domenica 18 agosto 2019

Consigli per le vacanze: “L’enigma dell’abate nero” di Marcello Simoni

Consigli per le vacanze: “L’enigma dell’abate nero” di Marcello Simoni

12 Agosto 2019 by · Commenta 

«Ve lo ripeto, è la verità», insistette Angelo Bruni, battendo i pugni paffuti sul desco di quercia.
«Ah, la verità!», sospirò Tigrinus, mentre pensava a quante volte aveva affondato le mani nel fango perché sedotto da quella parola.

Il nostro consiglio per le vacanze di oggi è “L’enigma dell’abate nero”, libro edito da Newton Compton e scritto da Marcello Simoni, terzo capitolo della “Secretum saga”, iniziata con “L’eredità dell’abate nero”. Marcello Simoni è l’autore italiano di thriller storici più letto nel mondo, con “Il mercante di libri maledetti” ha vinto il Premio Bancarella 2012.

In “L’enigma dell’abate nero” ritornano le avventure di Tigrinus, il ladro fiorentino legato a Cosimo de’ Medici. Estate 1461, Mar Ligure. Una nave proveniente da Avignone viene abbordata da…continua a leggere

La libreria dei desideri

La libreria dei desideri

5 Febbraio 2016 by · Commenta 

«Bè, Jake mi ha detto che potevo sdraiarmi qui. Spegni la luce e vieni a letto». Batté la mano sul materasso accanto a sé. «Scusami. Non mi ero accorto che fossi incinta». Alzò lo sguardo verso il soffitto. Mi mancò il fiato e mi coprii la pancia con le braccia, come se potessi nascondere la verità. «Smettila di guardarmi», dissi, dirigendomi verso l’interruttore. Anche se si era messo il braccio muscoloso e abbronzato sulla fronte, continuavo a sentire i suoi occhi su di me. A ogni passo che facevo, immaginavo la pancia che cresceva, la verità diventava sempre più evidente. Spensi la luce. Il sole batteva sull’altro lato della casa, i raggi pomeridiani illuminavano con il loro bagliore la stanza. Girai intorno al letto e mi fermai, senza sapere se volessi davvero distendermi accanto a quel ragazzo dall’aspetto ostile, che aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita circondato da armi e sabbia.
Theo mi guardò con la coda dell’occhio. «Tranquilla. Non alzerei mai un dito su una ragazza incinta. Che lei lo voglia o meno… non me ne frega niente.»
Spalancai la bocca. «Oh… tu pensi che io possa pensare che…» Mi tremò la voce, quindi mi fermai e provai con un’altra tattica. «Io non…» Tremava ancora. feci l’unica cosa che mi sentii in grado di fare. «Vabbè», dissi raccogliendo le scarpe con il tacco, pronta ad andarmene a casa.
«Aspetta, che stai facendo?». Theo si passò una mano sul viso. «Non andartene». Il suo tono si addolcì. «Non voglio restare da solo»

Il libro d’esordio di Claire Ashby in uscita per Newton Compton, La libreria dei desideri, è un irresistibile romanzo d’amore, già bestseller per il New York Times. Ambientato tra gli scaffali di una libreria…Continua a leggere

La stirpe

La stirpe

29 Febbraio 2012 by · Commenta 

Nel romanzo di Meljean Brook, intitolato La stirpe ed edito da Newton Compton, ci troviamo a Londra, nel diciottesimo secolo.
Rhys Trahaearn è diventato un eroe nazionale dopo aver liberato l’Inghilterra dalle orde dell’esercito asiatico. Ma il potere lo ha reso un uomo freddo e calcolatore, tanto da costruire un regno fondato sul potere e sulla paura e fargli guadagnare il titolo di Duca di Ferro… continua a leggere

I diamanti sono i migliori amici delle donne

I diamanti sono i migliori amici delle donne

29 Febbraio 2012 by · Commenta 

Il romanzo I diamanti sono i migliori amici delle donne, scritto da Jessica Jiji ed edito dalla casa editrice Newton Compton, racconta la storia di Michelle Benamou, una donna alla soglia dei trent’anni che può considerarsi una donna realizzata perchè ha tutto quello che si potrebbe sognare. Fanno parte della lista: un lavoro stimolante, un bell’appartamento a Manhattan e un fidanzato sexy e premuroso.
Certo, in Marocco, terra d’origine della sua famiglia, la sua situazione non sarebbe vista di buon occhio, ma… continua a leggere

