domenica 09 dicembre 2018

“…che Dio perdona tutti”: il primo romanzo di Pif

“…che Dio perdona tutti”: il primo romanzo di Pif

23 novembre 2018 by · Commenta 

Un single felice non sarà mai felice come una coppia felice.
Avevo sempre creduto a questa frase, tuttavia in trentacinque anni di vita non ero mai riuscito a metterla in pratica. Neanche la passione per il sesso era riuscita a dare un impulso decisivo, anche perché credo di aver anticipato di molti anni quel sorpasso che di solito avviene in vecchiaia, cioè quando l’interesse per il cibo supera quello per l’accoppiamento. Uno sciù alla ricotta mi provocava più emozione di una bella ragazza.

Pif, l’amatissimo conduttore e regista palermitano, fa il suo esordio in libreria, pubblicando per Feltrinelli “…che Dio perdona tutti”: un romanzo che parla d’amore, cattolicesimo e dolci siciliani.
Arturo ha trentacinque anni e un lavoro da agente immobiliare. È single e nel tempo libero gioca in porta in una squadra di calcio a cinque con gli amici. La sua vera passione è però …continua a leggere

Le ultime diciotto ore di Gesù

Le ultime diciotto ore di Gesù

11 settembre 2015 by · Commenta 

Due cause spiegano questi infiniti ritratti così diversi l’uno dall’altro. La prima è che Gesù è una di quelle figure sacre che ognuno è libero di immaginare secondo i suoi desideri e le sue speranze. La seconda è che sappiamo così poco di lui che nessun ritratto, nessuna fantasia, può essere considerata lontana dalla realtà, poiché una «realtà» semplicemente non esiste; su di lui non sapremo mai più di quanto già non sappiamo, cioè poco niente – i testi che lo raccontano sono frutto più della fede che della storia.
Neanche questo però è del tutto vero. C’è una realtà che trascende il resoconto dei fatti storicamente accertati; può essere immaginata sorretti dalla fede, se c’è; altrimenti dal fascino della sua figura che riguarda tutti, siano o no credenti secondo la fede. Nello sfuggente profilo storico del personaggio resta comunque un elemento di solida certezza: Gesù non si è limitato a dettare un messaggio, lo ha incarnato con la sua intera vita – e con la morte.

Sono gli ultimi momenti prima della morte di Gesù di Nazareth che Corrado Augias torna ad indagare nel suo ultimo libro Le ultime diciotto ore di Gesù, edito Einaudi. Quelle poche ore… Continua a leggere

Santa degli impossibili

Santa degli impossibili

13 maggio 2015 by · Commenta 

La prima volta che ho visto Annamaria non mi è stata simpatica. Sembrava impermeabile a tutto, distaccata, impegnata in pensieri suoi.
Poi una notte ci siamo incontrate in bagno. In ospedale di notte le luci restano accese ma c’è silenzio, e con la scusa di andare in bagno facevo spesso un giro per i corridoi deserti e illuminati di luce fredda e bianca.
Lei fumava davanti alla finestra aperta, con un’espressione triste che non le avevo notato prima. Mi era venuto spontaneo chiederle se aveva bisogno di qualcosa e lei mi aveva risposto: «Mi sembra sia tu quella che ha bisogno di qualcosa» guardandomi fissa negli occhi.

L’ultimo romanzo di Daria Bignardi, Santa degli impossibili (Mondadori), è il racconto a tre voci di una strana, asimmetrica, ipotetica rinascita. La protagonista della vicenda è Mila, una donna di quasi quarant’anni con dentro un’inquietudine apparentemente priva di ragioni, ma che pure c’è e le consuma la vita, gettando ombre su ogni aspetto della sua esistenza, giorno dopo giorno.
Mila ha un marito, un uomo che ha amato e di cui conosce a menadito i difetti, che le sembrano ogni giorno più insopportabili; ha tre figli che ama profondamente e a cui ha scelto di dedicare la vita, sacrificando il suo lavoro di giornalista, che però le succhiano ogni energia; ha un meraviglioso bagaglio di ricordi risalenti all’epoca d’oro della sua infanzia, quando viveva con i suoi genitori, un uomo e una donna capaci di dedicarsi con tutto il cuore agli altri, senza dare mai l’idea di stare compiendo un sacrificio, ma non riesce a trasformare la sua memoria di quel passato in qualcosa capace di rendere migliore il presente… Continua a leggere

