lunedì 16 dicembre 2019

“Siamo Palermo”: Simonetta Agnello Hornby e Mimmo Cuticchio raccontano la città di Palermo

“Siamo Palermo”: Simonetta Agnello Hornby e Mimmo Cuticchio raccontano la città di Palermo

18 Settembre 2019 by · Commenta 

Prima di cominciare la discesa verso Palermo, papà toglieva il piede dall’acceleratore. «Tra poco vedremo Palermo, la tua città» diceva serio. E quando aggiungeva «tu sei nata qui» mi sentivo importante. Come il sipario dell’Opera dei Pupi dove mi portavano i cuginetti palermitani, il cielo pian piano si sollevava e cominciavo a vedere Monte Pellegrino e il mare di un blu profondo, così diverso da quello chiaro e sabbioso di Agrigento.

È da poco uscito in libreria per Mondadori Strade blu “Siamo Palermo”, libro scritto a quattro mani da Simonetta Agnello Hornby, scrittrice di “La Mennulara”, e da Mimmo Cuticchio, erede diretto e interprete della tradizione palermitana dell’Opera dei pupi.

Simonetta Agnello Hornby e Mimmo Cuticchio si sono incontrati in anni recenti e da quell’incontro è nata una grande amicizia. I due hanno scelto di raccontare la loro…continua a leggere

Recensione libro: “Nessuno può volare” di Simonetta Agnello Hornby

Recensione libro: “Nessuno può volare” di Simonetta Agnello Hornby

13 Dicembre 2017 by · Commenta 

Un piccione marrone e bianco, appollaiato su un ramo alto, ci guardava, curioso. Un fruscio di penne e volò via; si librava in alto, magnifico, ad ali spiegate, il cielo era luminoso, quasi senza nuvole.
Bastò quel volo a riportarmi alla realtà. Tutti gli uccelli sanno volare, ma nessun essere umano ci è mai riuscito. Nessuno. Nessuno può volare.

Nessuno può volare” è un tour nel passato e un ritorno in Italia per Simonetta Agnello Hornby, l’autrice palermitana di nascita e londinese di adozione. Il romanzo si srotola lungo i ricordi d’infanzia della scrittrice, in un racconto molto personale sulla sua famiglia, che le ha insegnato che si è tutti normali, ma diversi, ognuno con le proprie caratteristiche, talvolta un po’ “strane”. Attraverso una serie di ritratti affettuosi, facciamo così la conoscenza di Ninì, la cugina sordomuta, e di Giuliana, la bambinaia ungherese che si prendeva cura dei piccoli della famiglia, nonostante la sua gamba zoppa. Poi c’era la prozia Rosina, che soffriva di cleptomania e che rubava di nascosto le posate d’argento dai cassetti. E poi naturalmente conosciamo George, il figlio maggiore di Simonetta e coautore di “Nessuno può volare”, che a quindici anni scopre di avere la sclerosi multipla… continua a leggere

La mia Londra

La mia Londra

14 Maggio 2014 by · Commenta 

«Cercavo un punto di riferimento, un cartello stradale che mi dicesse qualcosa, una pubblicità nota. Niente. Era tutto diverso. Eppure avevo la sensazione di essere in una città sconosciuta, non estranea. Le nuvole erano diventate compatte; poi, uno scroscio di pioggia. Le gocce scivolavano sul finestrino formando minuscoli fiumiciattoli che si inseguivano fino al bordo del vetro. Le osservavo, affascinata; l’ultima era ancora a metà strada, quando tutto cambiò: non pioveva più. Da uno squarcio tra le nuvole, i raggi del sole battevano sulla facciata di un palazzone illuminandone il nome: Natural History Museum, il famoso museo dei dinosauri. Lo guardai, a tu per tu, rincuorata; mi ripromisi di andare a visitarlo al più presto, qualunque cosa la guida suggerisse di vedere appena arrivata in città: era la mia prima scelta, tutta mia.
Ero contenta di essere a Londra.»

