martedì 22 gennaio 2019

Libri da leggere: Teju Cole – Ogni giorno è per il ladro

Libri da leggere: Teju Cole – Ogni giorno è per il ladro

15 ottobre 2014 by · Commenta 

È ipnotico come una melodia che si conosce da sempre e che nonostante tutto è sempre diversa da se stessa Ogni giorno è per il ladro (Einaudi), meraviglioso libro dello scrittore e fotografo nigeriano Teju Cole che, in queste pagine, mescola con eccezionale precisione e oculatezza parole e immagini, nel tentativo ambiziosissimo di riuscire a catturare l’essenza di un Paese, il fulcro della sua bellezza, del suo dolore e delle sue contraddizioni, e di restituirlo attraverso i minuscoli dettagli di un diario di viaggio che racconta la storia di un ritorno a casa dopo quindici anni di lontananza, con tutto il carico di radicale grandezza che ciò implica.
E sono proprio le contraddizioni – quelle del mondo di fuori e quelle tutte interne all’autore – il vero collante di questo libro in cui può capitare di essere a Lagos, Nigeria, e pensare che i versi di un poeta svedese che parla di  «una frase biblica non attribuita: “Venite a me, perché sono pieno di contraddizioni quanto voi”» siano stati scritti esattamente per quel luogo… continua a leggere

Con le ali ai piedi

Con le ali ai piedi

28 maggio 2014 by · Commenta 

«Mi ritrovai lì, con la mia valigia, in mezzo all’aeroporto di Istanbul. Tutto mi appariva enorme e in rapido movimento. Non mi resi conto che stavo piangendo finché non mi caddero le lacrime sulle scarpe. Anche con le luci dell’aeroporto, fuori la notte sembrava buia, l’aria densa. Mi asciugai gli occhi e cercai di decidere cosa fare. Ero solo, in una terra straniera di cui non parlavo la lingua, e avevo nove anni. Ero, in parole povere, terrorizzato.»

La storia di Abbas Kazerooni raccontata nel romanzo Con le ali ai piedi, appena pubblicato in Italia da Salani, è una storia che riempie di fiducia nel mondo e nell’essere umano, nonostante tutto. Una storia che fa star bene pur nella sua tragicità, perché dimostra che il coraggio e la voglia di vivere possono vincere su tutto, anche sull’orrore e sulla crudeltà più enormi, e che c’è sempre una strada per la salvezza, una via d’uscita che consente di non cedere al dolore e alla disperazione ma di sconfiggerli e vivere.
Protagonista di questa vicenda che sembra fantastica e invece è drammaticamente vera è proprio Abbas, un ragazzino iraniano di nove anni che un giorno si trova a dover fare i conti con una realtà che non lascia scampo… continua a leggere