giovedì 25 aprile 2019

Recensione libro: “I figli di Dio” di Glenn Cooper

Recensione libro: “I figli di Dio” di Glenn Cooper

19 Giugno 2018 by · Commenta 

«Lungi da me voler interferire con la tua vita amorosa o alcolica, ma si è presentata una questione piuttosto urgente, tanto che il papa ha convocato un incontro d’emergenza con il C8. Sperava proprio che tu potessi fare un salto.»

«Cosa succede?» Cal passò davanti a un negozio da cui usciva musica a tutto volume e si affrettò a superarlo. «Può anticiparmi qualcosa al telefono?»

«Diciamo solo che abbiamo un problema che riguarda quattro persone. Una si chiama George e le altre tre Maria.» Cal capì subito di chi si trattava: George Pole era l’arcivescovo di Houston. Ma le Marie… «Maria nel senso di Vergine Maria?»

«Esatto.»

 Cal Donovan è un docente di teologia dell’università di Harvard. Gira il mondo come consulente, visionando scavi e reperti di antiche civiltà e può vantare la partecipazione al C8, una ristretta cerchia di consiglieri che vengono convocati, in caso di emergenza, da Celestino VI, il nuovo Papa, moderno e fortemente riformista. Quando viene richiamato a San Pietro, Donovan capisce che una grossa tempesta si profila all’orizzonte, e sta per colpire proprio il cuore della cristianità. I consiglieri del Papa vengono informati che tre ragazzine di nome Maria, provenienti da Lima, Manila e Gort, in Irlanda, sono rimaste incinte. Particolare non trascurabile, la verginità delle tre è stata verificata da più di uno specialista e…continua a leggere

Il segno

Il segno

18 Settembre 2015 by · Commenta 

Sono ben pochi i lettori che non avvertono un brivido di terrore sentendo pronunciare le parole Giovedì Nero. Quel giorno – il 12 gennaio 2012, quando quattro aerei di linea precipitarono a poche ore uno dall’altro, provocando la morte di oltre mille persone – è rimasto negli annali dei disastri più devastanti, quelli che hanno cambiato la nostra visione del mondo.
Com’era prevedibile, nel giro di poche settimane dagli incidenti, resoconti giornalistici, editoriali e biografie hanno invaso il mercato, fruttando la curiosità morbosa del pubblico nei confronti sia di quei disastri aerei in sé sia dei piccoli sopravvissuti, da allora noti come «i Tre». Ma nessuno avrebbe potuto prevedere la macabra catena di eventi che si sarebbe verificata dopo, né la velocità con cui tali eventi si sarebbero susseguiti.

Sarah Lotz, giovane sceneggiatrice sudafricana, con il suo thriller d’esordio, Il segno, edito Nord, non passerà certo inosservata. Dire troppo su questo libro significherebbe tradire il lettore e privarlo della possibilità di godere parola per parola di questo bellissimo e travolgente romanzo. Non dire niente però è impossibile…Continua a leggere

Guida astrologica per cuori infranti

Guida astrologica per cuori infranti

12 Giugno 2015 by · Commenta 

Per quanto sia scettica riguardo a tutta la teoria astrologica di Tio, non posso dire di non trovarla affascinante. Sotto sotto, queste cose mi piacciono. Il pensiero che ci sia una qualche predestinazione, uno schema superiore, mi fa sentire meno allo sbaraglio. Tempo fa, per esempio, ho accarezzato l’idea di darmi al Feng Shui. Ma non in maniera blanda, del tipo un cuscino rosa lì, una tendina verde là. Mi ero messa in testa di riorganizzare tutta la casa. È stato subito dopo il matrimonio di Paola, la mia migliore amica. […] Dopo la sua partenza, ho iniziato a pensare che il mio appartamento fosse l’agente catalizzatore di forze ultraterrene che stimolano l’unione. Una specie di agenzia matrimoniale naturale: vieni a vivere da me, stai certa che ti sistemerai a breve. […] Da lì il Feng Shui. Ho provato a riorganizzare la disposizione dell’arredamento, per incanalare le energie verso di me. Ho addirittura cambiato stanza da letto. Niente, sono peggio di Obelix: su di me la pozione non ha effetto. Anzi, sono addirittura riuscita a peggiorare le cose.

