sabato 25 maggio 2019

“Elevation”: il nuovo romanzo di Stephen King è un’elogio spensierato alla leggerezza

“Elevation”: il nuovo romanzo di Stephen King è un’elogio spensierato alla leggerezza

27 Febbraio 2019 by · Commenta 

«Il potere che la forza di gravità esercita su di me si è decisamente ridotto. Chi non ne sarebbe felice?»

Torna in libreria il maestro del brivido Stephen King, e stavolta non con lo scopo di farci rabbrividire: in “Elevation”, il nuovo libro dell’autore bestseller statunitense, edito in Italia da Sperling & Kupfer, il meraviglioso non è orrore, ma una splendida occasione per un cambio di prospettiva.

Nella stessa Castel Rock di “Doctor Sleep” e “La scatola dei bottoni di Gwendy”, sta accadendo ancora qualcosa di incredibile. Scott Carrey, designer divorziato che vive solo col suo gatto Bill D. Cat, si è accorto di aver perso diversi chili. Eppure il suo aspetto è rimasto inalterato. La cosa ancora più strana è che quando si mette sulla bilancia…continua a leggere

La festa dell’insignificanza

La festa dell’insignificanza

4 Novembre 2013 by · Commenta 

«Quando un tipo brillante cerca di sedurre una donna, questa ha l’impressione di entrare in competizione. Anche lei si sente in dovere di brillare. Di non concedersi senza opporre resistenza. Mentre l’insignificanza la libera. La affranca dalle precauzioni. Non esige alcuna presenza di spirito. La rende spensierata.
L’insignificanza, amico mio, è l’essenza della vita.»

È un testo affascinante, poliedrico e inafferrabile La festa dell’insignificanza, ultima opera di Milan Kundera appena pubblicata, in prima edizione mondiale, da Adelphi.
Per chi ama la prosa del grande autore ceco, questo testo è un vero e proprio, inaspettato regalo, capace di lasciare a bocca aperta per la sua forza, la sua efficacia, il suo essere insieme sorprendente ma anche fatalmente riconoscibile: puro Kundera, insomma, nella sua forma più perfetta e più smagliante, capace di divertire, ammaliare e commuovere.
Tra le pagine di questo testo si ritrovano tutti gli elementi, i toni, le sfumature e i colori a cui l’autore ci ha abituato, condensati nella loro forma più alta e più efficace: tutto ruota attorno al tema – imprescindibile – della leggerezza, della necessità di non prendersi troppo sul serio nemmeno nel momento in cui ci si addentra dentro ciò che di più impegnativo, più intenso e più vero esista nella vita dell’uomo. L’obiettivo è quello di addentrarsi senza paura nelle profondità della realtà e delle cose… continua a leggere