martedì 19 febbraio 2019

Arriva “Bianco letale” di Robert Galbraith (aka J. K. Rowling): un nuovo caso per il detective Cormoran Strike

Arriva “Bianco letale” di Robert Galbraith (aka J. K. Rowling): un nuovo caso per il detective Cormoran Strike

6 Febbraio 2019 by · Commenta 

Robusto, dall’aspetto burbero e con un profilo da pugile, Strike incuteva timore anche con tutti i connotati a posto. Quel giorno, però, sembrava appena sceso dal ring. Aveva il naso rotto, viola e grosso il doppio del normale, gli occhi pesti e socchiusi e un orecchio infiammato e appiccicoso per via dei punti di sutura freschi. Il taglio sul palmo della mano per fortuna era nascosto dalle bende, ma il suo abito migliore era sgualcito e aveva ancora la macchia di vino che risaliva all’ultima occasione in cui l’aveva indossato. L’unica cosa buona che si poteva dire riguardo al suo aspetto era che prima di partire per lo Yorkshire era riuscito a prendere un paio di scarpe intonate all’abito.

Robert Galbraith, altro nome di penna della creatrice di “Harry PotterJ. K. Rowling, ha appena sfornato una nuova indagine per l’investigatore privato londinese Cormoran Strike: “Bianco letale” è nelle librerie italiane da due giorni, per Salani Editore.

Siamo ormai al quarto caso per Cormoran Strike. Ne “La via del male” c’eravamo lasciati con l’arresto da parte di Strike dello Squartatore di Shacklewell, col licenziamento della sua socia Robin volto a proteggerla e col matrimonio di lei con Matthew.
“Bianco letale” riprende proprio da lì, dal giorno delle nozze: Strike vi accorre, ancora dolorante, per…continua a leggere

Il richiamo del cuculo

Il richiamo del cuculo

4 Novembre 2013 by · Commenta 

«“Cosa vuole esattamente da me?” chiese Strike.
Bristow rimise la tazza sulla scrivania con le mani tremanti, che poi strinse l’una all’altra con forza.
“Dicono che mia sorella si è suicidata. Io non ci credo”.
A Strike tornarono in mente le immagini della televisione: il sacco nero sulla barella che scintillava in una tempesta di flash mentre lo caricavano sull’ambulanza, poi i paparazzi che si affollavano attorno all’ambulanza che aveva cominciato a muoversi, le macchine fotografiche tenute alte per riprendere i finestrini scuri, le luci bianche che rimbalzavano sul vetro nero.
“Non lo accetto. Non lo accetterò mai. Mia sorella non si è uccisa. Qualcuno l’ha buttata giù da quel balcone”.»

La letteratura poliziesca, da oggi, conta tra le sue fila una nuova indimenticabile figura di investigatore, destinata a lasciare il segno: si tratta di Cormoran Strike, protagonista di Il richiamo del cuculo (Salani), nuovo romanzo di Robert Galbraith (pseudonimo dietro cui si cela J.K. Rowling, celeberrima autrice della saga di Harry Potter).
Strike è un reduce dalla guerra in Afghanistan che, una volta tornato a Londra, cerca di inventarsi una nuova vita come investigatore privato. La partecipazione al conflitto l’ha lasciato ferito nel corpo e nell’anima, e Strike annaspa… continua a leggere