lunedì 17 dicembre 2018

“Da molto lontano”: un indagine per Balistreri ad Italia ’90

“Da molto lontano”: un indagine per Balistreri ad Italia ’90

30 novembre 2018 by · Commenta 

Mi svegliai di colpo, madido di sudore, il cercapersone sul comodino continuava a trillare. Nella luce del giorno che filtrava debole nella stanza attraversando le persiane chiuse, allungai il braccio, la mano tastò tra il posacenere pieno di cicche di Gitanes, la bottiglia vuota di Lagavulin, la boccetta con i sonniferi, fino ad arrivare al pulsante del cercapersone.
Provai a spegnerlo, ma lo feci cadere a terra, con l’ottimo risultato che si spaccò in due e smise di suonare. Forse era meglio così, non avevo nessuna voglia di essere cercato, ma mi tirai su. Il mio corpo voleva restare a letto, ma la mente era di parere contrario, e non per senso del dovere, visto che non ero di turno. No, semplicemente non volevo tornare in quello spiazzo polveroso sotto il sole, su quel motoscafo di notte, non volevo sparare a Rock Hudson con la pistola scarica. Ero sempre io: quel ragazzo chiamato Michelino, Mike, Africa, poi diventato Michele Balistreri, commissario della Omicidi.

Roberto Costantini scrive un nuovo capitolo della saga del commissario Balistreri: dopo la “Trilogia del male”, “La moglie perfetta” e “Ballando nel buio” esce per Marsilio “Da molto lontano”.
Sono le notti magiche di Italia 90. Roma è distratta dai mondiali, ma qualcosa di losco si muove. Una lettera…continua a leggere

La moglie perfetta

La moglie perfetta

14 gennaio 2016 by · Commenta 

«Hai interrogato tutti i testimoni?»
«I testimoni non sono serviti a nulla. Ragazzi sballati di birra e altra roba, non sanno un emerito cazzo.»
«Coppola ti ho già detto…»
«Mi scusi, mi è sfuggito.»
«Il medico legale che ha scoperto?»
Lui scuote la testa.
«Secondo il medico che è intervenuto sul posto la ragazza è stata picchiata, stuprata e strangolata. E questo lo capiva pure uno scemo. Per fortuna ha aggiunto che è successo tra l’una e le due di notte.»
«Tracce?»
«La scientifica ne ha trovate diverse, anche di dna, nella cabina e sulla sabbia intorno. Ma dovremmo aspettare per saperne di più.»
Si alza, va ad aprire la finestra. Da fuori entra subito il rumore del traffico.
«Senti, Coppola, ci sono un sacco di posti liberi nei commissariati dei paesini di montagna. Aria ottima. Chiedo il tuo trasferimento?»
Lui chiude la finestra e si siede.

Dopo il best-seller mondiale La trilogia del male, acclamata come miglior opera noir degli anni 2000, ecco finalmente arrivare la nuova avventura del commissario Balistreri nell’ultimo lavoro di Roberto Costantini per Marsilio: La moglie perfetta.
Roma, primi anni 2000. La vita di due coppie sposate, quella del professor Victor Bonocore e la moglie Nicole Steele e del Pubblico Ministero Bianca Benigni con il marito Nanni, psicoterapeuta di coppie in crisi, procede tra alti e bassi, un po’ come quella di tutti i matrimoni …Continua a leggere

Il male non dimentica

Il male non dimentica

3 settembre 2014 by · Commenta 

Balistreri si sdraiò sul divano. La fuga interminabile era finita. Il passato diventava il presente, il futuro diventava il passato. Era fuggito da quel giorno maledetto per tutta la vita. Aveva disatteso la promessa di cercare la verità sulla morte di sua madre in cambio di una pace che era stata solo un’interminabile tregua. Ora gli eventi lo avevano riportato al ricordo peggiore. O forse c’era qualcosa di peggio di quel ricordo. Forse Mohammed Al Bakri aveva ragione.
La verità ha sempre due facce, tu vedi solo la migliore per te.

Dopo Tu sei il male e Alle radici del male arriva oggi in libreria Il male non dimentica (Marsilio), l’ultimo capitolo della trilogia di Roberto Costantini dedicata al personaggio del commissario Balistreri.
Questa volta, grazie alle strane e implacabili coincidenze di cui è intessuta la vita degli uomini e delle nazioni, l’inquieto commissario è costretto a fare una volta per tutte i conti con il proprio passato e con tutti i suoi fantasmi… continua a leggere