domenica 09 dicembre 2018

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

“Cleopatra”: Alberto Angela ricostruisce la storia della grande regina

7 dicembre 2018 by · Commenta 

Com’è riuscita una donna minuta e sola, in un mondo antico dominato dagli uomini, a portare il Regno d’Egitto a una delle sue massime espansioni di tutti i tempi e a diventare una delle stelle più brillanti della Storia? In questo libro ho cercato di dare una risposta a questa domanda.

L’amatissimo paleontologo e divulgatore Alberto Angela pubblica un nuovo libro per HarperCollins e Rai Libri, in cui ricostruisce la personalità di una delle donne più straordinarie che la Storia abbia conosciuto: “Cleopatra. La regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”.

Chi era la sovrana leggendaria che sedette sul trono di Alessandria d’Egitto e che seppe ammaliare e conquistare prima Giulio Cesare e poi Marco Antonio? In questi 2000 anni di storia di Cleopatra si sono date mille immagini: femme fatale o tenera innamorata, brillante statista o cinica calcolatrice disposta a tutto. Per ricostruire un profilo autentico dell’ultima erede…continua a leggere

Recensione libro: “Dunkirk” di Joshua Levine

Recensione libro: “Dunkirk” di Joshua Levine

30 agosto 2017 by · Commenta 

All’inizio dell’estate del 1940, Anthony Irwin era un giovane ufficiale del reggimento Essex. Mentre il suo battaglione ripiegava verso la costa francese, rallentato dai civili in fuga, sotto il fuoco nemico di terra e di aria, e incalzato dalla fanteria tedesca in avvicinamento, Irwin – come molti altri ufficiali e soldati- scopriva la guerra. Un pomeriggio, durante un attacco di bombardieri tedeschi, vide per la prima volta dei corpi senza vita.

Joshua Levine ha ricostruito nelle pagine del suo libro un momento essenziale della Seconda guerra mondiale: i giorni che hanno infiammato il porto di Dunkirk. La zona a nord della Francia e ai confini con il Belgio ha visto l’accerchiamento dei soldati alleati e la loro successiva, miracolosa salvezza. I soldati inglesi e francesi si ritirarono nella piccola cittadina in seguito allo sfondamento del debole fronte della Mosa da parte delle truppe naziste; sembrarono destinati ad un massacro. Dal 26 maggio al 3 giugno 1940 le dune poco note di Dunkirk divennero, così, il centro della Storia. Intrappolati, spaventati, senza possibilità di sopravvivere all’avanzata della Wehrmacht, i soldati alleati apparvero al mondo intero irrimediabilmente intrappolati e destinati a essere violentemente sconfitti. Quello che Churchill definì… continua a leggere

Libri da leggere: Diogo Mainardi – La caduta

Libri da leggere: Diogo Mainardi – La caduta

6 agosto 2014 by · Commenta 

Diogo Mainardi è un giornalista, uno scrittore, una celebre voce della radio e della televisione brasiliana, e – più di tutto – è un esperto di cadute. Le cadute costituiscono da anni la sua vita, evitarle è diventato il suo mestiere a tempo pieno, risollevarsi “ridendo a crepapelle” e ripartire dopo averle affrontate è l’attività che, da anni, riempie ogni momento della sua esistenza dandole senso e sostanza, profondità e prospettiva, aprendo finestre altrimenti destinate a restare chiuse e inaugurando strade che rischiavano di restare inesplorate. Perché, dopotutto, «saper cadere ha molto più valore che saper camminare»
La vita di questo scrittore veneto-brasiliano pieno di sensibilità, acutezza e ironia, insomma, è un’ininterrotta catena di passi e di ruzzoloni, una catena complicata e meravigliosa che parte da un crollo e che porta lontano, passo dopo passo. Ed è proprio questo viaggio complesso e inaspettato, pieno di coincidenze e di rimandi a luoghi e tempi lontani, il centro dell’ultimo libro di Mainardi, recentemente pubblicato da Einaudi e intitolato – potrebbe essere altrimenti? – proprio La cadutacontinua a leggere

Gesù il ribelle

Gesù il ribelle

13 dicembre 2013 by · Commenta 

«Questo libro è un tentativo di ricostruire, nei limiti del possibile, il Gesù prima del cristianesimo, l’ebreo rivoluzionario e politicamente impegnato che duemila anni fa percorse le campagne della Galilea, facendo proseliti e fondando un movimento messianico il cui scopo era inaugurare il regno di Dio. Ed è anche un tentativo di ricostruire come, fallito il tentativo di Gesù di fondare il regno di Dio sulla terra, i suoi seguaci reinterpretarono non solo l’identità e la missione di Gesù ma anche l’idea ebraica di messia.
Il Gesù che emerge da questo procedimento può non essere il Gesù che ci aspettavamo, o che la maggior parte dei cristiani di oggi riconosce a prima vista, ma è il Gesù che ci è dato raggiungere con i mezzi della storiografia.
Il resto è materia di fede.»