La ballata di Adam Henry

La ballata di Adam Henry

19 dicembre 2014 by · Commenta 

Infine fu la volta dell’avvocato Tovey. Aiutandosi con il bastone si portò in posizione eretta. Rappresentava tanto il ragazzo quanto Marina Greene, tutrice del minore, e ostentò un tono di voce volutamente neutro. I colleghi che lo avevano preceduto erano riusciti a illustrare esaurientemente la questione, risolvendo ogni rilevante punto di diritto. Sull’intelligenza di Adam non c’erano dubbi. Come pure sulla sua piena comprensione delle Scritture nell’interpretazione che ne proponevano i seguaci della sua setta. Era importante considerare che il ragazzo aveva quasi diciotto anni anche se, di fatto, restava un minorenne. Dipendeva pertanto esclusivamente da Sua Eccellenza il giudice Maye stabilire quale peso attribuire alla volontà del ragazzo.
Quanto il legale riprese posto a sedere, calò il silenzio. Tovey aveva contribuito a ridurre il campo a una decisione da assumere. Rivolgendosi a lui, Fiona disse: – In considerazione dell’unicità del caso, ho deciso di sentire il parere personale di Adam Henry.

Il nuovo romanzo di Ian McEwan, La ballata di Adam Henry (Einaudi), è una storia coraggiosa, intensa e tesa, che entra di diritto a far parte della lunga lista di capolavori frutto della penna del grande autore inglese.
McEwan, questa volta, mette al centro del suo racconto un grande interrogativo etico, morale e umano: quello che ha a che vedere con il diritto delle persone a decidere del proprio destino, specie quando sono costrette a confrontarsi con l’enormità della malattia e con l’avvicinarsi della morte. Ma, accanto a questo, sceglie di parlare anche di molto altro: del diritto di un minore a decidere della propria sorte; della possibilità, per un padre e una madre, di accettare la morte del proprio figlio pur di non derogare a una norma morale totalmente auto-imposta; del rapporto conflittuale ma impossibile da eludere tra razionalità a spiritualità, tra scienza e fede; della responsabilità, infine, di coloro che sono chiamati a prendere decisioni capaci di cambiare radicalmente la vita altrui, e che devono fare in ogni momento i conti con il peso di una responsabilità così enorme… Continua a leggere

Meditazioni sulla passione

Meditazioni sulla passione

18 aprile 2014 by · Commenta 

«La logica della redenzione è una logica totalmente estranea alla logica del potere. Dove c’è una non ci può essere l’altra. Solo l’immaturità della fede ci fa agognare un segno straordinario, qualcosa che ci permetta di dire agli altri “Avete visto? Siete rimasti senza parole?” L’unica cosa straordinaria è l’amore. L’intero universo è immerso nell’amore, ma noi non siamo in grado di vederlo. È sempre la tentazione del potere a negarci questa visione.»

L’ultimo lavoro di Susanna Tamaro, queste brevi e intense Meditazioni sulla passione pubblicate dall’editore Bompiani in occasione della Pasqua, non è un romanzo né un’opera di invenzione. È, piuttosto, un vero e proprio viaggio di riflessione attraverso una storia che tutti noi conosciamo ma su cui l’umanità intera continua da millenni a interrogarsi: la vicenda del sacrificio di Gesù Cristo, della sua morte… continua a leggere

Il caso o la speranza?

Il caso o la speranza?

