domenica 09 dicembre 2018

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

7 dicembre 2018 by · Commenta 

Com’è riuscita una donna minuta e sola, in un mondo antico dominato dagli uomini, a portare il Regno d’Egitto a una delle sue massime espansioni di tutti i tempi e a diventare una delle stelle più brillanti della Storia? In questo libro ho cercato di dare una risposta a questa domanda.

L’amatissimo paleontologo e divulgatore Alberto Angela pubblica un nuovo libro per HarperCollins e Rai Libri, in cui ricostruisce la personalità di una delle donne più straordinarie che la Storia abbia conosciuto: “Cleopatra. La regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”.

Chi era la sovrana leggendaria che sedette sul trono di Alessandria d’Egitto e che seppe ammaliare e conquistare prima Giulio Cesare e poi Marco Antonio? In questi 2000 anni di storia di Cleopatra si sono date mille immagini: femme fatale o tenera innamorata, brillante statista o cinica calcolatrice disposta a tutto. Per ricostruire un profilo autentico dell’ultima erede…continua a leggere

Il dio del deserto

Il dio del deserto

10 novembre 2014 by · Commenta 

Prima di congedarmi, tuttavia, il Faraone Tamose mi mise fra le mani il reale Sigillo del Falco, con il quale delegava tutti i suoi poteri a chi lo portava. Il latore del sigillo rispondeva solo a lui. Nessuno, pena la morte, poteva interrogarlo o intralciarlo mente adempiva ai doveri del sovrano.
Il Faraone era solito affidare il Sigillo del Falco all’emissario da lui scelto nel corso di una solenne cerimonia alla presenza dei membri più illustri della sua corte. Capii però che, data la delicatezza della questione, stavolta aveva deciso di farlo nella più assoluta segretezza. Mi sentivo comunque intimidito dalla fiducia che mi aveva palesato.
Mi genuflessi e posai la fronte a terra, davanti a lui, ma il Faraone si chinò e mi aiutò a rialzarmi.
«Non mi hai mai deluso, Taita.» Mi abbracciò. «So che non lo farai nemmeno stavolta.»

Il maestro dell’avventura Wilbur Smith torna in libreria con un nuovo romanzo, Il dio del deserto (Longanesi), che riporta al centro della scena uno dei suoi personaggi più amati: Taita, meravigliosa figura di schiavo-consigliere intelligente e geniale, fedele braccio destro del Faraone egiziano Mamose e confidente di sua madre, la regina Lostris, già protagonista di romanzi come Il dio del fiume, Il settimo papiro e Alle fonti del Nilo.
Questa volta, il coraggioso e saggio Taita è chiamato a portare a termine una missione diplomatica che lo mette a dura prova, in cui ragione di stato e sentimenti si mescolano. Nel corso della precedente avventura che lo vedeva protagonista, infatti, l’amatissima regina Lostris è morta, e prima di spirare ha affidato al fedele Taita le sue due figlie, Bakatha e Tehuti. L’uomo farebbe qualsiasi cosa pur di proteggere le ragazze da ogni pericolo, proprio come, in passato, sarebbe stato disposto a tutto per salvare la vita della regina, ma la situazione politica, però, si complica irreparabilmente, e il rafforzarsi di una minacciosa falange di nemici, nella zona del delta del Nilo, impone al faraone di scappare… Continua a leggere