martedì 19 marzo 2019

“La nazione delle piante” di Stefano Mancuso, ovvero perché è davvero arrivato il momento di riconsiderare daccapo il nostro posto su questo pianeta

“La nazione delle piante” di Stefano Mancuso, ovvero perché è davvero arrivato il momento di riconsiderare daccapo il nostro posto su questo pianeta

6 Marzo 2019 by · Commenta 

Avete mai visto quei film di fantascienza in cui delle cattivissime specie aliene, dopo aver consumato le risorse di innumerevoli altri pianeti, come cavallette spaziali, arrivano sulla Terra con l’idea di farne un sol boccone? Siamo noi, quegli alieni. Soltanto che altri pianeti da distruggere dopo la Terra non esistono. Faremmo bene a capirlo il prima possibile.

Oggi su paperback.it l’anteprima di un libro in uscita domani per Laterza: “La nazione delle piante” di Stefano Mancuso.

Chi ha dato all’uomo la facoltà di ritenersi il Signore indiscusso del pianeta Terra? Su che cosa si fonda questa autoproclamazione? Ragioni di maggioranza numerica, di designazione divina, di superiorità biologica della specie? Come dimostra Mancuso, nessuna delle tre sta in piedi.

Coi suoi sette miliardi e mezzo di esemplari, l’uomo non è che…continua a leggere

Un avvertimento di Madeleine Albright: il fascismo resta una minaccia

Un avvertimento di Madeleine Albright: il fascismo resta una minaccia

15 Febbraio 2019 by · Commenta 

Perché secondo il rapporto di Freedom House la democrazia appare sempre più «sotto minaccia e in regressione»? Perché molti centri di potere cercano di minare la fiducia dell’opinione pubblica nel voto, nella giustizia, nei media e, fatto fondamentale per il futuro del pianeta, nella scienza? Perché si è assistito senza reagire al formarsi di divari così gravi tra ricchi e poveri, centri e periferie, cittadini istruiti e cittadini a bassa scolarizzazione? Perché gli Stati Uniti hanno abdicato almeno per il momento alla loro leadership in materia di relazioni internazionali? Perché, infine, a questo punto del Ventunesimo secolo, si è tornati a parlare di fascismo?

Grazie all’editore Chiarelettere arriva in Italia “Fascismo. Un avvertimento”, un saggio della politica e diplomatica statunitense Madeleine Albright.

La prima donna ad aver ricoperto la carica di Segretario di Stato degli Stati Uniti, scrive un libro che come recita il sottotitolo è “un avvertimento”, un invito a non abbassare la guardia e a tenere gli occhi bene aperti. Perché mentre il termine “fascista” è usato sempre più di frequente e a sproposito, la conoscenza reale dei fascismi del XX secolo si fa più sfumata e con essa la capacità critica di comprendere con quali forme il fascismo sopravviva e/o rinasca al giorno d’oggi. La vittoria elettorale di…continua a leggere

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

7 Dicembre 2018 by · Commenta 

Com’è riuscita una donna minuta e sola, in un mondo antico dominato dagli uomini, a portare il Regno d’Egitto a una delle sue massime espansioni di tutti i tempi e a diventare una delle stelle più brillanti della Storia? In questo libro ho cercato di dare una risposta a questa domanda.

L’amatissimo paleontologo e divulgatore Alberto Angela pubblica un nuovo libro per HarperCollins e Rai Libri, in cui ricostruisce la personalità di una delle donne più straordinarie che la Storia abbia conosciuto: “Cleopatra. La regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”.

Chi era la sovrana leggendaria che sedette sul trono di Alessandria d’Egitto e che seppe ammaliare e conquistare prima Giulio Cesare e poi Marco Antonio? In questi 2000 anni di storia di Cleopatra si sono date mille immagini: femme fatale o tenera innamorata, brillante statista o cinica calcolatrice disposta a tutto. Per ricostruire un profilo autentico dell’ultima erede…continua a leggere

Recensione libro: “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli

Recensione libro: “L’ordine del tempo” di Carlo Rovelli

30 Maggio 2017 by · Commenta 

La capacità di comprendere prima di vedere è il cuore del pensiero scientifico. Nell’antichità Anassimandro ha capito che il cielo continua sotto i nostri piedi, prima che le navi facessero il giro della Terra. All’inizio dell’era moderna Copernico ha capito che la Terra gira, prima che gli astronauti la vedessero girare dalla luna. Così Einstein ha capito che il tempo non scorre uniforme, prima che gli orologi fossero abbastanza precisi per misurare la differenza. Nel corso di passi come questi, impariamo che cose che sembravano ovvie erano pregiudizi.

Sette brevi lezioni di fisica” aveva entusiasmato la critica e il pubblico, dimostrando come possa essere appassionante e accessibile il mondo della fisica. “L’ordine del tempo”, recentemente pubblicato con Adelphi, si interroga sul ruolo del tempo nelle ricerche scientifiche con il medesimo grado di semplicità e chiarezza del precedente saggio. Il pensiero di Newton, quello di Einstein e la teoria, formulata anche da Rovelli, della gravità quantistica a loop sono le basi scelte per osservare gli sviluppi della fisica sul tema. Se il tempo è stato strutturato in un cerchio dagli… continua a leggere

Recensione libro: “Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà” di Marco Malvaldi

Recensione libro: “Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà” di Marco Malvaldi

14 Aprile 2017 by · Commenta 

La matematica è l’arte di costruire e trovare relazioni: ponti tra oggetti astratti. E una volta trovati, questi ponti sono solidissimi. Di più: sono indistruttibili. La dimostrazione matematica è l’unico modo assoluto che conosciamo per rendere concreto il nostro pensiero, per cristallizzarlo in forme solide, in ponti che possono essere usati senza alcuna paura che crollino. Dire che un oggetto del genere è inutile significherebbe solo dire a noi stessi che il futuro è finito. Significherebbe che siamo talmente boriosi da convincerci che il punto di civiltà a cui siamo arrivati non è estendibile oltre.

