lunedì 11 novembre 2019

“Non ho mai avuto la mia età” di Antonio Dikele Distefano:  la storia di un ragazzo di seconda generazione cresciuto nella periferia italiana.

“Non ho mai avuto la mia età” di Antonio Dikele Distefano: la storia di un ragazzo di seconda generazione cresciuto nella periferia italiana.

1 Luglio 2019 by · Commenta 

Che ero diverso l’ho imparato stando in mezzo agli altri.
Quando mi guardavano con la coda dell’occhio le prime volte che sentivano il mio cognome, quando la maestra o il medico facevano fatica a pronunciare quelle consonanti vicine. Quando leggendo la città in cui ero nato, sorridendomi, mi dicevano “Ma allora sei italianissimo”,”Sei più italiano di me”.

Non ho mai avuto la mia età”, edito da Mondadori, è il romanzo di Antonio Dikele Distefano che ha vinto il premio Mare di libri edizione 2019, un premio assegnato da una giuria di giovanissimi lettori tra i 14 e i 15 anni. Lo scrittore di origini angolane, classe 1992, molto amato dagli adolescenti, ha già pubblicato “Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?”,“Prima o poi ci abbracceremo” e “Chi sta male non lo dice”.

“Non ho mai avuto la mia età” segue la crescita di un ragazzo senza nome, soprannominato non a caso Zero, dai 7 fino ai 17 anni. La vita di Zero non è una vita facile: nato in Italia da una famiglia di immigrati angolani molto povera, vive la sua infanzia nelle periferie, e fin da bambino percepisce di non avere nulla, non soltanto dal punto di vista materiale…continua a leggere

Prima o poi ci abbracceremo

Prima o poi ci abbracceremo

16 Febbraio 2016 by · Commenta 

La vita è così, ti innamori e nemmeno te ne accorgi. Mentre ti accorgi che i gruppi scolastici di Whatsapp non servono a un cazzo e che votare una volta ogni quattro anni non è per niente democratico. E noi poi non ci siamo più visti perché le cose che non servono si dimenticano. Come la tessera elettorale.
Non ci sono stati più chiarimenti davanti casa tua. Con tuo padre che ti chiamava e tua madre che lo chiamava perché se no la cena si raffreddava.
Conta poco se ami un altro, conta tanto se intanto non ami me.
Che la persona giusta non è quella che riempie i buchi, ma quella che li crea. Ciò che ti manca lo colmi solo con ciò che ti manca. Baciarti prima che tu rientrassi e impiegare venti minuti per scriverti che stavo per andare a dormire ed ero felice. Ti dicevo “amami” e pensavo ama quel che puoi. Mi dicevi “amami” e forse pensavi “amami finché puoi”.

Dopo il  grandissimo successo di Fuori piove dentro pure, passo a prenderti?, rivelazione del 2015, la giovane promessa della narrativa Antonio Dikele Distefano torna a parlare d’amore con Prima o poi ci abbracceremo (Mondadori). L’amore ai tempi del liceo…Continua a leggere