sabato 19 ottobre 2019

“Ogni riferimento è puramente casuale”: sette racconti sarcastici sull’industria culturale di Antonio Manzini

“Ogni riferimento è puramente casuale”: sette racconti sarcastici sull’industria culturale di Antonio Manzini

8 Maggio 2019 by · Commenta 

Va un po’ lavorato? Dottor Mezzasoma, questo non sa scrivere in italiano! E lo sa cosa significa? Che dobbiamo dargli un ghostwriter e siccome i ghostwriter ne hanno le scatole piene per rimettere mano su libri del genere le chiederanno percentuali di vendita!

Ogni riferimento è puramente casuale” è la nuova raccolta di racconti per Sellerio di Antonio Manzini, scrittore di gialli celebre per aver inventato il fortunato personaggio Rocco Schiavone.
In questo caso però non ci troviamo davanti a una raccolta di racconti gialli, ma a racconti che mirano a svelare, con molta critica ed ironia, il dietro le quinte dell’ambiente letterario e editoriale, proseguendo così la tematica che lo scrittore aveva già affrontato nella sua novella satirica “Sull’orlo del precipizio”. Quello che Manzini tratteggia è infatti un ritratto dell’editoria impietoso…
continua a leggere

Speciale 50 anni in blu Sellerio: mezzo secolo di grandi libri per il marchio editoriale palermitano

8 Aprile 2019 by · Commenta 

La casa editrice Sellerio compie 50 anni e per l’occasione regala ai suoi lettori, dal 30 marzo al 28 aprile, un generoso 25% di sconto sul catalogo completo.

Era la primavera del 1969 quando i coniugi Elvira Giorgianni ed Enzo Sellerio fondavano a Palermo, con Leonardo Sciascia e Antonio Buttitta, una nuova casa editrice. L’investimento iniziale è una piccola somma, ma le ambizioni del quartetto fanno ben sperare. Sellerio si propone infatti come fucina intellettuale per la Sicilia, da cui narrare una terra che da sempre è, al tempo stesso, crocevia culturale e periferia del mondo. La nuova casa editrice ha come ulteriore obiettivo quello di parlare della società senza rinunciare alle “belle lettere”, al piacere del libro come oggetto, e quello della narrazione come connubio d’eleganza, impegno implicito e leggerezza. In cinquant’anni di storia Sellerio è diventata questo e molto altro ancora.

Un momento cruciale per la storia editoriale di Sellerio è la pubblicazione…continua a leggere

La memoria di Elvira

La memoria di Elvira

11 Maggio 2015 by · Commenta 

Dopo ogni visita, quando stavo per andarmene, mi regalava dei libri; scrittori e scritture totalmente difformi – da Héctor Bianciotti a Irene Brin, da Max Beerbohn a Lidia Storoni Mazzolani – ma accompagnando ogni dono con lo stesso, intenso «È bellissimo, vedrai, ti piacerà».
Una polimorfica passione di lettrice, che letterariamente mi spiazzava.
Quando le chiesi che cosa, al di là del suo lavoro di editrice, veramente le piacesse, mi rispose che la letteratura era per lei inscindibilmente connessa al divenire delle infinite trame della vita. E lo scrittore un couturier, che – allungando o accorciando, velando o mostrando –  liberamente ricuce vita e parola: l’abito, plurale e necessario, delle forme che l’immaginario deve cucirle addosso, per rappresentarla – la vita – aggiungendo uno sguardo inedito sul mondo. Abiti e sguardi di scrittura che l’affascinavano tutti, senza pregiudizi espressivi o limitazioni tematiche.
Ritornando da lei, dopo averli letti, mi chiedeva il parere su quei libri. Più che pareri, conferme: e tali quasi sempre erano.

Elvira Sellerio è stata una figura unica e indimenticabile nel panorama editoriale italiano della seconda metà del Novecento: donna coraggiosa, concreta e visionaria insieme, ha saputo creare e far crescere una delle case editrici più importanti del nostro paese, dando forma e corpo a quello che all’inizio sembrava un sogno impossibile, e che si è trasformato invece in una realtà con solide radici e grandi ambizioni e prospettive.
Nell’agosto del 2010, dopo una lunga malattia, Elvira Sellerio è morta lasciando in eredità ai suoi figli la sua casa editrice, con un nutritissimo catalogo in cui fiore all’occhiello è la collana “La memoria”, dall’inconfondibile copertina blu scuro. Il millesimo volume di questa collana, che esce oggi con il titolo La memoria di Elvira, non poteva che essere dedicato a lei, fondatrice e animatrice della casa editrice. In queste pagine sono raccolte le voci e le testimonianze… Continua a leggere

Il baco da seta

Il baco da seta

20 Ottobre 2014 by · Commenta 

«E così Owen sarebbe scomparso? Credevo che volesse restare a godersi lo spettacolo. Pensavo fosse questo il suo obiettivo. A meno che non si sia spaventato. A non mi sembra da lui. Non so come Owen potesse pensare di fottere proprio il suo editore e farla franca, ma lui è fatto così. È lo stronzo più illuso e arrogante che abbia mai conosciuto. Suppongo fosse convinto di poter dipingere Chard come un…»
Si interruppe con una risatina imbarazzata.
«Sono un pericolo per me stesso. Diciamo soltanto che mi ha sorpreso che Owen pensasse di passarla liscia. Forse si è spaventato quando ha capito che tutti sapevano bene a che cosa alludesse e ha preferito tagliare la corda.»

È un’indagine intrigante e ricchissima di colpi di scena quella che si svolge lungo le pagine di Il baco da seta (Salani), nuova avventura dell’investigatore Cormoran Strike e della sua bellissima assistente Robin Ellacott, seguito del fortunatissimo Il richiamo del cuculo, primo romanzo che li ha visti come protagonisti.
Questa volta Robert Galbraith (pseudonimo dietro cui si nasconde la celeberrima J. K. Rowling, madre letteraria del mondo meraviglioso e indimenticabile di Harry Potter e scrittrice dal carisma e dal talento inesauribili) racconta una storia che si snoda nel mondo dell’editoria, tra misteri, segreti, invidie e insidie inaspettate.
Cormoran Strike, infatti, questa volta viene ingaggiato da Leonora Quine, una giovane donna dall’aria dimessa ma dai modi decisi, che gli chiede di indagare sulla scomparsa di suo marito Owen. L’uomo è uno scrittore mediocre e forse un po’ megalomane, ha un carattere impulsivo e modi molto poco concilianti, ed scomparso nel nulla dopo aver scritto un romanzo… continua a leggere