domenica 24 marzo 2019

“Scavare fossati – nutrire coccodrilli”: un inedito Zerocalcare in mostra al MAXXI di Roma

“Scavare fossati – nutrire coccodrilli”: un inedito Zerocalcare in mostra al MAXXI di Roma

17 Dicembre 2018 by · Commenta 

E allora, senza dire che è inutile tirare i sassi, perché lo sappiamo che a volte serve e non puoi fare altro anche se vorresti fare altro, a Michele direi che una sua tavola, oggi, nel nostro Paese, ha più effetto di un qualsiasi sasso.

È uscito per Bao Publishing “Scavare fossati – nutrire coccodrilli”, il catalogo della mostra del MAXXI di Roma dedicata al fumettista Zerocalcare (al secolo Michele Rech), visitabile al pubblico dal 10 novembre 2018 al 10 marzo 2019.
Il volume ricalca il formato cartonato già adottato da Bao per “Macerie Prime” ed è una raccolta preziosa dei lavori meno conosciuti dell’autore, organizzati, come il percorso dell’esposizione stessa, in quattro sezioni: Pop, Lotte e Resistenza, Non-Reportage, Tribù.
Il bacino della pop culture anni Novanta; l’attivismo politico e la rete dei… continua a leggere

Recensione libro: “Macerie prime. Sei mesi dopo” di Zerocalcare

Recensione libro: “Macerie prime. Sei mesi dopo” di Zerocalcare

10 Maggio 2018 by · Commenta 

Poi odio incontrare i neonati perché mi costringe a mentire.

«Oddio è bellissimo!»

«Vero? »

No, non è vero! È un cazzo di mostro deforme! È tutto ammaccato, pare sloth. Come se l’avessero schiacciato per farlo passare attraverso un tubo troppo stretto. E infatti è così.

A distanza di sei mesi dal primo capitolo esce “Macerie prime. Sei mesi dopo“. Zerocalcare, uno dei più apprezzati e seguiti fumettisti italiani, torna con un cartonato di 189 pagine che vede gli amici storici ritrovarsi dopo sei mesi di lontananza. Ognuno è alla prese con i propri demoni personali…continua a leggere

Recensione libro: “Macerie prime” di Zerocalcare

Recensione libro: “Macerie prime” di Zerocalcare

15 Novembre 2017 by · Commenta 

In pratica sono diventato bravissimo a sbagliare da solo. Lo posso insegna’ ai master. Però ogni tanto mi serve ancora chiedere agli altri. Forse perché c’ho paura che sennò senza accorgermene divento proprio un’altra cosa. Troppo lontana da come mi sembrava giusto essere.

Zerocalcare, l’autore de “La profezia dell’armadillo”, torna in tutte le fumetterie e le librerie d’Italia con “Macerie prime”, il volume iniziale di una storia in due atti il cui seguito sarà in uscita a maggio 2018 con il titolo “Macerie prime – Sei mesi dopo”. Il libro, un cartonato di 192 pagine in bianco e nero, sarà proposto con tre differenti copertine: una regular disegnata da Zerocalcare e colorata da Alberto Madrigal, una variant da libreria tirata in 5.000 copie e una variant da fumetteria tirata in 1.500 copie numerate, entrambe disegnate dall’autore. Al suo interno il fumettista italiano riprende il cast storico e lo fa crescere, aggiungendo nuovi elementi… continua a leggere

Libri da leggere: Zerocalcare – Dimentica il mio nome

Libri da leggere: Zerocalcare – Dimentica il mio nome

25 Marzo 2015 by · Commenta 

Prendete una storia familiare fatta di identità segrete da scoprire, di personaggi granitici e sublimi e di oggetti disseminati nella memoria familiare come fossero i simboli di qualcosa mai nemmeno sospettato. Aggiungeteci un bosco di notte, alla periferia di Roma; un nonno mai conosciuto di cui restano solo il nome e l’immagine di un paio di baffi rossi; un esercito di volpi combattenti; un protagonista che si rende conto di aver appena fatto, senza accorgersene, il passaggio da ragazzo a uomo, ma anche di essersi scordato di salvare il livello. Mescolate insieme tutte queste cose, aggiungeteci un mondo popolato di ricordi squisitamente anni Ottanta e la mano ferma di un disegnatore inconfondibile e otterrete Dimentica il mio nome (BAO Publishing), ultima graphic novel del fumettista romano Zerocalcare, che in queste pagine dimostra che è possibile restare sempre meravigliosamente uguali a se stessi, senza per questo fossilizzarsi in uno stereotipo che nel tempo diventerebbe inevitabilmente acido, legnoso e  probabilmente anche ridicolo.
Nelle pagine di questo libro ci sono tutti questi ingredienti, e… Continua a leggere