martedì 23 luglio 2019

L’amore come incontro con un’alterità irriducibile: “Mantieni il bacio” di Massimo Recalcati

L’amore come incontro con un’alterità irriducibile: “Mantieni il bacio” di Massimo Recalcati

13 Marzo 2019 by · Commenta 

Non esiste amore che non si nutra di mancanza. Lacan lo dice a suo modo in una forma divenuta celebre: amare significa dare all’Altro quello che non si ha. Significa che nell’amore non mi limito a dare all’Altro quello che possiedo, cose, oggetti, sicurezze, prospettive, rendite; il dono più proprio dell’amore è il dono della nostra mancanza, è il dono della nostra ferita.

Una nuova pubblicazione per Feltrinelli di Massimo Recalcati: “Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull’amore” è un libro in sette capitoli sul più misterioso e affascinante dei sentimenti umani.

Si possono dare lezioni sull’amore? La risposta è evidente: no. Ma poiché, come diceva Lacan, i mestieri dell’analista e dell’insegnante si fondando sull’impossibilità stessa, ecco Recalcati gettarsi di petto in questa sfida impossibile: parlare d’amore in sette brevi lezioni. In questo libro, nato durante la preparazione della trasmissione di Rai 3 “Lessico amoroso”, lo psicanalista e filosofo milanese ci parla della…continua a leggere

Siamo ciò che leggiamo: “A libro aperto” di Massimo Recalcati

Siamo ciò che leggiamo: “A libro aperto” di Massimo Recalcati

12 Novembre 2018 by · Commenta 

Non è questa la forza che abita il libro? Generare un’incrinatura nel muro, minare la sua apparente solidità, introdurre nella compattezza del muro una discrepanza, una fessura. Mentre, infatti, il muro chiude, definisce confini e identità rigide, il libro apre, spalanca mondi nuovi, contamina la nostra vita con quella di infiniti altri libri. Mentre il muro vorrebbe riparare la vita dalla sua esposizione all’alterità, il libro impone al lettore l’incontro rinnovato con un’alterità sempre nuova e sempre in movimento.

Il filosofo e psicanalista Massimo Recalcati pubblica per Feltrinelli “A libro aperto. Una vita è i suoi libri”. In bilico tra teoria letteraria e memoir, il saggio di Recalcati è un vero e proprio elogio al libro e alle sue qualità per la vita.

Secondo l’autore, ciascuno di noi è anche il prodotto dei libri che ha incontrato lungo il suo cammino.  L’incontro con un buon libro è come…continua a leggere

La scelta di Sigmund

La scelta di Sigmund

24 Febbraio 2016 by · Commenta 

Nel suo studio al piano rialzato del civico della Berggasse, Sigmund Freud continuava a rigirarsi tra le mani la lettera appena ricevuta, insieme ad alcuni odiosi solleciti di pagamento. Quando aveva visto la busta con le chiavi di San Pietro, aveva sorriso pensando ai suoi fratelli del B’nai B’rith di Vienna. Solo lo spirito caustico di un massone ebreo poteva concepire uno scherzo del genere. Invece sembrava quantomeno verosimile, compreso l’assegno allegato di trecento lire italiane per le spese che avrebbe dovuto sostenere per il viaggio a Roma.

Nel suo ultimo romanzo, La scelta di Sigmund, edito Mondadori, Carlo Adolfo Martigli ci accompagna in un’elegante e raffinata indagine tra le sacre stanze del Vaticano.
È in una mattina d’estate del 1903 che i corpi di una ragazza e di una guardia svizzera vengono ritrovati ai piedi del palazzo. Per quanto tragico, le dinamiche del delitto sembrano essere chiare e semplici: la guardia si è gettata dalla finestra del terzo piano, portando con sé la ragazza.
Papa Leone XIII, tuttavia, non ne è del tutto convinto e decide di chiedere l’aiuto della persona che più di tutti riesce a cogliere le sfumature più profonde dell’animo umano, Sigmund Freud…Continua a leggere

L’ora di lezione

L’ora di lezione

2 Settembre 2014 by · Commenta 

Qual è il mio proprio desiderio? La Scuola è il luogo dove, molto frequentemente, nell’età della giovinezza il nodo di questa domanda viene al pettine. […] Mobilitato dall’incontro con la parola dell’insegnante e dalla scoperta della dimensione erotica del sapere è questo desiderio singolare che appare sulla scena. Esso nasce per lo più sempre storto. Non è mai conforme a quello che l’Altro può attendere. Questa stortura appartiene di diritto al ritratto del figlio, di ogni figlio. La forza dell’educazione non è recuperarla a un ideale standard di normalità, ma potenziarla, difenderla, amarla. Ecco una buona definizione dell’educazione: amare la stortura della vite.

Sulla copertina di L’ora di lezione (Einaudi), nuovo attesissimo saggio di Massimo Recalcati che arriva oggi in libreria, una lunga fila di bambini in divisa scolastica si prepara a ricevere un cucchiaio di olio di fegato di merluzzo dalle mani di un’infermiera in camice bianco. Le espressioni dei bambini in attesa riflettono tutti i tipi di sentimento che si possono provare in una situazione del genere: c’è il piccolo sbruffone che finge di non avere alcuna paura, c’è il poveretto spaventato che si nasconde dietro le spalle del bimbo che ha davanti, c’è quello che si consola spiando la reazione di coloro che lo precedono nella fila e infine c’è quello che accetta, ormai rassegnato, di buttare giù l’intruglio che gli verrà propinato… continua a leggere

Libri da leggere: Julia Deck – Viviane Élisabeth Fauville

Libri da leggere: Julia Deck – Viviane Élisabeth Fauville

20 Agosto 2014 by · Commenta 

Viviane Élisabeth Fauville. Il nome della protagonista del romanzo d’esordio della promettente autrice francese Julia Deck, recentemente pubblicato in Italia da Adelphi, contiene già tutto quello che c’è da sapere sulla donna misteriosa e dura, affascinante e sfuggente che abita queste pagine e che, nel corso della parabola breve ma potentissima di questa storia, mette a nudo un’impressionante mole di debolezze, angosce e dolori, lanciando provocazioni e interrogativi destinati a restare senza risposta.

Viviane Élisabeth Fauville è un nome elegante e un po’ fuori moda, discreto, rispettabile e freddo, un nome che sembra una corazza dietro cui nascondersi e di cui farsi scudo contro il caos e il male del mondo. Ma caos e male, lo si capisce fin dalle prime pagine del romanzo, si fanno beffe di Viviane Élisabeth Fauville e delle sue misere e ingenue armi di difesa… continua a leggere