, nel mondo sfuggente delle particelle che sono il costituente microscopico della materia. Per provare a spiegare meglio cosa sia il suo mestiere, e per raccontare a grandi e piccoli cos’è la fisica e perché il suo studio può portarci a conoscere sempre meglio l’universo in cui viviamo, Delmastro ha scritto Particelle familiari. Le avventure della fisica e del bosone di Higgs, con Pulce al seguito, che arriva oggi in libreria grazie all’editore Laterzacontinua a leggere

Con le ali ai piedi

Con le ali ai piedi

28 maggio 2014 by · Commenta 

«Mi ritrovai lì, con la mia valigia, in mezzo all’aeroporto di Istanbul. Tutto mi appariva enorme e in rapido movimento. Non mi resi conto che stavo piangendo finché non mi caddero le lacrime sulle scarpe. Anche con le luci dell’aeroporto, fuori la notte sembrava buia, l’aria densa. Mi asciugai gli occhi e cercai di decidere cosa fare. Ero solo, in una terra straniera di cui non parlavo la lingua, e avevo nove anni. Ero, in parole povere, terrorizzato.»

La storia di Abbas Kazerooni raccontata nel romanzo Con le ali ai piedi, appena pubblicato in Italia da Salani, è una storia che riempie di fiducia nel mondo e nell’essere umano, nonostante tutto. Una storia che fa star bene pur nella sua tragicità, perché dimostra che il coraggio e la voglia di vivere possono vincere su tutto, anche sull’orrore e sulla crudeltà più enormi, e che c’è sempre una strada per la salvezza, una via d’uscita che consente di non cedere al dolore e alla disperazione ma di sconfiggerli e vivere.
Protagonista di questa vicenda che sembra fantastica e invece è drammaticamente vera è proprio Abbas, un ragazzino iraniano di nove anni che un giorno si trova a dover fare i conti con una realtà che non lascia scampo… continua a leggere

L’assassinio di Pitagora

L’assassinio di Pitagora

23 aprile 2014 by · Commenta 

«La bellezza dei numeri era l’eco del loro potere.
Un potere che pochi riescono appena a intuire e che io devo possedere nella sua totalità.
Collocata un’altra pergamena sul tavolo, disegnò la tetrakys, quindi prese a tracciare linee e triangoli. Un po’ alla volta, i tratti divennero figure sempre più complesse. Notò che la sua mente si elevava sopra la materia, dando inizio a un dialogo con le forze occulte della natura.
Pitagora, stai guardando nella direzione sbagliata.
Rammentava ancora l’epoca in cui lo considerava un essere superiore. Al principio lo aveva visto come un’abbagliante apparizione, ma in pochi anni il suo fulgore era diventato un’abitudine e, senza che se ne accorgesse, l’immagine del grande maestro che la moltitudine venerava era rimasta indietro.
Schiaccerò il vostro maestro e vi soggiogherò per sempre

Il mondo del thriller storico si arricchisce, grazie al nuovo romanzo di Marcos Chicot L’assassinio di Pitagora (Salani) di un nuovo e appassionante orizzonte, del tutto originale e magistralmente raccontato in queste pagine dall’autore spagnolo. Questa storia di intrighi, sangue e omicidi si svolge, infatti, nell’antica Grecia, in una comunità di pensatori, matematici e filosofi riuniti attorno alla figura carismatica di Pitagora… continua a leggere

Il regno di Kahòs

Il regno di Kahòs

16 dicembre 2013 by · Commenta 

«“Sei pronto, David Dream?” ripeté la voce senza volto, e il ragazzo fu certo di vedere luccicare una spada sotto il mantello.
“Chi sei?”
“Il regno di Kahòs… è cominciato”.
La figura avanzò silenziosa, come se scivolasse sul terreno senza neppure sfiorarlo.
“No, fermo!” gridò David afferrando un vecchio chiavistello arrugginito e impugnandolo come un’arma.
L’ombra giunse a un passo da lui, così vicina che avrebbe potuto toccarlo.
“Il regno di Ossidea è sconvolto, David. Abbiamo bisogno di te, principe degli hòbrom” disse infine, e ogni parola aveva il suono di una preghiera.»

