domenica 24 marzo 2019

Siamo ciò che leggiamo: “A libro aperto” di Massimo Recalcati

Siamo ciò che leggiamo: “A libro aperto” di Massimo Recalcati

12 Novembre 2018 by · Commenta 

Non è questa la forza che abita il libro? Generare un’incrinatura nel muro, minare la sua apparente solidità, introdurre nella compattezza del muro una discrepanza, una fessura. Mentre, infatti, il muro chiude, definisce confini e identità rigide, il libro apre, spalanca mondi nuovi, contamina la nostra vita con quella di infiniti altri libri. Mentre il muro vorrebbe riparare la vita dalla sua esposizione all’alterità, il libro impone al lettore l’incontro rinnovato con un’alterità sempre nuova e sempre in movimento.

Il filosofo e psicanalista Massimo Recalcati pubblica per Feltrinelli “A libro aperto. Una vita è i suoi libri”. In bilico tra teoria letteraria e memoir, il saggio di Recalcati è un vero e proprio elogio al libro e alle sue qualità per la vita.

Secondo l’autore, ciascuno di noi è anche il prodotto dei libri che ha incontrato lungo il suo cammino.  L’incontro con un buon libro è come…continua a leggere

Il sorriso di don Giovanni

Il sorriso di don Giovanni

4 Febbraio 2014 by · Commenta 

«Ricordo con la stessa angoscia di allora l’aspro rimprovero che mi rivolse una volta Angela: Adele, possibile che tu non sappia far altro che discutere animatamente con Anna Karenina? Che tu non sappia dolerti d’altro che del suo suicidio? Che perfino l’imbelle Vronskij riesca a monopolizzare la tua attenzione al posto mio, al posto di quella che chiami la tua amica del cuore?
Fu più forte di me. Replicai: Ti sbagli. Vronskij non è un imbelle, non puoi dire così. E subito mi pentii di quelle parole insensate.
Il fatto è che io i libri li vivevo dal di dentro; spesso mi intrufolavo nelle trame, mi facevo io stessa personaggio dell’intreccio. Per carità, non di primo piano, personaggio secondario, semplice comparsa, ma con la tendenza a correggere il corso degli avvenimenti.»

Il nuovo romanzo di Ermanno Rea, Il sorriso di don Giovanni (Feltrinelli) è la storia di un grandissimo amore (o forse di due).
Al centro della vicenda c’è la straordinaria figura di Adele, donna eccezionale che prende la parola fin dalla prima riga e che per tutto il romanzo non cessa mai di raccontare la sua storia, che è una storia fatta di forza, intelligenza, amore e dedizione: la storia dell’amore che lega Adele ai suoi libri, compagni di viaggio irrinunciabili di una vita intera, vero e proprio scudo da vestire per immergersi nel mondo, per perdercisi dentro… continua a leggere