martedì 23 luglio 2019

“Nata per te”: le paternità a confronto di Mercadante e Trapanese

“Nata per te”: le paternità a confronto di Mercadante e Trapanese

24 Dicembre 2018 by · Commenta 

– Vedrai, – mi dice, – Alba è un dono, proprio per come è.
– Tipico dei cattolici chiamare dono una malattia altrui, – dico e subito mi mordo la lingua per aver detto «malattia» riferito alla trisomia.
– Tipico dei cinici scambiare la diversità per deformità, mi risponde senza perdonare il mio errore. E perché mai dovrebbe?
– Ho deciso di far scrivere a te la mia storia, – dice dopo avermi dato il tempo di assorbire il colpo, proprio per come la pensi. E da amico ti dico: stai in guardia, perché quella lì, mia figlia, è nata per cambiare la vita di tutti quelli che le si avvicinano, presto o tardi lo farà anche con te.

Nata per te. Storia di Alba raccontata fra noi” è uscito da qualche settimana per Einaudi Stile Libero Extra. Gli autori del libro sono due: lo scrittore casertano Luca Mercadante e l’attivista per il sociale Luca Trapanese, fondatore di diverse onlus nel Sud Italia e di alcuni progetti per lo sviluppo economico in India e in Africa. Oltre che un uomo socialmente impegnato, però, Trapanese è un gay single col desiderio di essere padre, che si ritrova a combattere per… continua a leggere

L’eccezione

L’eccezione

19 Giugno 2014 by · Commenta 

Non voglio torturarmi pensando che mio marito sta dormendo in un altro appartamento a due isolati da qui, fra le braccia del suo amante. Così me ne sto completamente immobile, a occhi aperti, in un silenzio tetro, tentando di concentrarmi. Inspirare. Espirare. Porgo l’orecchio, mi sembra di sentire la gatta, ma non riesco a ricordare se la porta di casa è chiusa a chiave come dovrebbe. Sono trascorse sei ore, da quando mio marito ha stappato la bottiglia di champagne e mi ha annunciato di volermi lasciare per un altro, e il mio corpo sente ancora il contatto delle sue dita. Allungo il braccio nel buio e a tastoni cerco il cellulare. Torna a casa, digito sui tasti.
Lui è sveglio, mi risponde immediatamente. Non mi sentivo felice, perdonami

Nel suo ultimo romanzo, L’eccezione (Einaudi), la scrittrice islandese Auður Ava Ólafsdóttir riesce a condensare il meglio della sua prosa, ricreando con maestria e intelligenza il clima luminoso e magnetico che caratterizzava anche Rosa candida, il brillante testo d’esordio che l’ha resa famosa in tutta Europa.
Anche questa volta, la trama ideata dall’autrice islandese conduce i suoi lettori dentro la vita di un personaggio femminile dai tratti indimenticabili: si tratta di María, giovane moglie e madre felice di una coppia di gemelli, che una sera scopre, contro ogni aspettativa, di essere “l’eccezione”. Il suo premuroso e affettuoso marito, infatti, le rivela di essere innamorato di un collega… continua a leggere

Promettimi che ci sarai

Promettimi che ci sarai

21 Gennaio 2014 by · Commenta 

«A volte faccio questo gioco in cui mi immagino di essere stata sbalzata fuori dalla mia epoca. Faccio finta di essere davvero una ragazza del Medioevo che è finita nel 1987. Funziona dappertutto: a scuola, al centro commerciale. Più il posto è moderno, meglio è. È un modo per vedere le cose come sono davvero. L’ultima volta che l’ho fatto ero al Grand Union, a fare la spesa per mia madre. Era il giorno dopo che ero andata da Toby, e le stavo provando tutte per togliermi dalla testa le parole di Finn. Ovviamente non funzionò. Una volta che sai una cosa non puoi più ignorarla.»

June – quindicenne protagonista di Promettimi che ci sarai (Piemme), romanzo d’esordio della scrittrice americana ma inglese d’adozione Carol Rifka Brunt – è una ragazzina che si trova a dover combattere con un dolore enorme, da cui è impossibile difendersi. Suo zio Finn – l’uomo a cui la ragazzina è più affezionata al mondo, l’unico capace di comprenderla davvero – è infatti da poco morto a causa di un male terribile… continua a leggere