lunedì 17 dicembre 2018

Nel muro, l’orrore: l’ultimo romanzo di Mauro Corona

Nel muro, l’orrore: l’ultimo romanzo di Mauro Corona

15 novembre 2018 by · Commenta 

Oggi è passato un po’ di tempo, per l’esattezza trentadue anni, e ancora mi chiedo perché il destino mi pose in mano quel piccone. Proprio quello. Da quando ho iniziato a mettere sul quaderno la storia maledetta, mi trovo ancora lì, davanti alla baita, col piccone alzato. Sto guadagnando tempo. Perché? Perché quando calerò il primo colpo, si saprà tutto e a quel punto non ci sarà pace per nessuno.

Mauro Corona torna al romanzo: esce questa settimana, per Mondadori, “Nel muro”, una storia dura e spietata che parla di violenza.
La voce che la racconta è quella di un uomo, “ brutto, ubriacone, cattivo e infame”. Un uomo che odia le donne, e anche gli uomini. Ma le donne di più. Ha simpatia solo per… continua a leggere

La ragazza nella nebbia

La ragazza nella nebbia

26 novembre 2015 by · Commenta 

«Agente speciale Vogel, lei stanotte ha avuto un incidente».
«Lo so anch’io» rispose l’altro, rabbioso.
«E viaggiava da solo, è esatto?»
«Gliel’ho appena detto».
«E non ha riportato conseguenze. È illeso».
«Sto bene, quante volte vuole chiedermelo?»
«Allora mi spieghi una cosa…Se lei è incolume, a chi appartiene il sangue che c’è sui suoi vestiti?»

La scomparsa di una ragazzina due giorni prima di Natale, un paesino disperso tra le Alpi, una coltre di nebbia che tutto copre. A distanza di due mesi, il poliziotto che indaga sul caso viene ritrovato illeso e in stato confusionale, con la camicia macchiata di sangue. Il nuovo romanzo di Donato Carrisi, La ragazza nella nebbia, edito Longanesi, si apre con un mistero pesante e fitto come l’oscurità che lo avvolge.
L’agente speciale Vogel non è un poliziotto qualunque…Continua a leggere

Cuore depravato

Cuore depravato

25 novembre 2015 by · Commenta 

Credevo che un orsacchiotto di peluche potesse regalare un po’ di gioia a una bambina trascurata e farla sentire amata e, mentre osservo Mister Pickle sul letto della stanza di Lucy a Quantico in un video di cui fino a un minuto fa ignoravo l’esistenza, all’iniziale scarica di tensione a basso voltaggio segue una calma generalizzata. La linea ora è piatta. Mi concentro. Mi impongo di pensare in maniera lucida, obiettiva, scientifica. Il video che sta scorrendo sul mio smartphone è autentico. È indispensabile che io non lo metta in dubbio. Non sono immagini ritoccate con Photoshop o fabbricate artificialmente in qualche modo. So benissimo che cosa sto vedendo.

La più famosa anatomopatologa Kay Scarpetta, personaggio creato da Patricia Cornwell, una delle più brave e apprezzate scrittrici americane di gialli, si ritrova gettata in un incubo dai risolti personali e oscuri. In Cuore depravato, edito Mondadori, il medico legale è chiamato ad indagare sulla morte apparentemente accidentale della figlia di una nota e benestante produttrice di Hollywood. Durante un primo sopralluogo sulla scena del delitto, riceve sul cellulare un messaggio…Continua a leggere

Chi perde paga

Chi perde paga

25 settembre 2015 by · Commenta 

«Sei stupido», continuò Rothstein in un improvviso stato di euforia. «Ti consideri superiore ai tuoi soci, ma non lo sei. Almeno loro capiscono che il denaro contante può essere speso.» Si piegò in avanti, fissando la faccia pallida costellata di lentiggini. «Sai che ti dico, bamboccio? Sono quelli del tuo stampo a rovinare la reputazione degli altri lettori.»
«Ultimo avvertimento», replicò Morrie.
«Fottiti. E che si fotta pure tua madre. Sparami o esci da qui.»
Morris Bellamy gli sparò.

