giovedì 23 maggio 2019

“Dancing Paradiso” di Stefano Benni: un racconto polifonico in versi

“Dancing Paradiso” di Stefano Benni: un racconto polifonico in versi

14 Maggio 2019 by · Commenta 

Certi angeli non sanno raccontar storie
Sempre uguale è il loro paradiso
Non li sorprende allegria o paura
Senza parole e alfabeto, prigionieri
Di un pensiero senza dubbio e dismisura

Oggi su paperback.it parliamo di “Dancing Paradiso”, l’ultimo libro di Stefano Benni edito da Feltrinelli e da poco disponibile nelle librerie.
In “Dancing Paradiso” Benni, il famoso autore di “Bar Sport” e “Margherita Dolcevita”, ritorna alla narrazione in versi per raccontare cinque creature della notte che si ritrovano al Dancing Paradiso, locale notturno di una diabolica metropoli.
Conosciamo così… continua a leggere

Recensione libro: “Prendiluna” di Stefano Benni

Recensione libro: “Prendiluna” di Stefano Benni

12 Maggio 2017 by · Commenta 

La vecchia guardava la luna, e viceversa. Era seduta nella veranda, e le sembrò che l’astro puntasse un raggio splendente sul prato, come per illuminare un palcoscenico. Sentì un crepitio, simile a quello degli stecchi che bruciano nel fuoco. Poi un tic tac. Le ricordava qualcosa… Ecco. Il crepitare erano archi o zampette che si accordavano. Il ticchettio era il battere della bacchetta sullo spartito. Il direttore di orchestra avvertiva i musicisti che era ora di esibirsi. E infatti, un istante dopo, scoppiò un concerto di grilli entusiasti. Cantavano come se festeggiassero qualcosa. Forse un compleanno. E per un grillo un compleanno è una cosa importante, perché vive un solo anno.

Stefano Benni ci trascina in un mondo onirico e magico da cui non si vorrebbe più uscire con “Prendiluna”. Un gatto fantasma appare in una tarda nottata a Prendiluna, maestra in pensione, e le affida un compito particolare: i Diecimici devono essere consegnati ai dieci Giusti. Da questo momento non sarà più chiaro il confine tra sogno e realtà. Dolcino l’Eretico, Michele l’Arcangelo, Fiordaliso… continua a leggere

Pantera

Pantera

6 Maggio 2014 by · 3 Comments 

«Ebbi così la fortuna di vederla giocare per la prima volta. La vidi muoversi lenta, tranquilla, micidiale intorno al biliardo. Scegliere i colpi e le angolazioni senza muovere un muscolo del viso, la bocca morbida socchiusa come se cantasse dentro di sé, in assoluta concentrazione. La vidi appoggiarsi al biliardo col corpo sinuoso, la vidi inarcarsi, scattare in avanti, e ritrarsi, sentii il desiderio di chiunque la guardava. La vidi inventare geometrie squisite, e capii che il suo modo di toccare la palla con la stecca era del tutto particolare. Non forza, ma velocità. Un lampo, un morso, una puntura di vespa, e la biglia andava incontro al suo destino.
Il potere di Pantera era terribile. Giocando, si stava vendicando di qualcosa, e niente l’avrebbe mai fermata.»

L’ultimo libro di Stefano Benni, Pantera (Feltrinelli), raccoglie due piccole storie che riassumono con straordinaria precisione tutti i tratti essenziali della scrittura dell’autore bolognese e che dimostrano, una volta di più, la sua eccezionale capacità di mettere insieme delicatezza e ironia dissacrante, costruendo personaggi indimenticabili e perfetti nella loro affascinante surrealtà.
Il primo racconto parla di biliardi e di bar malfamati, regni favolosi in cui si nascondono figure meravigliose e quasi mitiche e in cui si svolgono sfide all’ultimo punto che sono nobili e intense come antichi tornei medievali, fatali come duelli alla pistola nel vecchio west; il secondo è una favola acquatica fatta di semplicità e di aragoste, in cui una ragazzina con un nome magico affronta il mare e la vita con identico coraggio da leone, con identica fatata determinazione… continua a leggere

Di tutte le ricchezze

Di tutte le ricchezze

27 Settembre 2012 by · Commenta 

«Immaginatemi all’aperto, in autunno, lo sguardo verso colline lontane, davanti a un computer talvolta sfavillante al sole. Sul prato volano coppie di farfalle bianche, recitando la futura neve. Sono professore in pensione, poeta per un solo libro e saggista prolifico e pedante».