Ti amo ti odio mi manchi

Ti amo ti odio mi manchi

22 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Alla fine fu quell’orsetto gommoso giallo a convincermi. Certo, le cose con Robert non andavano da parecchio ormai, da più tempo di quanto avessi osato ammettere con chiunque, ma alla fine fu un’innocua caramellina gommosa a rendere tutto più chiaro nella mia mente. Per mesi avevo cercato di convincermi che tra noi fosse tutto a posto. Ogni coppia attraversa periodi bui, è perfettamente normale, specie quando si sta insieme da tanto». Niamh Greene, scrittrice irlandese, torna in libreria con un nuovo romanzo, in Italia edito da Newton Compton, intitolato Ti amo ti odio mi manchicontinua a leggere

L’amore ai tempi della rivoluzione

L’amore ai tempi della rivoluzione

22 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Di nuovo in volo! In alto sopra le colline della mia gioventù, in volo sopra le terme, è come stare nella mano di Dio! Ora sono a terra, piccolo, spaventato: una lepre! D’un tratto sono la preda, il cuore mi batte all’impazzata mentre fuggo a perdifiato dall’ombra del predatore che oscura il sole. Da un momento all’altro verrò trafitto dagli artigli e portato via dalla faccia della Terra. Corri, Sharifi… continua a leggere

Il messaggio segreto delle stelle cadenti

Il messaggio segreto delle stelle cadenti

15 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Certe volte il rumore che sento nella conchiglia è identico a quello del vento. Altre invece è più monotono e costante, tipo quello delle macchinette per il caffè. […] Non ho un ricordo preciso di quando mi è entrata in testa la storia della conchiglia. È come se ce l’avessi dentro fin dalla nascita. Come se fossi andato in giro da sempre con questa specie di guscio in tasca, con le zampe fuori e la testa chiusa nei gomiti, tipo i paguri. Oppure è il contrario. È il mondo che è sempre rimasto dentro la conchiglia mentre io seguitavo a rimbalzare fuori tra orfanotrofi… continua a leggere

L’ultima casa a sinistra

L’ultima casa a sinistra

15 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Gli insetti ronzavano nella fioriera di legno sulla veranda. Intorno alle corolle vellutate, le petunie avevano una sostanza appiccicosa che attirava le vespe. Lei staccò alcune foglie avvizzite e lasciò che cadassero giù, volteggiando dal sesto piano. […] Le bastava il fatto che lui fosse venuto a trovarla e le avesse poggiato la sua calda mano sul braccio, dicendo che tutto sarebbe cambiato, che quelle cose orribili sarebbero sparite per sempre… continua a leggere

La strada in fondo al mare

La strada in fondo al mare

9 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Erano decisamente in anticipo. In piedi in mezzo a un cumolo di valigie, borsoni e pacchi, un occhio all’orologio della torre di pietra ocra e i sensi tesi a cogliere il rombo distante di un motore, l’odore del carbone che bruciava, la fuliggine e il caloro che annunciassero l’arrivo in Trinity Street del treno per Londra, May Smith guardava il marciapiede che iniziava a riempirsi di viaggiatori. Alcuni avevano delle cartelle, altri semplici pacchetti… continua a leggere

Paradiso amaro

Paradiso amaro

2 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Il sole risplende, gli storni tristi cinguettano, le palme ondeggiano. Sono in un ospedale, ma sto bene. Il cuore funziona regolarmente. Il cervello sta sparando messaggi forti e chiari. Mia moglie è su un letto leggermente inclinato, nella posizione in cui la gente dorme sugli aerei, il busto rigido, la testa piegata da un lato. […] Joanie è in coma da ventitré giorni, e nelle prossime ore dovrò prendere una decisione basandomi sulla diagnosi definitiva del medico. A dire il vero, devo solo scoprire quali sono le condizioni di Joanie. Non ho nessuna decisione da prendere, Joanie ha un testamento biologico. È lei a decidere per sé, come ha sempre fatto… continua a leggere

Next Page »