Dopo aver raccontato con eleganza e amore appassionato Palermo, sua città natale, nelle pagine di Via XX Settembre, Simonetta Agnello Hornby torna oggi in libreria con La mia Londra (Giunti Editore), libro in cui l’autrice siciliana descrive la capitale britannica, quella città tentacolare e piena di prospettive e di possibilità che è stata la città in cui ha trascorso tutta la sua vita da adulta, vera e propria “seconda patria” dell’anima.
Nelle pagine di questo libro che «non è una guida turistica, non è una biografia, non è un romanzo, non è un saggio letterario e nemmeno un testo sociologico, ma una dichiarazione d’amore a una grande città e ai suoi abitanti», l’autrice… continua a leggere

Via XX Settembre

Via XX Settembre

31 Ottobre 2013 by · Commenta 

Palermo è la tua città, ripeteva papà.
Sempre le stesse parole.
Palermo è la tua città.
Magnifica, incastonata come una spilla di smalto tra il verde dei giardini di aranci e il blu del mare. Volevo sentirla mia, quella città in cui ero nata. Disperatamente. Ma era difficile: ironia della sorte, noi a Palermo non avevamo casa.
Cercavo un appiglio, un posto che fosse mio, per dimostrare in modo tangibile che quella era la mia città. Ma non c’era. Fu allora che maturai la decisione irrevocabile: l’intera città sarebbe diventata “casa mia”, tutta Palermo mi apparteneva come io appartenevo a lei.»

Simonetta Agnello Hornby, in Via XX Settembre (Feltrinelli), racconta con appassionato amore e affascinante intensità la città della sua giovinezza: Palermo. È proprio in questa città, in un palazzo in via XX Settembre, infatti, che nei tardi anni Cinquanta si trasferisce la sua famiglia, e sarà proprio a Palermo che l’autrice di La Mennulara si trasformerà da bambina a donna… continua a leggere

Il male che si deve raccontare

Il male che si deve raccontare

9 Maggio 2013 by · Commenta 

«La violenza è tra noi, nelle nostre case e in quelle dei nostri amici. E sui nostri posti di lavoro».

Simonetta Agnello Hornby (scrittrice siciliana) e Maria Calloni (professoressa di Filosofia politica e sociale) pubblicano con Feltrinelli Il male che si deve raccontare per cancellare la violenza domestica un libro che, prendendo spunto dalla positiva esperienza in Inghilterra della Global Fundation for the Elimination of Domestic Violence (creata da Patricia Scotland e con cui ha collaborato la Hornby), spiega come con un semplice ed efficace programma si potrebbe contenere sensibilmente il fenomeno della violenza domestica.
Le due autrici hanno costruito un piccolo saggio semplice e chiaro che cerca di portare alla luce quel segreto… continua a leggere

Il veleno dell’oleandro

Il veleno dell’oleandro

20 Febbraio 2013 by · Commenta 

Il doppio corteo funebre si snoda lungo le strade di Pezzino e rallenta davanti alla chiesa di Purgatorio. Lì, quarant’anni fa, sono state celebrate le tue nozze con Tommaso, nella stessa chiesa in cui lui aveva sposato tua sorella Mariangela. Io non c’ero; Tommaso mi aveva consigliato di non farmi vedere a Pezzino, dove ancora si parlava del “fattaccio” a causa del quale ero andato a vivere con la sua famiglia».

A dieci anni dall’uscita del suo primo libro (La MennularaSimonetta Agnello Hornby, scrittrice siciliana capace di vendere più di un milione di copie, torna in libreria con un nuovo romanzo ambientato nella sua Sicilia: Il veleno dell’oleandro (Feltrinelli). Anche in questo caso, la scrittrice racconta la storia di una grande famiglia e dei suoi segreti inconfessabili.
La capostipite della famiglia Ceuta si chiama Anna e da tempo, ormai, è gravemente malata, di lei si occupa Bede, il bellissimo ma ambiguo factotum della tenuta affezionatissimo ad Anna. I figli di Anna, però, preoccupati per la salute della madre, decidono di interrompere la serena quotidianità della tenuta e si riuniscono al suo capezzale. Appena giungono nella casa della madre, Mara, Giulia e Luigi, iniziano a discutere di vecchi screzi e, soprattutto, della situazione finanziaria. Durante la visita a casa della madre, infatti, emergono molti interrogativi che devono trovare risposta il prima possibile… continua a leggere

La cucina del buongusto

La cucina del buongusto

21 Febbraio 2012 by · Commenta 

«Avevamo già deciso di scrivere un libro di cucina per esprimere la profonda gioia che ci dà il cucinare e il grande conforto che ne abbiamo tratto vivendo all’estero. Volevamo celebrare la gastronomia e i piaceri dei sensi che si incontrano nel preparare il cibo, nel servirlo e nel mangiarlo. Cucinato, condiviso, consumato da soli, regalato; occasione d’incontro, simbolo di appartenenza a gruppi e a religioni, nutrimento del corpo e della psiche, il cibo è… continua a leggere