martedì 18 giugno 2019

“Il cuoco dell’Alcyon”:  Andrea Camilleri ritorna con una nuova avventura per il commissario Montalbano

“Il cuoco dell’Alcyon”: Andrea Camilleri ritorna con una nuova avventura per il commissario Montalbano

29 Maggio 2019 by · Commenta 

C’era ‘na granni navi a vela, mai viduta prima, che stava manopranno per trasire ‘n porto coi motori ausiliari, epperciò aviva appena finuto d’ammainari e ora faciva un mezzo giro per mittirsi con la prua verso trasuta.
Quant’era liggera ed aliganti!
Per un attimo il commisario vitti svintolari a puppa na’bannera scanosciuta.
E dopo picca la goletta tutta bianca che pariva ‘na navi spitali, lenta lenta, accomenzò a sfilargli da davanti, come a volirisi ammostrari in tutta la so bidrizza.
Il nomi scrivuto a prua era «Alcyon».

Oggi su paperback.it in anteprima la recensione di “Il cuoco dell’Alcyon”, il nuovo romanzo di Andrea Camilleri edito da Sellerio che sarà disponibile nelle librerie a partire da domani, una nuova ed emozionante avventura per il commissario Montalbano a 25 anni dal suo esordio in “La forma dell’acqua”.

La storia inizia con il suicidio di un padre di famiglia, un gesto disperato dovuto al licenziamento dalla fabbrica di scafi gestita da Giogiò, un uomo senza scrupoli e disposto a qualsiasi cosa.
Anche il commissario Montalbano non se la passa particolarmente bene… continua a leggere

“Vento in scatola”: un romanzo scritto a quattro mani da Marco Malvaldi e Glay Ghammouri ambientato in carcere.

“Vento in scatola”: un romanzo scritto a quattro mani da Marco Malvaldi e Glay Ghammouri ambientato in carcere.

24 Maggio 2019 by · Commenta 

Gli orari della casa circondariale «Antonio Gramsci» non cambiano mai, qualsiasi sia il giorno. Ore 8:00: conta. Ore 8:30: apertura delle celle. Ore 9-11: passeggi, sala polivalente, chiostro interno, a seconda del braccio in cui sei. Ore 11-13: socialità, il che significa ora d’aria. Dalle ore 13 alle 17:30 apertura delle celle. Alle 18, distribuzione cena. Alle ore 20, chiusura delle celle. Tutti i giorni sono uguali. Ma alcuni giorni sono più uguali degli altri, e alcune ore più significative.

Vento in scatola” è un romanzo di Sellerio editore scritto a quattro mani da Marco Mavaldi, lo scrittore creatore della fortunata serie del Bar Lume, e Glay Ghammouri, detenuto della Casa Circondariale Don Bosco di Pisa, conosciuto dallo scrittore durante un corso di scrittura creativa organizzato proprio nella Casa Circondariale.

La storia di “Vento in scatola”, pensata da Ghammouri, è un misto fra un romanzo di formazione che ha il carcere come ambientazione e una commedia all’italiana.
Protagonista del romanzo è Salim Mohammed Salah, ventinovenne tunisino detenuto in carcere ingiustamente per traffico di stupefacenti, un carcerato insolito… continua a leggere

“Rien ne va plus”: un’altra puntata al casinò per il Rocco Schiavone di Manzini

“Rien ne va plus”: un’altra puntata al casinò per il Rocco Schiavone di Manzini

14 Gennaio 2019 by · Commenta 

Sul pavimento c’era ancora il sangue lasciato da Romano Favre, una chiazza scura, aveva la forma della Gran Bretagna. La pioggia lacrimava sui vetri della porta-finestra accostata che dava sul giardino e aveva sciolto tutta la neve caduta nei giorni precedenti. Sullo stipite chiari i segni di scasso. Si sedette sul letto e chiuse gli occhi. Respirò l’odore della casa, ogni casa ne ha uno. Percepiva un sentore acre e metallico misto a terra bagnata. Si passò la mano fra i capelli fradici e se l’asciugò sulla sopraccoperta. Cosa gli era sfuggito?

Sellerio ha pubblicato “Rien ne va plus”, l’ultimo libro di Antonio Manzini, che riprende la vicenda di Rocco Schiavone da dove l’avevamo lasciata in “Fate il vostro gioco”.

L’assassino di Romano Favre è stato arrestato: eppure il caso non è ancora veramente risolto. Schiavone sa che quel morto sta portando con sé dei segreti. Ecco perché quando… continua a leggere

24 ore in giallo per i detective di Casa Sellerio

24 ore in giallo per i detective di Casa Sellerio

28 Novembre 2018 by · Commenta 

Se le giornate di un panettiere o di un commerciante finiscono per assomigliarsi molto l’una all’altra, quelle di un poliziotto sono sempre diverse. Quindi immagino che se ai miei colleghi venisse chiesto qual è stato il giorno più insolito della loro vita lavorativa, credo che la maggior parte di loro non saprebbe cosa rispondere. Ma non è così per me. Io lo so, invece. Non potrò mai dimenticare quella giornata così strana.

Nelle precedenti antologie c’hanno raccontato Natale, carnevale e ferragosto; hanno scritto del viaggio, del calcio e persino della crisi… Questo autunno, la squadra di invincibili della celebre collana Sellerio “La memoria” è ancora in libreria con otto nuovi racconti del mistero, raccolti in questo libro dal titolo “Una giornata in giallo”. La sfida che Sellerio lancia ai suoi autori stavolta è questa: far risolvere ai propri protagonisti un mistero in sole 24 ore. Ed ad accoglierla, non manca proprio nessuno!

Andrea Camilleri fa intervenire Montalbano in una scomoda questione che…continua a leggere

Recensione libro: “La congiura dei loquaci” di Gaetano Savatteri

Recensione libro: “La congiura dei loquaci” di Gaetano Savatteri

7 Aprile 2017 by · Commenta 

Ucciso da un proiettile di piccolo calibro, faceva macchia nella luce avara del caffè Cacioppo. Disteso faccia a terra, l’impermeabile chiaro chiazzato di sangue, le braccia ancora alte, quasi a ripararsi nell’estrema caduta. Un cerchio vuoto di folla ne segnava la presenza al centro della piazza. Imprigionati nel caffè, dieci uomini si erano ritirati al fondo del locale: l’appuntato Nanìa ne prendeva i nomi, infreddolito e stanco, consapevole che nessuno di loro avrebbe dato un contributo all’indagine che – e questo Nanìa lo sapeva – avrebbe invece occupato inutilmente l’intera nottata.

“Il sindaco alle nove di sera era già morto”. Parte subito in medias res il giallo “La congiura dei loquaci” di Gaetano Savatteri. Pagina dopo pagina, il lettore è immerso in un’indagine intensa, difficilissima e purtroppo realmente accaduta. Fu nel novembre del 1944 a Racalmuto, in Sicilia, che ebbe luogo il delitto. La… continua a leggere