13 marzo 2013 by · 1 Comment 

Vito Mancuso (teologo) e Paolo Flores D’Arcais (filosofo e pubblicista) sono due personaggi diversissimi tra loro ma il loro amore per la filosofia e la riflessione li ha fatti incontrare. E così nasce Il caso o la speranza (Garzanti) un saggio sul rapporto tra fede e scienza. In dialogo serrato, aspro e ricco di affondi, i due autori affrontato questioni sempre molto spinosi come: il bene e la dimensione etica dell’uomo sono naturali o innaturali? Nell’universo è possibile rintracciare un fine capace di sottrarre le nostre vite alla casualità che pare dominarle?… continua a leggere

Al cuore della fede. Il mio Cristianesimo

Al cuore della fede. Il mio Cristianesimo

6 marzo 2013 by · Commenta 

«Nessuno può sfuggire completamente al dubbio, ma nemmeno alla fede; per l’uno la fede rende presente contro il dubbio, per l’altro attraverso il dubbio e sotto forma di dubbio».

A pochi giorni di distanza dalla scelta senza precedenti di rinuncia al ministero petrino, Benedetto XVI (Joseph Ratzinger) pubblica con Rizzoli Al cuore della fede. Il mio Cristianesimo, un saggio dedicato ai grandi temi con cui il teologo si è sempre dovuto confrontare. Che cos’è la fede? Come si concilia con la modernità? Che posto occupa in una società che sembra voler cancellare tutto ciò che è tradizione?… continua a leggere

Io credo. Dialogo tra un’atea e un prete

Io credo. Dialogo tra un’atea e un prete

26 novembre 2012 by · Commenta 

«Scienza vuol dire conoscere l’universo che ci circonda, le leggi che regolano il nostro corpo, il pianeta. Sapere qual è la nostra posizione nella società e nel mondo. Liberarsi da tante superstizioni e paure. […] Ho grande rispetto per la scienza e gli scienziati. L’autonomia della scienza, però, dee tenere conto di una dimensione etica affinché non diventi distruzione».

Margherita Hack (scienziata di fama internazionale e atea) e Pierluigi Piazza (prete di frontiera sempre pronto a lottare per i più deboli) discutono e si confrontano sui valori fondamentali che orientano la vita umana: etica, scienza, fede, progresso, morte, politica, testamento biologico… Il libro che ne risulta, Io credo. Dialogo tra un’atea e un prete (Nuovadimensione), è… continua a leggere

Il tempo è un dio breve

Il tempo è un dio breve

23 ottobre 2012 by · Commenta 

«Una sera ti giri perché senti tuo figlio piangere e senza che nulla lo abbia annunciato scopri il dolore del mondo. Prima la vita aveva l’aspetto di un grande telo ben tirato, su cui camminare non era facile ma era possibile, questione di allenamento e anche di determinazione. Ora si spalanca impensato uno strappo sotto i tuoi piedi e con orrore lo vedi allargarsi verso tuo figlio che invece non lo vede e capisci che finirà per caderci dentro se tu non corri, aggiri lo strappo, prendi in braccio il bambino. E da questo momento non c’è riposo per te».

Al centro di questo nuovo romanzo di Mariapia Veladiano emerge la figura solitaria di Ildegarda. Una donna che viene abbandonata dal proprio marito e … continua a leggere

Testimoni del messaggio cristiano

Testimoni del messaggio cristiano

16 febbraio 2012 by · Commenta 

Testimoni del messaggio cristiano è il nuovo saggio di Benedetto XVI edito dalla casa editrice Mondadori. In questo nuovo libro il Papa presenta personaggi straordinari, scrittori, intellettuali che hanno recepito e trasmesso con forza il messaggio cristiano attraverso la testimonianza diretta della loro vita e i loro scritti. Trenta ritratti profondi per rispondere alla necessità contemporanea di «educare il popolo di Dio alla conoscenza di molti scrittori che hanno esemplarmente illustrato la fede… continua a leggere