Cartesio scrisse: “Sono persuaso che la matematica sia il più importante strumento di conoscenza fra quelli lasciatici in eredità dall’agire umano, essendo la fonte di tutte le cose”. Non deve essere di diverso avviso Marco Malvaldi. Il suo ultimo romanzo “Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà” è un elogio al pensiero scientifico e alla matematica in particolare. In ogni capitolo è affrontata una teoria diversa ed è spiegata a partire dalla correzione di un ragionamento sbagliato. Emerge così la bellezza e la potenzialità… continua a leggere

Non è più come prima

Non è più come prima

14 Marzo 2014 by · 1 Comment 

«Il lavoro del perdono può diventare – come talvolta diventa – un’occasione per provare a fare un passo al di fuori delle sabbie mobili del narcisismo. L’orgoglio dell’Io tenderebbe a rendere impossibile questo lavoro, a respingere la violenza dell’offesa, ma proprio per questo nulla come l’esperienza del perdono – quando davvero avviene – mostra il limite della visione freudiana dell’amore come accecamento e come pura illusione immaginaria».

Cos’è l’amore? Come si può superare il tradimento? Come funziona il perdono? Queste, e molte altre, sono le domande alle quali Massimo Recalcati (noto psicoanalista italiano) cerca di dare risposta nel suo nuovo saggio Non è più come prima (Raffaello Cortina Editore).
C’è un amore, quello vero, che dura, che lascia il segno nelle nostre vite e che, soprattutto, non muore di fronte all’esperienza… continua a leggere

Americani

Americani

11 Marzo 2014 by · Commenta 

«Procedevo verso est lungo il golfo, all’altezza di Slidell cominciavi a raccogliere i segnali che qualcosa di infernale era passato di là. Pini maturi interi erano stati gambizzati, come per un’onda d’urto. E gli enormi pali neri di metalli che sostengono i cartelloni pubblicitari sull’autostrada, molti erano piegati in due, con la parte superiore penzolante sui cardini arrugginiti. La cosa più strana erano gli animali morti».

Americanidi John Jeremiah Sullivan (considerato tra i più raffinati giornalisti americani) edito in Italia da Sellerio, è uno straordinario ritratto degli Stati Uniti d’America, una nazione che, dopo l’attacco dell’11 settembre, dopo la crisi economico-finanziaria, è tornata a essere enigmatica e perennemente in rivolta contro quel destino felice e utopico promesso dall’American Dream.
Americani è una raccolta di dodici reportage diversi ed eterogenei pubblicati su riviste a loro volta molto diverse tra loro che però in questa nuova raccolta trovano un fil rouge comune. Dal racconto… continua a leggere

Il principio passione

Il principio passione

2 Ottobre 2013 by · Commenta 

«E qual è il punto di vista più maturo per guardare questo mondo nel quale siamo capitati nascendo? L’incanto dell’alba e del tramonto, oppure un sisma e un ciclone di morte? L’infanzia o la vecchiaia? Il genio o la demenza? L’altruismo o l’egoismo? L’armonia o il conflitto? La vita o la morte? La generazione o la degenerazione? Qualcuno dice l’amore»

L’abile penna di Vito Mancuso si interroga sul grande mistero dell’amore: bene immenso o debolezza dell’umanità? Il principio passione (Garzanti Editore) studia il sentimento che tutto guida nell’Universo, nella storia, nella politica, nel mondo in ogni suo aspetto. Il sentimento che per antonomasia non risponde ad alcuna legge… continua a leggere

Una lunga trattativa

Una lunga trattativa

16 Luglio 2013 by · Commenta 

«Il fatto è che, fra tutti i nervi scoperti, quello del rapporto Stato-mafia è di gran lunga il più sensibile. Perché come ha lasciato intendere lo stesso presidente del Senato, è soltanto la punta di un iceberg, la cui parte sommersa si dilata negli abissi della storia italiana. È un rapporto antico, quasi una tara genetica. Perché nasce e cresce con la stessa Italia».

Chiarelettere pubblica un nuovo interessantissimo libro su una questione spinosa di cui non si parla mai abbastanza: il rapporto Stato italiano e mafia. A parlare di questo terribile intreccio è Giovani Fasanella (giornalista e scrittore che da anni si interessa di questo argomento) in Una lunga trattativa che ci esorta a non lasciare che una questione così importante rimanga chiusa nelle aule di giustizia perché in gioco c’è il nostro Stato e la nostra Repubblica.
La mafia, purtroppo, è sempre stata una risorsa per lo Stato italiano… continua a leggere

Piccolo trattato sulle verità dell’esistenza

Piccolo trattato sulle verità dell’esistenza

22 Maggio 2013 by · Commenta 

«Il divertimento è uno dei più solidi mezzi per combattere i dubbi ribollenti del lusso della vostra vita. Il nesso non sembra così evidente, ma credetemi, lo è. Ecco perché ho preso la precauzione di infilare nella vostra cassetta i due attrezzi chiamati “svagatezza” e “levità”, che sono alla base stessa del divertimento, altrimenti il vostro kit universale di sopravvivenza non sarebbe stato completo».

Fred Vargas abbandona il noir, genere letterario che l’ha resa celebre in tutta Europa, e pubblica con Einaudi Piccolo trattato sulle verità dell’esistenza, un libretto snello e semplice da leggere che in modo assolutamente autoironico… continua a leggere

Next Page »