Reza Aslan è uno storico e sociologo delle religioni nato in Iran e cresciuto negli Stati Uniti che, con il suo saggio Gesù il ribelle (Rizzoli), vuole raccontare la figura di Gesù di Nazaret considerandola dal punto di vista storico e socio-politico piuttosto che da quello spirituale, già così indagato da teologi e uomini di fede di tutti i tempi.
In questo modo, la figura di Gesù diventa la chiave per scoprire una storia troppo a lungo tenuta nascosta… continua a leggere

L’occhio dell’inferno

L’occhio dell’inferno

11 dicembre 2013 by · Commenta 

«Vittorio riabbassò lo sguardo sul teschio. “La formula scritta qui è una preghiera a Dio affinché salvi il mondo dalla distruzione. Sulla sommità del cranio, al centro della spirale, è incisa la data di questa apocalisse annunciata. L’ho convertita dall’antico calendario ebraico al nostro”. Sfiorò l’iscrizione. “Ecco perché padre Josip è uscito allo scoperto e mi ha mandato questi oggetti.”
Sara attese che proseguisse.
Vittorio rivolse lo sguardo alla finestra, e alla cometa che brillava nel cielo notturno, talmente luminosa da mettere in ombra la luna. La vista di quel presagio nefasto, sospeso nel firmamento, infuse certezza alla sua voce. “Alla data fissata per la fine del mondo mancano…quattro giorni

L’occhio dell’inferno (Nord) di James Rollins è un thriller appassionante che mescola scienza e storia in un’avventura capace di tenere i lettori con il fiato sospeso dalla prima all’ultima pagina. La vicenda, questa volta, affonda le sue radici nel passato millenario di Roma, in particolare nel misterioso incontro tra Attila e papa Leone Magno e nel suo essere uno spartiacque tanto noto quanto enigmatico nella storia della cristianità… continua a leggere

J. Edgard Hoover

J. Edgard Hoover

18 gennaio 2012 by · Commenta 

Sulla scia del successo della pellicola diretta da Clint Eastwood, esce J. Edgard Hoover, la biografia sul controverso capo dell’FBI scritta da Curt Gentry ed edita da Mondadori.
L’uomo che è stato direttore dell’FBI sotto otto presidenti statunitensi viene messo a nudo in questa biografia-inchiesta… continua a leggere

Oscar Mondadori fino al -30%

Oscar Mondadori fino al -30%

4 agosto 2011 by · Commenta 

Sconto fino al 30% su tutti gli Oscar Mondadori!
Dai romanzi, ai saggi, alle guide: il ricchissimo catalogo dei tascabili in promozione.

Non farti sfuggire gli Oscar Saggi, Bestseller e Manuali. Gli Oscar Spiritualità, Saggezze, e Storia. Tutti con lo sconto massimo del 30%!

Novità:
Il libro dei morti di Patricia Cornwell
Inoocente. Una storia vera di Grisham John
L’armata perduta di Manfredi Valerio M.

I più venduti:
Gomorra. Viaggio nell’impero economico e nel sogno di dominio della camorra di Roberto Saviano
L’ombra del vento di Ruiz Zafón Carlos
È una vita che ti aspetto di Volo Fabio
Angeli e demoni di Brown Dan

…continua a leggere

Otel Bruni

Otel Bruni

28 luglio 2011 by · Commenta 

Incipit:
La notte del 12 gennaio 1914 fu ricordata al nostro paese come una delle più rigide di tutto l’inverno e forse di tutti gli inverni a memoria d’uomo. La neve aveva cominciato a cadere verso sera e, cosa del tutto inusuale se non impossibile, il sole si era voltato indietro –come usava dire- prima di affondare dietro l’orizzonte, apparendo per pochissimi minuti nello stretto spazio che separava l’orlo occidentale della coltre nuvolosa dal profilo della terra. Il raggio vermiglio aveva attraversato la fitta cortina di fiocchi candidi creando un’immagine fantasmagorica, un’atmosfera così irreale che i contadini che stavano rientrando per la cena si erano fermati al centro dell’aia a contemplare la visione mirabile, quasi un segno divino, e a cercare di interpretarne il significato. Erano diventati parte di uno scenario stupefacente, di cui non s’era mai sentito a memoria d’uomo, e un giorno avrebbero cercato di narrare ai loro figli e nipoti di aver visto nevicare sul sole. In breve tempo le loro sagome si erano imbiancate e la luce d’oro si era spenta
continua a leggere