domenica 09 dicembre 2018

Genere: maschio. “L’animale che mi porto dentro” di Francesco Piccolo

Genere: maschio. “L’animale che mi porto dentro” di Francesco Piccolo

27 novembre 2018 by · Commenta 

Leggo e vedo film e ascolto canzoni perché la mia vita non mi basta, per costruire l’identità devo usare altri strumenti, più che posso. E ho cominciato a scrivere per affermare una diversità: dagli altri maschi, ma soprattutto da quel me stesso che è come gli altri maschi. E da mio padre.

È uscito per Einaudi “L’animale che mi porto dentro”, l’ultimo romanzo di Francesco Piccolo. L’autore casertano, Premio Strega nel 2014 per “Il desiderio di essere come tutti” e sceneggiatore di alcuni dei più bei film di Moretti e Virzì, pubblica un libro potente e bellissimo, sull’essere maschi.
L’immagine scelta per la sovracoperta, un ritratto del 1954 di Moira Orfei dal titolo “Gli italiani si voltano”, non potrebbe essere più azzeccata. In essa è infatti condensata una delle scene madre del romanzo: quel momento in cui gli uomini, in branco, in gruppo, in squadra, nella forma del soggetto collettivo – quel “noi” che parlerà come un coro nelle ultime pagine del libro – guardano una donna e la desiderano.
Una scena simile si verifica, per il piccolo Francesco, ogni estate alla villa di vacanza. Tutte le sere…continua a leggere

Figuracce

Figuracce

10 luglio 2014 by · Commenta 

«Gli scrittori, si dice, non amano la compagnia degli altri scrittori. Si finisce sempre a sparlare di colleghi, di premi letterari, di vendite, insomma di affari penosi che poco hanno a che fare con la letteratura. Ma quella sera, complice l’alcol e un’aria fresca che arrivava dal mare, eravamo tutti contenti e desiderosi di ritrovarci insieme. Dopo esserci lessati siamo finiti in una pizzeria per stranieri, di quelle che hanno i menu con le foto dei piatti. Ci siamo ordinati la pizza e abbiamo cominciato a raccontare le peggiori figuracce della nostra carriera.
Il mestiere dello scrittore, secondo me, per essere tale deve essere cosparso, come un würstel di senape, di figure di merda.»

Figuracce (Einaudi Stile Libero) è una raccolta divertita e straordinariamente divertente in cui otto dei più celebri e amati autori italiani del nostro tempo (Diego De Silva, Paolo Giordano, Antonio Pascale, Francesco Piccolo, Christian Raimo, Elena Stancanelli, Emanuele Trevi e Niccolò Ammaniti, che è anche curatore del libro) raccontano le peggiori figuracce della loro vita, lavorativa e non solo.
Questi otto protagonisti della letteratura italiana di oggi si confessano… continua a leggere

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti

30 ottobre 2013 by · Commenta 

«Quando sono diventato comunista, senza sapere fare altro che essere solidale con i più deboli e i più poveri di una partita di calcio, era questo il mondo che era stato preparato per me. Ciò che mi attirò subito, quando in modo sostanzialmente inconsapevole cominciai a sentirmi comunista – ciò che mi fece sentire diverso da mio padre e da mia madre e dai loro amici e da molti dei miei amici e compagni di scuola – fu questa sensazione molto sfocata nei contenuti ma molto netta nell’aria, di desiderio di cambiamento, di rinnovamento, di disponibilità verso il futuro. Era come se mi fossi staccato dal resto del mondo dove vivevo, soltanto per quest’aria che io sentivo e loro no.»

Il desiderio di essere come tutti, ultima opera di Francesco Piccolo appena uscita per i tipi di Einaudi, racconta una storia d’amore intensa, piena di svolte e di momenti indimenticabili, di attimi destinati a durare per sempre e di fulminee, abbacinanti rivelazioni: la storia d’amore tra un uomo e la vita pubblica, politica, del suo paese… continua a leggere