giovedì 25 aprile 2019

“La Compagnia delle Illusioni”, ovvero come la finzione può riscrivere la vita

“La Compagnia delle Illusioni”, ovvero come la finzione può riscrivere la vita

16 Gennaio 2019 by · Commenta 

Tra le otto e le nove di mattina io ricevevo il mio incarico, quando ci stava.
Il mio ingaggio, anzi, meglio usare questa parola: ingaggio. Zia Maggie mi mandava un messaggino su whatsapp e mi dava un appuntamento, generalmente su una panchina davanti al mare alla Villa Comunale, per spiegarmi modalità, persone coinvolte, storia e luoghi dell’azione.
Quella mattina, il messaggio diceva:
Funerale. Villa Comunale, solita panchina ore 10.00.

Enrico Ianniello – già volto del commissario Nappi su Raiuno – ha appena pubblicato per Feltrinelli “La Compagnia delle Illusioni“. Dopo un esordio pluripremiato nel 2015 con “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin”, il secondo romanzo dell’attore casertano è una decisa riconferma delle sue qualità di narratore.

Il protagonista del libro si chiama Antonio Morra ed è un cinquantenne per cui la vita era bellissima; era, perché un giorno Lea, la donna che amava e che aspettava la loro bambina, è stata travolta da un’automobile ed rimasta uccisa. Da quel momento, Antonio tira avanti con poco entusiasmo, dirigendo una compagnia di teatro amatoriale.
Tutto però cambia quando, una sera, mentre si fa una birra… continua a leggere

Libri da leggere: Ethan Coen – Quasi una serata

Libri da leggere: Ethan Coen – Quasi una serata

3 Giugno 2015 by · Commenta 

Ci vuole parecchio coraggio, quando si è dotati del talento per la regia di Ethan Coen (che ha firmato, assieme al fratello Joel, alcuni film ormai entrati a pieno titolo nell’olimpo del cinema americano contemporaneo, da Fargo a Il Grande Lebowski, per arrivare al più recente A proposito di Davis), per cimentarsi in qualcosa che cinema non è.
Il rischio di deludere i propri ammiratori è fin troppo concreto, e d’altra parte non esiste nulla di più esigente di un pubblico affezionato che, chiamato a confrontarsi con qualcosa di diverso da ciò a cui è abituato, si sente già in partenza, un po’ irrazionalmente, in parte tradito. Eppure Ethan Coen ha deciso di provarci, e di farlo attraverso la sceneggiatura teatrale di tre atti unici che, messi insieme, riescono a riempire Quasi una serata, come recita il titolo del volume che li raccoglie, appena pubblicato da Einaudi.
Nelle pagine di queste sceneggiature brevi e brillanti si percepisce chiaramente il clima ironico e grottesco tipico dei film dei fratelli Coen, e i personaggi che prendono la parola in scena richiamano evidentemente alcuni dei loro protagonisti più riusciti (il “Giobbe moderno” di A serious man su tutti). In questi atti unici, però, il gioco cinematografico viene riportato al suo nocciolo essenziale, approfittando in maniera mirabile dell’estrema economia di mezzi tipica del teatro… Continua a leggere

Libri da leggere: José Saramago – Don Giovanni

Libri da leggere: José Saramago – Don Giovanni

4 Febbraio 2015 by · Commenta 

Esistono temi, personaggi, storie che sono troppo intersecati con la storia del pensiero umano per poter essere ancora ritenuti proprietà dell’autore che per primo li ha raccontati. Il loro potenziale narrativo e la loro energia, lo si capisce appena ci si avvicina a loro, vanno troppo al di là delle possibilità di una singola vita, e così queste vicende diventano in tutto e per tutto patrimonio dell’umanità intera, libera terra di conquista a disposizione di tutti coloro che vorranno ri-raccontarle.
Tra le poche, luminose storie di questo tipo, ha senz’altro un posto d’onore la vicenda di Don Giovanni, seduttore insaziabile ed emblema, nei secoli, di dissolutezza e di libertà, di rifiuto dell’ordine costituito e di sguaiata, impenitente sregolatezza. È proprio a questa storia senza tempo, capace di affascinare in eterno, che guarda il premio nobel José Saramago in Don Giovanni o Il dissoluto assolto (Feltrinelli), delizioso e intelligentissimo testo teatrale che riprende il personaggio inventato da Tirso De Molina e musicato da Mozart re-interpretandolo in chiave inedita, con spietata e acuta cattiveria… Continua a leggere

Donne

Donne

28 Agosto 2014 by · Commenta 

Fu allora che Maria si alzò e venne a sedersi accanto a me. Senza parlare, mi strinse una mano nella sua. Viaggiammo per un po’ così, coi corpi che si toccavano. Poi, a causa di una curva presa male, lei cadde su di me. Mai sentito prima così da vicino l’inebriante odore della pelle di una ragazza. Non capivo più niente, un ronzio alle orecchie, un calore come di febbre. Un attimo prima che ci baciassimo, sospirò profondamente. Gli storici del cinema dicono che il bacio più lungo sia stato quello del film Notorius. Noi unimmo le nostre labbra all’altezza di un paese che si chiama Lercara Friddi e le distaccammo centoventicinque chilometri dopo. Sarà stato un bacio poco esperto, d’accordo, ma comunque un bel record.