Il grande maestro Stephen King non delude mai i suoi lettori, come mostra il suo ultimo capolavoro Chi perde paga, edito Sperling & Kupfer.
Morris Bellamy è un giovane lettore ossessionato dello scrittore Rothstein…Continua a leggere

Perché tu non ti perda nel quartiere

Perché tu non ti perda nel quartiere

29 maggio 2015 by · Commenta 

– C’è qualcuno di cui ho trovato il nome nel taccuino. Le sarei grato se volesse darmi qualche informazione su di lui… – Il tono era diventato più umile. – Scusi se sono stato indiscreto…
– Di chi si tratta? – chiese Daragane controvoglia.
Provava il bisogno urgente di alzarsi e dirigersi a grandi passi verso la porta aperta su boulevard Haussmann. E respirare all’aria aperta.
– Di un certo Guy Torstel.
Aveva pronunciato nome e cognome scandendo bene le sillabe, come per risvegliare la memoria assopita dell’interlocutore.ù
– Chi?
– Guy Torstel.
Daragane tirò fuori di tasca il taccuino e l’aprì alla lettera T. Lesse il nome, in cima alla pagina, ma quel Guy Torstel non gli diceva niente.
– Non so chi possa essere.
– Davvero?
L’altro pareva deluso.

Il premio Nobel per la letteratura Patrick Modiano torna in libreria con un nuovo romanzo, Perché tu non ti perda nel quartiere (Einaudi), ambientato in una Parigi enigmatica e piena di segreti, ricordi e suggestioni.
Il protagonista di questa storia è uno scrittore ormai anziano, Jean Daragane, che conduce vita ritirata e che ha un rapporto strano, ambiguo e controverso con le altre persone, e con i suoi stessi ricordi del passato. Daragane vorrebbe solo chiamarsi fuori dal mondo, chiudersi nel suo studio e non dover più fare i conti con niente e con nessuno, ma un giorno una telefonata rompe la sua corazza di altero isolamento: un uomo, dall’altra parte della cornetta, gli dice di aver ritrovato un taccuino pieno di indirizzi, che lo scrittore aveva perso alcune settimane prima nella caffetteria della Gare de Lyon… Continua a leggere

Libri da leggere: Neil Gaiman – Coraline

Libri da leggere: Neil Gaiman – Coraline

7 gennaio 2015 by · Commenta 

Non esiste cosa più abissale delle favole e Coraline (Mondadori), celeberrimo romanzo “per ragazzi” di Neil Gaiman, delle favole ha tutta la grazia e tutta la grandezza, tutta la potenza riassunta in uno scheletro apparentemente semplice.
La protagonista di questo romanzo è – come potrebbe essere altrimenti? – una bimba bella, intrepida e inquieta, che dimostra una tenacia senza pari nell’opporsi al grigiore del mondo e nel cercare se stessa combattendo, all’occorrenza, pericoli indefiniti e universali, misteriosi e spaventosi come sono sempre i mostri e le paure dell’infanzia.
Il mostro contro cui Coraline combatte in queste pagine è orrendo e cattivo, e sconfiggerlo è, per un’eroina come la protagonista di questa storia, un obbligo imprescindibile, dal momento che in gioco ci sono la sua vita, quella delle persone che ama e anche quella di alcuni sconosciuti che, rinchiusi in uno sgabuzzino buio, le rivolgono parole traboccanti di pena e la implorano di non condannarli a un destino di oscurità.
Per vincere la sua battaglia, Coraline può contare sull’aiuto di un gatto senza nome, di un sassolino bucato e magico e soprattutto sulla propria forza di volontà e sulla prevedibilità del comportamento dei mostri. Che alla fine perdono sempre, anche quando giocano sporco, proprio perché nella mostruosità non c’è altro che ripetitivo dolore, eterno ritorno del male che non sa uscire da se stesso… continua a leggere