lunedì 19 agosto 2019

“Il detective Kindaichi”: un intrigante enigma della camera chiusa scritto da Yokomizo Seishi

“Il detective Kindaichi”: un intrigante enigma della camera chiusa scritto da Yokomizo Seishi

3 Maggio 2019 by · Commenta 

Che cosa mai poteva volere un tipo dall’aspetto così trasandato da gente ricca come gli Ichiyanagi? Indossava una sinistra maschera e un cappello stropicciato che gli nascondevano buona parte del viso. Da sotto il cappello fuoriuscivano ciocche di capelli scarmigliati mentre una folta barba gli ricopriva le guance. Non portava il soprabito, e teneva sollevato il bavero della sudicia giacca.

Oggi paperback.it si tinge di giallo! Il libro di cui vi vogliamo parlare è “Il detective Kindaicihi” di Yokomizo Seishi, maestro del giallo deduttivo. “Il detective Kindaichi” è un enigma della camera chiusa ambientato nel Giappone degli anni ‘30: durante il giorno delle loro nozze due sposi appartenenti alla ricca famiglia degli Ichiyanagi vengono trovati morti in un ambiente ermetico, chiuso dall’interno…continua a leggere

“La versione di Fenoglio”: l’ultimo romanzo di Carofiglio è anche un manuale di scrittura e d’investigazione

“La versione di Fenoglio”: l’ultimo romanzo di Carofiglio è anche un manuale di scrittura e d’investigazione

22 Febbraio 2019 by · Commenta 

– Quindi si potrebbe dire che l’arte di investigare è l’arte di costruire storie?
Fenoglio ci pensò un po’ su.
– È una buona definizione, ma forse ne sceglierei un’altra. Direi che l’investigazione è l’arte di guardarsi attorno; sia in senso materiale che in senso metaforico.

La versione di Fenoglio” è il nuovo libro di Gianrico Carofiglio fresco fresco di stampa per i tipi di Einaudi: un romanzo che ha come protagonista il maresciallo Fenoglio, ma anche una raccolta di racconti con cornice, un dialogo filosofico e un manuale del buon investigatore.

Pietro Fenoglio, noto ai lettori dai tempi di “Una mutevole verità” (2014) e “L’estate fredda” (2016), si trova ormai in prossimità della pensione. Gli anni passano anche per lui, maresciallo torinese trapiantato a Bari, e i primi acciacchi si fanno sentire. Durante le sedute di fisioterapia per la sua anca operata di artrosi, Fenoglio simpatizza con Giulio, un ragazzo poco più che ventenne, in riabilitazione da un brutto incidente d’auto. Il ragazzo è prossimo alla laurea in legge, ma ammette senza troppe difficoltà di…continua a leggere

Il baco da seta

Il baco da seta

20 Ottobre 2014 by · Commenta 

«E così Owen sarebbe scomparso? Credevo che volesse restare a godersi lo spettacolo. Pensavo fosse questo il suo obiettivo. A meno che non si sia spaventato. A non mi sembra da lui. Non so come Owen potesse pensare di fottere proprio il suo editore e farla franca, ma lui è fatto così. È lo stronzo più illuso e arrogante che abbia mai conosciuto. Suppongo fosse convinto di poter dipingere Chard come un…»
Si interruppe con una risatina imbarazzata.
«Sono un pericolo per me stesso. Diciamo soltanto che mi ha sorpreso che Owen pensasse di passarla liscia. Forse si è spaventato quando ha capito che tutti sapevano bene a che cosa alludesse e ha preferito tagliare la corda.»

È un’indagine intrigante e ricchissima di colpi di scena quella che si svolge lungo le pagine di Il baco da seta (Salani), nuova avventura dell’investigatore Cormoran Strike e della sua bellissima assistente Robin Ellacott, seguito del fortunatissimo Il richiamo del cuculo, primo romanzo che li ha visti come protagonisti.
Questa volta Robert Galbraith (pseudonimo dietro cui si nasconde la celeberrima J. K. Rowling, madre letteraria del mondo meraviglioso e indimenticabile di Harry Potter e scrittrice dal carisma e dal talento inesauribili) racconta una storia che si snoda nel mondo dell’editoria, tra misteri, segreti, invidie e insidie inaspettate.
Cormoran Strike, infatti, questa volta viene ingaggiato da Leonora Quine, una giovane donna dall’aria dimessa ma dai modi decisi, che gli chiede di indagare sulla scomparsa di suo marito Owen. L’uomo è uno scrittore mediocre e forse un po’ megalomane, ha un carattere impulsivo e modi molto poco concilianti, ed scomparso nel nulla dopo aver scritto un romanzo… continua a leggere

Mr Mercedes

Mr Mercedes

6 Ottobre 2014 by · Commenta 

La Mercedes puntò senza esitare dove si concentrava la folla degli aspiranti lavoratori, superando il nastro giallo. Alcuni cercarono di scappare, ma soltanto quelli in fondo alla fila riuscirono a cavarsela. I più vicini alle porte, i veri Primi Arrivati, non ebbero scampo. Colpirono i paletti, facendoli cascare a terra, rimasero intrappolati nei nastri gialli, cozzarono l’uno contro l’altro. La folla si mosse avanti e indietro in una serie di onde agitate. I più anziani e i più bassi crollarono al suolo e vennero calpestati dal resto della gente. Augie fu spinto violentemente a sinistra, inciampò, riprese l’equilibrio e poi venne sbalzato in avanti. Un gomito lo centrò allo zigomo appena sotto l’occhio destro, facendogli vedere fuochi d’artificio degni del Quattro Luglio. Con il sinistro scorse la Mercedes non solo emergere dalla nebbia, ma quasi esserne partorita. Una grande berlina grigia, forse una SL500, a dodici cilindri, che in quel momento ruggivano impazziti.
Augie crollò in ginocchio vicino al sacco a pelo e fu preso ripetutamente a calci mentre tentava di rialzarsi: sul braccio, sulla spalla, sul collo. La gente urlava. Sentì una donna strillare: «Attenti! Attenti! Non si ferma!»

Ci sono un pazzo assetato di sangue e un detective ironico, disincantato e un po’ dolente al centro di Mr Mercedes (Sperling & Kupfer), nuovo romanzo del maestro del thriller Stephen King che si prepara, come i precedenti, a scalare le classifiche di vendita e a confermare l’indiscusso talento del suo autore.
La scena che inaugura questo romanzo è di quelle capaci di gelare il sangue nelle vene: davanti all’ufficio di collocamento di una città di provincia americana, una lunga fila di disoccupati trascorre una notte agitata e piena di freddo, aspettando che le porte si aprano e la speranza di trovare un posto di lavoro diventi finalmente realtà, almeno per qualcuno di loro. Alle prime luci dell’alba quello scenario dolente e nebbioso viene tagliato in due da un’apparizione spaventosa… continua a leggere