La protagonista del romanzo d’esordio più atteso dell’anno – Guida astrologica per cuori infranti, pubblicato da Nord – si chiama Alice, ha trent’anni e lavora per una piccola emittente televisiva con qualche problema di budget. Non sono, però, i problemi lavorativi a complicare la sua esistenza: a toglierle il sonno è l’idea che il suo ex fidanzato Carlo sia sul punto di sposarsi con una sua vecchia amica, peraltro già incinta del loro bambino, mentre lei invece è ancora single e apparentemente perseguitata da una nuvola nera di sfortuna che le fa incontrare sempre e solo gli uomini sbagliati.
Un giorno Tio, un aspirante attore un po’ spiantato che si aggira per gli studi dell’emittente tv per cui Alice lavora, le spiega perché la sua esistenza, dal punto di vista sentimentale, sembra girare tanto a vuoto: la colpa non è sua, non c’è niente che non va in lei. L’unico vero responsabile, dal suo punto di vista, è l’oroscopo… Continua a leggere

Vita dopo vita

Vita dopo vita

23 Maggio 2014 by · Commenta 

«Una corrente d’aria ghiacciata, un soffio gelido sulla pelle appena esposta. Senza preavviso, eccola fuori, il suo mondo tropicale si è improvvisamente volatilizzato. Esposta agli elementi. Sgusciata come un gambero, come una noce. Non c’è respirazione. Tutto il mondo si è ridotto a questo. Un solo respiro. Polmoni piccolini come ali di libellula, da gonfiare dell’atmosfera estranea. Niente aria nella trachea serrata. Nella minuscola perla arricciata dell’orecchio, il ronzio di mille api. Terrore. La bambina che annega, l’uccello che precipita».

Ursola Todd, protagonista dell’incredibile romanzo Vita dopo vita di Kate Atkinson (Nord), è morta ancora prima di poter respirare la prima volta, ma è morta anche a quattro anni, annegata nell’oceano; a cinque, scivolando da un tetto, a otto per l’influenza spagnola; a ventidue, uccisa dal marito aggressivo, a trenta, durante un bombardamento tedesco su Londra… continua a leggere

La verità di Amelia

La verità di Amelia

7 Maggio 2014 by · Commenta 

«Kate raccontò tutto, sorseggiando un primo e poi un secondo caffè. Raccontò di Amelia, della studentessa e della figlia che era stata. Raccontò che non credeva che avesse copiato un compito. Non credeva che si fosse tolta la vita. Mentre parlava, continuava a ripetersi che le sue convinzioni avevano basi solide: non stava negando la realtà solo perché non poteva sopportare di continuare a vivere sapendo che la sua bambina di era suicidata. Si fece forza e continuò, descrivendo al tenente il ragazzo misterioso che aveva visto e i bigliettini con scritto Ti odio che aveva trovato nella sua stanza. Gli raccontò dei messaggi anonimi che aveva ricevuto, tre con quello di poche ore prima.
– Quale sarebbe il segreto di cui parla questa persona?
– Non ne ho idea, davvero, – rispose Kate, mentre una vocina dentro di lei sussurrava: Forse ce l’ho, forse ce l’ho!»

Kimberly McCreight esordisce sulla scena letteraria internazionale con La verità di Amelia, thriller mozzafiato che, dopo aver riscosso uno straordinario successo negli USA, arriva oggi anche in Italia grazie all’editore Nord. Al centro di questa storia sconvolgente e appassionante c’è la ricerca disperata di Kate, giovane donna che si trova di colpo a dover fare i conti con una verità terribile: la sua figlia quindicenne Amelia si è suicidata, gettandosi dal tetto della scuola. I motivi che sembrano averla spinta a un gesto così estremo sono apparentemente futili e la polizia bolla il caso come un semplice “suicidio d’impeto”, considerandolo nient’altro che una triste vicenda di disagio adolescenziale. Kate però, nonostante il suo dolore, è certa che la verità sia un’altra… continua a leggere

Seduzione ed estasi. Gabriel’s Redemption

Seduzione ed estasi. Gabriel’s Redemption

1 Aprile 2014 by · Commenta 

«Senza fretta, ammirò la bellezza di sua moglie, evidente perfino tra le ombre: la curva degli zigomi, la sporgenza della bocca, gli occhi grandi e così espressivi. Le sollevò il mento e unì le labbra alle sue.
Era il bacio di un amante appassionato, che portava con sé tutto il desiderio che provava. Gabriel premette il corpo slanciato contro quello minuto di lei, affondando le dita nei suoi morbidi capelli castani.»

La storia d’amore tra Gabriel e Julia, straordinari protagonisti di Tentazione e Castigo e Redenzione e Tormento, con Seduzione ed Estasi (Nord) arriva infine al suo attesissimo compimento. Con questo romanzo, infatti, si conclude la straordinaria trilogia Gabriel’s Inferno dell’autore canadese Sylvain Reynard, nata come fan fiction di Twilight e trasformatasi subito – grazie al potere del passaparola – in un caso editoriale capace di scalare la classifica del New York Times.
In queste pagine i due protagonisti, che nei capitoli precedenti hanno affrontato i loro peggiori incubi e i demoni del loro passato per riuscire infine a stare insieme, si trovano costretti a fare i conti con un’altra minaccia… continua a leggere

E poi ti ho trovato

E poi ti ho trovato

28 Marzo 2014 by · Commenta 

«La tentazione di andare a trovare Jack Adams a Birmingham si era insinuata nei suoi pensieri e nel suo cuore. Non era una cosa molto sensata, ma in quel momento la razionalità non l’assisteva. La vita, aveva imparato vivendo in mezzo alla natura, è un insieme di tracce, bisbigli e trame invisibili. Immaginava ci fosse qualcuno molto più saggio impegnato a tessere una tela che lei avrebbe potuto vedere solo al momento giusto. Avrebbe potuto ignorate fili e sussurri, come tutti e come spesso faceva, ma non quella volta.»