Finalmente è arrivato in libreria il nuovo attesissimo romanzo di Stefano Benni: Di tutte le ricchezze, edito da Feltrinelli, racconta la storia di Martin, un ex professore universitario che, dopo essere andato in pensione, ha deciso di ritirarsi dalla vita cittadina e di cercare rifugio nel silenzio dei boschi degli Appennini. Lì animali reali e bizzarri, tra cui il fedele cane di nome Ombra, lo accompagnano lungo il percorso delle sue riflessioni. Ma un giorno qualcosa turba questo malinconico equilibrio… continua a leggere

Zoom Feltrinelli E-book 0,99€!

Zoom Feltrinelli E-book 0,99€!

2 Maggio 2012 by · Commenta 

A 0.99 euro la nuova collana Zoom dell’editore Feltrinelli: i romanzi di Banana Yoshimoto, José Saramago, Erri De Luca, Amos Oz, Stefano Benni pubblicati esclusivamente in digitale!
Non perdere l’occasione di leggere un bel romanzo a soli 99 cent!!
Ecco alcuni libri in promozione:
Corso accelerato di creatività (E-Book) di Jodorowsky Alejandro: essere creativi non è solo un talento, è una medicina. Non è solo una vetta da scalare, è un sentiero che ci porta a scoprire parti di noi che, nella vita quotidiana, rimangono in ombra. La creatività è “un cambiamento totale che avviene dentro di noi”…continua a leggere

Fen il Fenomeno

Fen il Fenomeno

25 Ottobre 2011 by · Commenta 

Quando si vuole qualcosa che si ama, bisogna battersi. Vi ricordate la storia di Fen il Fenomeno?” Disse Sofronia la cuoca.
Si presentava come un animale assai strano: grosso, peloso e sgraziato colore grigio lepresco picchiettato nasone color nocciola grandi orecchie penzolanti, sempre ingrommate di foglie e stecchi folti baffi lunga coda che si impigliava dappertutto zampe lunghe e storticce.
Di sicuro non era bello. Aveva solo degli splendidi occhi azzurri. Quando te li puntava contro, diceva Simona Bellosguardo, era come essere guardati da un angelo…
continua a leggere

La traccia dell’angelo

La traccia dell’angelo

5 Settembre 2011 by · Commenta 

Lo scrittore Stefano Benni dopo un lungo rapporto con la casa editrice Feltrinelli pubblica il suo ultimo romazo, La traccia dell’angelo, con la Sellerio. Questa decisione ha destato molta curiosità nei lettori e nella critica letteraria, sembra, infatti, che il cambiamento di casa editrice abbia portato lo scrittore ad accostarsi a uno stile più tenue, mite e intimo. Il centro del romanzo diventa l’anima tormentata di un uomo disagiato, i suoi turbamenti vengono messi a nudo e analizzati con estrema accuratezza e altrettanta sensibilità. Un libro che promette un’attenta introspezione psicologica del personaggio principale, Morfeo, descritto nel suo lato più profondo.
La dolcezza di questo romanzo si scontra, però, con un tema estremamente ostico: la medicina e il suo strapotere sull’uomo. Una medicina che, attraverso una serie continua di errori, porta Morfeo alla dipendenza da farmaci.
È Natale, Morfeo ha otto anni, mentre scarta i regali una persiana si stacca e gli piomba sulla testa. Il bambino viene portato in ospedale e da qui prende avvio la sua disavventura. I medici continuano a rimpinzarlo di farmaci per un male di cui non soffre, gli stravolgono la vita con continui errori e nel frattempo riscrivono il suo destino. Lo portano all’assuefazione econtinua a leggere

La donna messa in scena da Stefano Benni

La donna messa in scena da Stefano Benni

25 Gennaio 2011 by · Commenta 

Otto monologhi tutti al femminile: questo, in sintesi, l’ultimo libro di Stefano Benni, Le Beatrici, subito disponibile su libreriauniversitaria.it! Il testo è già stato rappresentato a teatro nel maggio scorso. E allora meglio riformulare: otto monologhi per voce femminile. Nella sua nota a termine del libro, infatti, l’autore precisa che “Beatrici è uno spettacolo-laboratorio tenutosi al Teatro dell’Archivolto, a Genova, in cui cinque giovani attrici di talento hanno messo in scena monologhi inediti”. Quali sono questi personaggi femminili?… continua a leggere

Libri nelle calze

5 Gennaio 2011 by · Commenta 

Domani, 6 gennaio, è il giorno dell’Epifania e la Befana, dietro la curva inconfondibile del suo profilo, chiude i festeggiamenti per la fine dell’anno passato, portandoci qualcosa per quello nuovo. Tra dolci della tradizione e carbone di zucchero, proviamo a trovare lo spazio e il tempo per un libro, in quella calza di lana appesa a un ipotetico camino. Troviamo lo spazio e il tempo per farne dono.Per esempio ai nostri bimbi e ragazzi, per i quali non mancano idee e nuove proposte di viaggi immaginifici e letterari. continua a leggere