Donne, il nuovo libro di Andrea Camilleri appena pubblicato dall’editore Rizzoli, comincia con un breve racconto intitolato Angelica e interamente dedicato alla figura della protagonista dell’Orlando Furioso, primo amore letterario del giovane Camilleri, che la “conobbe” da bambino grazie a una vecchia edizione del poema illustrata da Gustavo Doré e che fu immediatamente travolto dal suo fascino e dal suo mistero. E, probabilmente, la scelta di inaugurare questo libro proprio con un omaggio a questa figura femminile non è casuale… continua a leggere

ITIS Galileo

ITIS Galileo

9 Dicembre 2013 by · Commenta 

«Per quanto ne so, la scienza è l’unico sistema di leggi dove ogni trasgressione, invece di essere punita, se viene dimostrata impone di cambiare la regola: è un sistema poco rassicurante, specie per chi su quelle regole fonda la propria auctoritas e al cambio è costretto a studiare il nuovo codice non più da professore ma da tirocinante. È un sistema destabilizzante, ma è onesto anche se premia i trasgressori. Essi hanno saputo indagare, diffidando sia della sapienza che dell’evidenza. Ogni legge fisica, matematica, chimica contiene sapienza e nasconde bene i suoi errori, ma non per sempre. È colpa di Galileo aver dato avvio a questa gigantesca gara a chi li trova prima.»

Lo spettacolo ITIS Galileo (Einaudi) di Marco Paolini è uno dei più fortunati esempi di quel “teatro civile” che l’attore e autore veneto ha contribuito a codificare e a diffondere tra il pubblico italiano, ed è un testo che – a molti anni di distanza dal suo debutto – continua a riscuotere uno straordinario e meritatissimo successo. La causa di questa fortuna – che negli anni non va scemando ma anzi si rinforza, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio e variegato – va sicuramente ricercata nella forza del tema che questo spettacolo sceglie di affrontare, ma ha anche molto a che vedere con la capacità di Paolini di raccontare, attraverso la storia di Galileo Galilei e della rivoluzione da lui portata nel mondo scientifico del suo tempo, qualcosa che ha a che vedere con ciascuno di noi… continua a leggere

Tutto sommato

Tutto sommato

15 Novembre 2013 by · Commenta 

«Raccontare la propria vita non è cosa da tutti. Certo, chiunque può ricordare gli episodi, cercare di storicizzare, fare riflessioni su come passa il tempo e come cambiano le cose. Ma l’odore della povertà misto a quello del sugo della domenica, i richiami delle mamme ai figli discoli che non tornano per cena, l’allegria irrecuperabile del mercato, le chiacchiere sui marciapiedi… Tutto questo, come puoi farlo rivivere in chi legge se non c’era?
Raccontarsi, poi è difficilissimo. Richiede una buona dose di onestà e un grande sforzo di memoria. So già che trascurerò molti dettagli, alcuni per riserbo, altri perché li ho persi per strada, ma le cose davvero importanti non le ho mai dimenticate.
Tutto sommato, qualcosa mi ricordo.»

L’ironia di Gigi Proietti rende uniche e indimenticabili le pagine di Tutto sommato (Rizzoli), autobiografia dell’attore romano che racconta, con leggerezza e sguardo lucido e sempre acuto, la storia della sua vita, così profondamente intrecciata con quella della sua città e del meglio del mondo del teatro italiano di ieri e di oggi.
È una storia che parte da lontano, quella di Tutto sommato: dalla Roma degli anni del boom economico, dalle sue periferie piene di vita e di personaggi capaci di portare con sé, ognuno, una storia unica. È qui che inizia la vicenda di Luigi Proietti, giovane studente universitario che si guadagna da vivere suonando e cantando nei night club e che si avvicina al mondo del teatro sperimentale per caso, iniziando una carriera folgorante… continua a leggere

La doppia vita dei numeri

La doppia vita dei numeri

23 Novembre 2012 by · Commenta 

«Lui Vedo altre città, non riesco a vedere semplicemente Napoli. Questa finestra per me si affaccia su posti del passato. Vedo Sarajevo, Mostar, Belgrado e vedo pure New York».

Erri De Luca torna in libreria con un nuovo libro edito da Feltrinelli e intitolato La doppia vita dei numeri. Per questo nuovo libro De Luca ha scelto il genere del teatro, un genere particolare in cui gli avvenimenti non vengono raccontati dallo scrittore ma direttamente dai personaggi in questo caso un fratello e una sorella che passano insieme l’ultimo dell’anno.
A cena riemergono ricordi difficili del passato che sembrano creare tra loro un vuoto incolmabile. Lui vuole che la serata termini il prima possibile per scappare lontano da una tavola e… continua a leggere