domenica 09 dicembre 2018

“Ogni cosa è fulminata”: il nonsense quotidiano secondo Luciana Littizzetto

“Ogni cosa è fulminata”: il nonsense quotidiano secondo Luciana Littizzetto

3 dicembre 2018 by · Commenta 

Perché esistono gli apribottiglie senza alette? Se mi spiegate il perché giuro che vi pago. Poco ma vi pago. Mi riferisco a quelli a forma di T con la maniglia orizzontale di legno e il fusillone di ferro. Quelli che li pianti nel sughero del tappo di Barolo e cento volte su cento il tappo si disintegra. Fa l’effetto delle navicelle spaziali quando entrano nell’atmosfera. Non esplodono ma quasi. Diciamolo una volta per tutte. È impossibile stappare una bottiglia di vino con quei cavatappi lì. Ci riesce solo il dio Thor. Secondo me li hanno inventati gli uomini per far vedere quanto sono forti. A differenza di quelli con le alette che li hanno inventati le donne per far vedere quanto sono furbe.

Ogni cosa è fulminata. Alla ricerca delle Picicì (Piccole Cose Certe)” è il nuovo libro della peperina Luciana Littizzetto appena uscito per Mondadori.

Avete presente tutte quelle piccole cose fastidiose che ci complicano quotidianamente la vita? I tovagliolini del bar che non asciugano, i tubetti di pomata che schizzano, la pellicola che…continua a leggere

L’incredibile Urka

L’incredibile Urka

5 dicembre 2014 by · Commenta 

Un mito papa Frank. Papa Francone. Frankienergy. Sai che io lo farei già santo? Non fosse papa me lo sposerei. Voglio diventare una papa boya. Secondo voi vestita da suora come starei? Dico che sono dell’ordine delle suore di Maria de Filippi. Una carmelitanina storna che porta colui che non ritorna.
Sai perché mi piace Franky? Perché taglia corto. Fa le prediche brevi. Più corte di così, si finisce nei Baci Perugina. Ci sono dei preti invece che ti fanno certi pipponi… una predica non può durare come una puntata di Montalbano. E senza neanche gli spot in mezzo. Tu sei lì che li ascolti in piedi e senti proprio che le ossa si fanno molli, ti cedono le giunture, ti si sfiaccano i glutei; poi ti distrai, la mente vaga, se il prete ti sta raccontando delle nozze di Cana ti viene in mente che anche tu devi imbottigliare il vino. Invece lui dice due o tre robe fighe poi bon. Chiusa la pratica. Hai capito il Franco tiratore? Spara dei rigori a porta vuota che a Eminems secondo me trema la tonaca.

L’incredibile Urka che dà il titolo all’ultimo romanzo di Luciana Littizzetto, appena pubblicato da Mondadori, altro non è che un alter-ego della sua autrice: una donna brillante e pungente, indomita e piena di ironia, che si indigna per le piccole e grandi follie del mondo che ci circonda e che, per non implodere e non rovinarsi il fegato, preferisce farsi verde di rabbia ed esplodere in una salutare, liberatoria risata.
Una donna che non può credere che, al mondo, esistano trattamenti estetici che promettono di spianare le rughe grazie a una robusta dose di schiaffi… Continua a leggere

Madama Sbatterflay

Madama Sbatterflay

20 novembre 2012 by · Commenta 

«Amici. Amici del sesso avverso. Allegri compari di Sherwood. Cara altra metà della mela, quella dove c’è il vermino […]cari homi sapiens sapiens, state sereni e non temete. Dire una volta tanto «Ti amo» non crea né impotenza né assuefazione».

Luciana Littizzetto, nota scrittrice e comica, torna in libreria con un nuovo irriverente, spassoso e acuto libro: Madama Sbatterflay edito da Mondadori. Ancora una volta la Littizzietto scrive tutto ciò che le donne pensano ma non dicono. Dal rapporto con gli uomini alla politica, dal gossip alla crisi economica passando per la “Jolanda” e gli altri “Paesi bassi”: sono questi gli ingredienti… continua a leggere

È nata una star?

È nata una star?

22 agosto 2012 by · Commenta 

Cosa farebbe una madre se scoprisse, un giorno come un altro, che il figlio è un attore di film a luci rosse? Come parlarne con il figlio e con il marito? Se la madre in questione, inoltre, ha il volto e la voce di Luciana Littizetto la risata è assicurata. Stiamo parlando di È nata una star?, commedia di Lucio Pellegrini con Luciana Litizzetto, Rocco Papaleo, Pietro Castellitto tratta dall’omonimo libro di Nick Horby. La trasposizione cinematografica è stata arricchita di… continua a leggere

L’educazione delle fanciulle

L’educazione delle fanciulle

28 novembre 2011 by · Commenta 

«Cara Luciana, l’obiettivo primo della fantasia femminile è l’amore. La ragazza di oggi magari fantastica, ma su dati reali; quella di ieri, fantasticava veramente».
«Vedi, Franca, anche noi fantasticavamo, ma prima dovevi verifi care se il Principe era azzurro o se tendeva al verde rospo. Bisogna baciarne un sacco per trovare quello che non ti allappa la lingua come i cachi acerbi… continua a leggere