mercoledì 19 giugno 2019

Recensione libro: “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli

Recensione libro: “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli

30 Maggio 2017 by · Commenta 

La capacità di comprendere prima di vedere è il cuore del pensiero scientifico. Nell’antichità Anassimandro ha capito che il cielo continua sotto i nostri piedi, prima che le navi facessero il giro della Terra. All’inizio dell’era moderna Copernico ha capito che la Terra gira, prima che gli astronauti la vedessero girare dalla luna. Così Einstein ha capito che il tempo non scorre uniforme, prima che gli orologi fossero abbastanza precisi per misurare la differenza. Nel corso di passi come questi, impariamo che cose che sembravano ovvie erano pregiudizi.

Sette brevi lezioni di fisica” aveva entusiasmato la critica e il pubblico, dimostrando come possa essere appassionante e accessibile il mondo della fisica. “L’ordine del tempo”, recentemente pubblicato con Adelphi, si interroga sul ruolo del tempo nelle ricerche scientifiche con il medesimo grado di semplicità e chiarezza del precedente saggio. Il pensiero di Newton, quello di Einstein e la teoria, formulata anche da Rovelli, della gravità quantistica a loop sono le basi scelte per osservare gli sviluppi della fisica sul tema. Se il tempo è stato strutturato in un cerchio dagli… continua a leggere

Particelle familiari

Particelle familiari

3 Luglio 2014 by · Commenta 

«Più tardi, i giornali diranno al mondo che oggi è stato scoperto il Bosone di Higgs. Da queste parti, preferiamo dire che oggi è l’Higgs-dependence day. La scoperta di una nuova particella non arriva immediata, un giorno preciso, come se un coperchio fosse stato improvvisamente alzato, e l’avessimo vista apparire ai nostri occhi dove prima non c’era nulla. O perlomeno, non questa particella, così elusiva, di cui sapevamo così poco per poterla cercare in un solo posto, seguendo una sola traccia. Oggi possiamo dichiarare al mondo che siamo certi che una nuova particella esiste, che ha finalmente il diritto di vivere in modo indipendente nello zoo delle particelle, insieme a tutte le altre. Ma questa scoperta arriva da lontano, è un sicurezza che si è costruita indizio dopo indizio, in un quadro che si è fatto più chiaro nel tempo, come una nebbia che si dirada.»

Marco Delmastro è un fisico delle particelle. Dietro questa definizione, oscura per la maggior parte dei profani, si nasconde un mestiere meraviglioso e sconosciuto, quello di chi prova a scoprire cosa si nasconde nell’universo dell’infinitamente piccolo, nel mondo sfuggente delle particelle che sono il costituente microscopico della materia. Per provare a spiegare meglio cosa sia il suo mestiere, e per raccontare a grandi e piccoli cos’è la fisica e perché il suo studio può portarci a conoscere sempre meglio l’universo in cui viviamo, Delmastro ha scritto Particelle familiari. Le avventure della fisica e del bosone di Higgs, con Pulce al seguito, che arriva oggi in libreria grazie all’editore Laterzacontinua a leggere

Sulle spalle di un gigante

Sulle spalle di un gigante

9 Maggio 2014 by · Commenta 

«La mela di Newton ha un suo posto nella mitologia e nella storia, al fianco di quelle di Eva e di Paride, Biancaneve e Guglielmo Tell, Alan Turing e i Beatles, Steve Wozniak e Steve Jobs. Si tratta del frutto che lo scienziato raccontò, da vecchio, di aver visto cadere, da giovane, nel giardino della sua casa natale di Woolsthorpe, dov’era sfollato a causa della peste che imperversava a Cambridge e Londra. Ed era una mela attratta a terra da una forza, che egli intuì essere la stessa che teneva in orbita la luna.»

Ci sono personaggi storici che rimangono inesorabilmente invischiati in un aneddoto, un singolo episodio che li caratterizza e che entra nell’immaginario comune anche al di là del suo reale significato: uno di questi è Isaac Newton, sommo scienziato e pensatore secentesco, che deve la sua fama all’aneddoto legato alla sua osservazione del moto di caduta di una mela, episodio che gli avrebbe consentito di formulare la legge di gravitazione universale dei corpi.
Se è innegabile che questo episodio è ormai entrato nell’immaginario collettivo – anche in quello dei non addetti ai lavori della fisica – è però altrettanto vero che l’opera e il pensiero di Newton sono in realtà molto più vasti e universali di quanto questo breve aneddoto suggerisca. Ed è proprio la volontà di mostrare almeno alcune delle “molte facce del diamante Newton” che ha spinto il matematico Piergiorgio Odifreddi a scrivere Sulle spalle di un gigante (Longanesi), saggio-biografia interamente dedicato a quello che, a parere dell’autore, è stato “ il più grande scienziato della storia… continua a leggere

Compendi per l’Università: la nuova collana di libreriauniversitaria.it

Compendi per l’Università: la nuova collana di libreriauniversitaria.it

22 Gennaio 2014 by · Commenta 

libreriauniversitaria.it lancia in questi giorni la collana Compendi per l’Università: manuali agili, colorati, leggeri, ma contenenti tutte le nozioni più importanti delle principali discipline, organizzati in modo chiaro e organico per facilitare la comprensione e la memorizzazione. Come si intuisce dal nome la collana è studiata apposta per gli studenti universitari: sono l’ideale, infatti, per preparare in modo veloce ed efficace esami universitari e si adattano perfettamente anche allo studio in previsione di concorsi  di qualsiasi livello! I primi tre titoli di lancio sono: BiologiaChimica Fisica, ma nei prossimi mesi vedremo l’uscita di molte altre materie. … continua a leggere