Ossidea, la fortunatissima saga fantasy frutto della penna di Tim Bruno, entra nella sua seconda parte – ancora più drammatica, intensa, spettacolare della precedente – con Il regno di Kahòs (Salani), terzo capitolo di una serie che affascina grandi e piccoli con la sua eccezionale capacità di disegnare un mondo sospeso tra fantasia e realtà, in cui le meraviglie della terra – raccontate con lo sguardo da biologo dell’autore – si mescolano con quelle della finzione.
Questo romanzo inizia due anni dopo la fine del precedente capitolo della saga: in questo lasso di tempo David Dream, principe degli uomini in terra di Acorn, è tornato alla sua vita di ragazzo nel mondo reale… continua a leggere

Marlene in the sky

Marlene in the sky

11 dicembre 2013 by · Commenta 

«Motorpsycho e Sunchild, detti anche Marlene e Miki, rimasero nel parco per molte ore. Tutti eccitati parlarono dell’incredibile fortuna che avevano avuto, delle possibili prospettive, immaginando quel che avrebbero potuto fare, come avrebbero potuto sfruttare gli altri cinque desideri, e di tante altre cose ancora.
Poi Marlene guardò l’ora. «Oh, cavolo, devo andare, Miki!»
Come aveva sempre insegnato l’Uomo Ragno nei suoi rapporti complicati con zia May, anche i supereroi devono essere a casa per cena.
Il supereroe Motorpsycho tornò a essere una ragazzina sovrappeso con i capelli rosa, pronta a infilarsi di nuovo nei jeans strappati e nella felpa scucita. Miki tenne la stampella sotto il braccio fino all’uscita dal parco, poi finse di zoppicare fino a casa.
Marlene non sospirò al momento di rientrare nel suo appartamento. Non avrebbe sospirato mai più.»

Il primo romanzo per ragazzi di Gianluca Morozzi, Marlene in the sky (Gallucci), è la storia ironica e appassionata di una ragazza che vuole essere un supereroe: se lei potesse disporre di almeno alcuni dei poteri magici di un Clark Kent o di un Peter Parker, infatti, tutto il suo mondo sarebbe indiscutibilmente migliore. Marlene fantastica di risolvere grazie a qualche inedito, insospettato superpotere tutti i suoi problemi… continua a leggere

La piccola mercante di sogni

La piccola mercante di sogni

10 dicembre 2013 by · Commenta 

«Per tutto il tempo che durò l’operazione di salvataggio, Malo visse un’avventura straordinaria. Quando il taxi si adagiò sul letto del fiume, una bolla d’aria della grandezza di un palloncino gonfiato gli si accostò e gli si incollò sulle labbra, consentendogli di continuare a respirare. Dopodiché il suo sguardo fu attratto da una luce azzurra d’incredibile intensità. Il ragazzo nuotò verso di essa e scoprì allora che la strana luce proveniva da un oblò fissato sul fondo. Sollevando il coperchio di vetro, Malo venne risucchiato da un vortice e scivolò lungo un toboga che sembrava non avere fine. Tentò di gridare, ma fu inutile: nessuno lo sentì. Tutto, attorno a lui, si mise a ruotare a una velocità folle. La sua mente danzò per alcuni secondi in mezzo a un alone di stelle. Poi il ragazzo atterrò in un posto calmo e bianco, dove regnava il silenzio più assoluto.
Malo dovette arrendersi all’evidenza: aveva varcato la soglia di un altro mondo.»

La piccola mercante di sogni (Bompiani) è uno stupefacente e favoloso racconto dell’autore francese Maxence Fermine, che nasce dal sogno di una delle sue figlie e che, del sogno, conserva tutti i caratteri, le sfumature, i colori. La storia è quella di Malo, un ragazzino che il giorno del suo undicesimo compleanno cade nella Senna, finendo aspirato da una conduttura idrica che lo trasporta in un mondo magico, il Regno delle Ombre… continua a leggere

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

14 novembre 2013 by · Commenta 

«Qualche anno fa, mentre eravamo nel giardino di casa, mio nipote Daniel si mise a osservare attentamente una lumaca. All’improvviso voltò lo sguardo verso di me e mi fece una domanda molto difficile: “Perché è così lenta la lumaca?”
Gli dissi che in quel momento non avevo una risposta, ma gli promisi che un giorno, non sapevo quando, gliel’avrei data. Siccome è un punto d’onore per me mantenere la parola, questa storia cerca di rispondere alla sua domanda».

Inizia così Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, la nuova favola, edita da Guanda, di Luis Sepúlveda; una storia memorabile che narra il coraggio di una indimenticabile lumaca un po’ troppo curiosa!
Le lumache che vivono a Paese del Dente di Leone sono abituate a condurre una vita semplice, silenziosa, lontana dagli sguardi indiscreti dei predatori e a chiamarsi tra di loro semplicemente “lumaca”. Una di loro, una tra le più giovani, però… continua a leggere

Pagina successiva »