E poi ti ho trovato (Nord) è un romanzo d’esordio dolce e sorprendente, in cui l’autrice statunitense Patti Callahan Henry racconta con infinita delicatezza e con ironia leggera una storia semplice ma proprio per queste estremamente evocativa e toccante, capace di coinvolgere ognuno dei suoi lettori.
Protagonista è Kate Vaugham, una donna che dopo un’infanzia serena e un primo amore da favola, iniziato il primo giorno di primavera e quindi “destinato a durare per sempre” si trova… continua a leggere

Il battito delle sue ali

Il battito delle sue ali

26 Marzo 2014 by · Commenta 

«Certe volte vediamo una nuvola che ci sembra un drago, o un leone, o una balena, ma tutti i più garruli filosofi concordano sul fatto che anche dopo le nubi più nere torni il sereno. E durante i giorni e le notti in cui quel disgraziato di Meatyard aveva spadroneggiato, Cale si era accorto che in lui riaffiorava l’antica abilità di sopportare le sofferenze. Al Santuario aveva imparato a rifugiarsi nella propria mente, dileguandosi in altri luoghi del pensiero, luoghi di tepore, buona tavola e cose meravigliose. Si difendeva fantasticando, ritrovandosi per qualche minuto ancora tra i laghi di Treetops, a nuotare in quelle acque fresche, pescando granchiolini e pensando alla parola che aveva scoperto una volta, quella che descriveva il rumore dell’acqua tra i sassi.»

Si conclude con Il battito delle sue ali (Nord) la trilogia mozzafiato di Paul Hoffman iniziata con La mano sinistra di Dio e proseguita con Le quattro cose ultime. Anche in quest’ultimo capitolo tutto ruota attorno alla figura meravigliosa, affascinante e terribile di Thomas Cale, “Mano sinistra di Dio”, eroe tanto spietato quanto ambiguo, tormentato e intrigante. Cale, infatti, è stato addestrato dal malvagio Pontefice Bosco per distruggere una volta per tutte l’umanità… continua a leggere

Scritto nel vento

Scritto nel vento

14 Marzo 2014 by · Commenta 

Budgie fu la prima a rompere il silenzio. «Non ti dispiace se parlo di Nick, vero? Sono passati tanti anni…»
«No, certo che no. È stato secoli fa. E lui è tuo marito, adesso.»
Lei fece una risatina sommessa. «Stento ancora a crederci. La signora Greenwald. Non l’avrei mai immaginato.»
«Nemmeno io.»
«Pranziamo insieme, oggi. Ti prego. Oppure giochiamo a tennis. Qualunque cosa. Mi sento così sola, senza Nick.»
«Quando torna?»
«Il prossimo fine settimana. Era venuto solo per accompagnarmi. Per lui è difficile liberarsi, anche d’estate. Allo studio dipendono da lui per ogni minima decisione. Il suo orario di lavoro è folle, una barbarie. – I suoi occhi enormi mi scrutavano – Ti prego, Lily, torniamo amiche.»

Un uragano sta per arrivare, nell’estate del 1938, a Rhode Island: un uragano pronto a spazzare via cose e persone e a stravolgere le vite dei personaggi di Scritto nel vento, romanzo di Beatriz Williams da poco pubblicato da Nord; un uragano che sembra la rappresentazione concreta di ben altre nubi che, negli stessi anni, si stanno addensando sull’Europa e sul Mondo… continua a leggere

Pietra è il mio nome

Pietra è il mio nome

10 Gennaio 2014 by · Commenta 

«Una rabdomante puzza di magia, incute una paura sottile. Meglio. La contessa ti ha riconosciuta, dunque».
«Sì, mi ha chiamata “La Tunisina” e “Pietra”. Io le ho detto che il mio nome è Petra.»
«Pietra è il tuo nome. Ricorda, figlia mia. Pietra è il tuo destino».
La ragazza ripensa alla decisione presa tempo addietro di farsi chiamare Petra, per smussare l’idea di forza e resistenza che dà il suo vero nome, Pietra. Lei preferisce essere un’ombra, un fantasma che passa senza essere visto, un refolo senza consistenza.
Uno sforzo inutile, poiché a Genova tutti sanno chi è: una rabdomante, una donna da temere.

Il nuovo romanzo di Lorenzo Beccati – autore di alcuni dei programmi televisivi italiani di maggior successo ma anche scrittore capace di esprimersi ad altissimo livello nel mondo della letteratura propriamente detta – si apre nelle strade di Genova, durante uno dei caotici giorni del carnevale del 1601. È così che inizia la vicenda di Pietra è il mio nome (Nord), romanzo storico ambientato tra i carrugi della città ducale e dominato dalla figura di un personaggio femminile intensissimo e indimenticabile… continua a leggere

Next Page »